Inter: Moratti si dimette da presidente onorario

Inter: Moratti si dimette da presidente onorario

Dopo il passaggio di consegne avvenuto lo scorso autunno, Massimo Moratti compie un ulteriore passo indietro e si dimette dalla carica di presidente onorario nerazzurro. Oltre all’ex proprietario del club si sono dimessi dal ruolo di consiglieri di amministrazione anche il figlio Angelomario, Rinaldo Ghelfi e Alberto Manzonetto. Esce definitivamente tutta la famiglia Moratti dall’Inter, nei prossimi giorni ci sarà da capire quale sarà il futuro del 28% del pacchetto azionario appartenente a Moratti stesso, anche se emerge che fino a novembre del 2015 l’ex presidente sarebbe vincolato e quindi non potrebbe cedere le restanti quote.

Thohir ha espresso il suo stupore per questa decisione improvvisa, una scelta che arriva in seguito all’assemblea dei soci di lunedì e alle dichiarazioni di Moratti sulla situazione delicata di Mazzarri.

Già da mesi si parlava di un raffreddamento dei rapporti fra la vecchia e la nuova dirigenza, dell’assenza di Moratti nel ritiro di Pinzolo e del risentimento di quest’ultimo per alcune operazioni di Thohir fra cui l’addio di tanti uomini legati all’ex presidente, da Branca a Cordoba, fino al mancato rinnovo di Cambiasso, l’unico dei reduci del Triplete che avrebbe potuto ancora vestire la maglia nerazzurra.

Dopo 18 anni di presidenza ed uno da azionista di minoranza, Moratti si allontana ancor di più dalla società nerazzurra, a dimostrazione di come l’Inter abbia davvero voltato pagina.

 

Matteo Ciofi

23 ottobre 2014

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook