Sempre Honda, il Milan passa a Verona 3-1

Sempre Honda, il Milan passa a Verona 3-1

Un Milan spietato espugna il Bentegodi per 3-1 e si porta a quota 14 punti in classifica ad una lunghezza soltanto dalla zona Champions. I rossoneri stendono l’Hellas giocando una partita pratica, sfruttando un regalo di Marques e chiudendo la sfida con la doppietta di Honda sempre più uomo rivelazione in questo avvio di stagione.

Inzaghi schiera la coppia centrale formata da Rami e Alex per fronteggiare Toni, conferma Poli a centrocampo e affianca Honda ed El Shaarawy a Torres; Mandorlini punta forte sul trio offensivo composto da Gomez, Jankovic e capitan Toni.

Autogol episodio chiave – Nessuna fase di studio e match subito vivo, il Milan è pericoloso al minuto 8 con El Shaarawy che da buona posizione calcia malamente, al 21’ la gara si sblocca: Abate crossa dalla destra, Marques svirgola al volo il pallone e batte clamorosamente Rafael. L’Hellas reagisce e Halfredsson va vicino al pari al 25’ con un sinistro dal limite dell’area che sfiora il palo. Dal possibile 1-1 arriva invece il raddoppio ospite, El Sharaawy apre il campo con un assist in profondità per il puntuale Honda che batte Rafael con un tocco preciso sul secondo palo. Gli scaligeri sotto di due gol spingono per riaprire il confronto ma Abbiati salva tutto su un’acrobazia di Toni, al 32’ sempre il portiere milanista si supera su Jankovic. Il ritmo del match rimane alto, il Verona spinge e si scopre, il Milan invece potrebbe chiudere la partita con Poli al 34’ che davanti a Rafael fallisce il bersaglio.

Honda non sbaglia mai – Nessuna sostituzione nell’intervallo, l’Hellas ritorna in campo e ricomincia a manovrare cercando di trovare la via della rete ma è il Milan a colpire ancora una volta. Al 56’ Rami serve in profondità Honda che si invola verso la porta gialloblù trafiggendo Rafael sul secondo palo per il tris rossonero. Il Verona accusa inevitabilmente il colpo, El Shaarawy poco dopo potrebbe dilagare ma il portiere dei padroni di casa si oppone su Torres e ancora Honda. Al 74’ Lopez serve Toni in area con Abbiati che legge bene l’azione e sventa la minaccia. La squadra di Mandorlini ha il merito di provarci fino in fondo e all’87’ trova il meritato gol della bandiera con Nico Lopez che fulmina Abbiati dalla distanza. Nenè avrebbe addirittura la palla del 2-3 all’89’ ma fallisce in maniera clamorosa l’occasione su una sponda di Toni, Marquez rimedia il secondo giallo e abbandona il campo prima del fischio finale di Valeri che sancisce il successo del Milan alla seconda vittoria esterna in campionato.

Rossoneri cinici e fortunati, l’autorete di Marques spiana la gara alla squadra di Inzaghi che ha avuto il merito di chiuderla resistendo a un Verona sempre capace di impensierire la retroguardia milanista. Altri tre punti per i rossoneri che nonostante ancora qualche amnesia difensiva salgono ulteriormente il classifica, per l’Hellas invece, qualche rimpianto ma la certezza di essere una squadra tonica e in grado di poter giocare un’altra stagione di alto livello.

 

Meritano 2duerighe

 

Honda: è l’uomo copertina del nuovo Milan di Inzaghi. Impeccabile sotto porta al suo sesto sigillo in campionato si sta rivelando inamovibile per il tecnico rossonero.

 

Marques: il maldestro e sfortunato autogol cambia la gara inevitabilmente e obbliga il Verona a rincorrere. Errore pesante che cambia l’andamento del match.

 

Tabellino

 

Verona (4-3-3): Rafael, Moras, Marquez, Marques, Agostini, Ionita (72’ Nico Lopez), Tachtsidis, Hallfredsson, Gomez (70′ Nenè), Toni, Jankovic (66’ Campanharo).

All.: Mandorlini.

Milan (4-3-3): Abbiati, Abate, Alex, Rami, De Sciglio, Poli, Essien, Muntari, Honda (85’ Bonera), Torres (69’ Menez), El Shaarawy (76’ Bonaventura).

All.:Inzaghi.

Arbitro: Valeri (RM).

Marcatori: 21’ Marques (V) aut, 27’ Honda, 56’ Honda (M), 87’ Nico Lopez (V).

Ammoniti: Agostini, Marquez, Tachtsidis (V), Honda (M).

Espulsi: Marquez (V).

Matteo Ciofi

19 ottobre 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook