Ascoli da batticuore: Gubbio battuto 2-1

Un gol nel finale di Falconieri regala i primi tre punti del 2012 ai bianconeri. Primo ko per la squadra di Simoni nel nuovo anno,castigata dalla poca lucidità difensiva.

Autentica partita salvezza al Del Duca, dove si affrontano Ascoli-Gubbio. I bianconeri vengono da due sconfitte consecutive, e vogliono riscattarsi per continuare la risalita in classifica.

Gli umbri,dopo la convincente vittoria con il Grosseto,sperano di fermare una diretta concorrente e magari staccarla in classifica con una vittoria. Si affrontano i fratelli Ciofani, per un inedita sfida in famiglia. Nessuna vittoria per il Gubbio nei precedenti incontri contro l’Ascoli.

Simoni sceglie un 4-3-3 molto spregiudicato per cercare la prima vittoria esterna della stagione degli umbri. Davanti spazio al tridente Bazzoffia-Ciofani-Graffiedi. Silva schiera i suoi con l’ormai classico 5-3-2 . Dal primo minuto in campo l’ultimo arrivato Scalise. In attacco confermata la coppia Papa Waigo-Soncin.

Prima frazione di gioco avara di emozioni. Prima conclusione ,vicino allo specchio della porta, arriva al 15′: incornata di Papa Waigo che termina di poco a lato. L’Ascoli è ,però, più propositivo nei primi venti minuti. Il Gubbio prova a ripartire sfruttando veloci contropiedi. Uniche fammiate degli umbri portano la firma di Graffiedi e Ciofani che non inquadrano lo specchio della porta. Al 29′ ci prova Sbaffo di destro da distanza siderale, nessun problema per Donnarumma. Quando la partita sembra indirizzata a uno scialbo 0-0,i padroni di casa riescono a trovare la rete con Papa Waigo che sblocca il match. Il senegalese trova la deviazione decisiva a porta vuota, approfittando di una brutta uscita di Donnarumma. Ottavo centro stagionale per il bomber bianconero, che era a secco dallo scorso 3 dicembre. Si va cosi al riposo con l’Ascoli in vantaggio 1-0.

La ripresa è decisamente più viva. L’Ascoli arretra pericolosamente di parecchi metri, lasciando l’iniziativa totalmente nelle mani degli ospiti allenati da Simoni.  La gara , comunque vive sull’equilibrio. Il match si accende negli utlimi venticinque minuti. Al 65′ splendida conclusione in controbalzo di Papa Waigo sulla quale si supera Donnarumma che devia in corner. Passano due minuti e i bianconeri vanno vicini al raddoppio. Serpentina in area di Sbaffo che, decide poi di tentare un tiro ad effetto sul secondo palo. Donnarumma è pietrificato, ma la palla esce di pochi centimetri. Gli ospiti non stanno a guardare e al 69′ fanno tremare la porta di Guarna:  terrificante botta da fuori area di Graffiedi che colpisce in pieno la traversa. Neppure il tempo di respirare che il Gubbio agguanta il pari. Bazzoffia ben lanciato in porta, trova la rete del pari con un preciso destro che anticipa Guarna in uscita. Il gol galvanizza la punta umbra che ci prova all’ 80′ ,ma la sua conclusione è debole e non crea problemi a Guarna. L’Ascoli si vede nei calci piazzati con Ciofani,incornata imperiosa neutralizzata da Donnarumma. All’ 89′ ,però, arriva la zampata vincente di Falconieri che fa espolodere lo stadio del Duca: il nuovo entrato trova l’incornata del vantaggio sfruttando nel migliore dei modi un perfetto cross di Sbaffo. Gli uomini di Simoni hanno l’ultimo sussulto con Bazzoffia che prova la deviazione sotto porta, Guarna è provvidenziale. Finisce la partita, l’Ascoli si aggiudica il match salvezza e sale a 18 punti scavalcando la Nocerina che scende in ultima posizione. Gli umbri frenano dopo una serie di risultati positivi, e restano a quota 22 punti. Ora i bianconeri possono tornare a credere nella salvezza,impensabile fino a pochi mesi fa.

Felice per i tre punti a fine gara l’allenatore Silva: “Ci abbiamo creduto fino alla fine. Sapevamo che sarebbe stata una partita complicata. Peccato non aver chiuso prima la partita,potevamo soffire di meno ma va bene cosi”.

Grande amarezza nella parole di Gigi Simoni dopo il ko negli ultimi minuti che ha frenato la marcia   della sua squada verso la salvezza: “Potevamo fare meglio. Ci siamo complicati la vita con il gol nel primo tempo. Dovevamo essere più attenti dietro. Sono contento della reazione nella ripresa”.

23 a giornata Serie B

Stadio : Del Duca (Ascoli Piceno)

Ascoli – Gubbio 2-1

Marcatori: 38′ Papa Waigo (A), 70′ Bazzoffia (G), 89′ Falconieri (A)
Ammoniti: Faisca (A), Benedetti (G), Pasqualini (A), Scalise (A)
Espulsi: Falconieri (A)

Formazioni:

Ascoli (5-3-2)                                                     Gubbio (4-3-3)

Guarna                                                                Donnarumma
Ciofani                                                                Benedetti
Faisca                                                                  Mario Rui
Pasqualini                                                            Boisfer
Peccarisi                                                              Briganti
Di Donato                                                            Buchel
Pederzoli                                                              Gerbo
Sbaffo                                                                  Nwankwo
Scalise                                                                  Bazzoffia
Papa Waigo                                                          Ciofani
Soncin                                                                  Graffiedi

All. Silva                                                             All. Simoni

Armin Sefiu

22 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook