Inter – Napoli 2 – 2 I nerazzurri in rincorsa per il pareggio

Inter – Napoli  2 – 2  I nerazzurri in rincorsa per il pareggio

inter-napoli-19ottobreUn match teso e nervoso al Meazza, in stallo fino al 79’, ma tutto succede nel finale, un vero spettacolo, ricco di goal e forti emozioni. Il Napoli tenta per ben due volte di portarsi a casa la vittoria con una doppietta di Callejon ma l’Inter reagisce con un immediato botta e risposta grazie a Guarin ed Hernanes.

Un punto a testa e tutti negli spogliatoi.

C’è crisi – Tira brutta aria per entrambe le squadre ma in questo posticipo domenicale tutti i riflettori erano puntati su Mazzarri, forse fino ad ora l’allenatore più discusso del campionato, il quale ha visto la sua squadra subire un totale di 7 goal in due giornate consecutive. Un’altra sconfitta non era ammessa. Su di lui gli occhi di Thohir seduto in tribuna insieme a Moratti. Anche Benitez non naviga in buone acque. Entrambi i tecnici ricevono fischi a inizio partita all’annuncio dello speaker.

L’allenatore interista deve rinunciare a Nagatomo che risente ancora di un affaticamento muscolare ed inserisce Obi.

Benitez preferisce Zuniga a Maggio e mette Insigne in attacco.

La partita – Nel primo tempo i partenopei si rifugiano in difesa, l’Inter si rivela superiore e comanda il gioco, ma oltre al possesso palla e grande pressing i neroazzurri non concludono altro: un inizio partita monotono e spento. Solo il palo di Hernanes al 34’ risveglia, ma solo per un attimo, San Siro dal torpore.

Dopo la ripresa, al 50’ un altro palo ma questa volta è Hernanes e il Napoli comincia a farsi sentire. Intanto Hamsik delude e viene sostituito da Jorginho per il Napoli, mentre Mazzarri fa entrare Mbaye al posto di Obi.

I partenopei alzano il baricentro e le occasioni aumentano, Callejon ci prova dalla distanza ma Handanovic blocca prontamente il pallone.

Orsato non fischia un fallo su Higuain che viene ammonito per proteste, anche Pecchia, il vice di Benitez, inveisce sull’arbitro, cartellino rosso per lui.

Nell’ultimo quarto d’ora inizia lo show. Parte Callejon che al 79’ mette in rete il pallone approfittando di una deviazione involontaria di Vidic. 3 minuti dopo l’Inter reagisce con Guarin che appena entrato firma il pareggio. Mazzarri esce dall’area tecnica e viene espulso.

Non è finita.

Il Napoli riconquista il vantaggio grazie ancora a Callejon sempre in agguato ma l’Inter non deve perdere. Ci pensa coì Hernanes che chiude l’incontro su cross di Dodò.

I nerazzurri tirano un sospiro di sollievo per una sconfitta evitata all’ultimo, ma Mazzarri dovrà dimostrare molto di più per ottenere la completa fiducia di Thohir.

Sicuramente non c’è da essere soddisfatti per la prestazione della squadra, nona in classifica, a 10 punti dalla capolista.

Meritano 2duerighe Callejon: Il Napoli si affida a lui. Grazie alla sua doppietta merita di essere l’uomo partita. Hamsik: Prestazione pessima, assente in attacco. Troppo poco per un giocatore come lui.

Tabellino

INTER – NAPOLI   2 – 2

INTER (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Obi (st Mbaye), Hernanes, Medel (st Guarin), Kovacic, Dodò; Palacio (st M’Vila), Icardi. (Carrizo, Berni, Andreolli, Kuzmanovic, Krhin, Bonazzoli). All. Mazzarri.

NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Britos (st Ghoulam), Albiol, Koulibaly, Zuniga; Inler, Lopez; Callejon, Hamsik (st Jorginho), Insigne (st Mertens); Higuain (Andujar, Colombo, Henrique, De Guzman, Maggio, Mesto, Michu, Zapata. All. Benitez.

Arbitro: Orsato
Ammoniti: Hernanes (I), Britos (N), Higuain (N), Jorginho (N), Juan Jesus (I)
Espulsi: Pecchia (N), Mazzarri(I)
Marcatori:  Callejon (N),  Guarin (I),  Callejon (N),  Hernanes (I)

 

Paolo Casati
20 ottobre 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook