Juventus-Roma: disastro Rocchi!

Juventus-Roma: disastro Rocchi!

rocchiLa Juventus di Allegri si aggiudica tre punti contro la Roma in un match teso ed arbitrato in maniera assai discutibile da Rocchi. Sul campo la Roma gioca come sa fare: bella nell’impostazione del proprio gioco, a viso aperto, senza paura dell’avversario e con incredibile semplicità nelle manovre, tutto questo a Torino non basta, non ieri, non per Rocchi ma il nostro calcio è abituato quindi di scandaloso c’è davvero poco. La Juventus vola prima in classifica a punteggio pieno, la Roma perde il passo ma non la fame ed il campionato è ancora lungo.

 11 metri – Il match si infiamma subito, al 10’ Marchisio viene ostacolato da Holebas in piena area di rigore al momento di calciare in porta, il contatto c’è ma Rocchi lo reputa un normale contrasto di gioco e lascia proseguire senza assegnare il rigore. Al 25’ viene assegnata una punizione per la Juventus, alla battuta va lo specialista Pirlo, la palla tocca la mano di Maicon, disposto in area di rigore a comporre la barriera, stavolta Rocchi assegna il penalty anche se dalle immagini la mano del brasiliano sembra non tanto ostacolare la punizione di Pirlo quanto proteggere il volto del carioca, Tevez batte Skorupski e porta in vantaggio i bianconeri. Passano solo quattro minuti e la Roma pareggia i conti, Pjanic va alla battuta di un calcio di punizione, in area Totti e Lichsteiner si abbracciano e l’arbitro decide di fischiare il secondo rigore, sotto una pioggia assordante di fischi il capitano giallorosso rimane freddo e pareggia i conti. La Juventus rallenta, la Roma gioca al gioco del calcio; al 44’ Gervinho inventa un passaggio filtrante per Iturbe che taglia l’area in diagonale e di prima intenzione calcia a rete, velocità e precisione d’esecuzione, Buffon non può farci nulla e la rete si gonfia. In pieno recupero Pogba viene messo a terra a pochi centimetri dall’area di rigore, Rocchi è lontano per vedere ma nel dubbio assegna il secondo rigore alla Juventus, alla battuta va sempre Tevez ed è due a due.

 Bonucci-Vidal – Nella ripresa la stanchezza si fa sentire da entrambe le parti quindi per trovare una vera azione degna di nota dobbiamo aspettare il 14’ quando Gervinho semina il panico sulla fascia destra, entra in area e serve palla a Pjanic che, da buonissima posizione, non riesce a coordinarsi bene e calcia fuori bersaglio. Al 32’ è ancora la Roma a farsi pericolosa, Pjanic scodella in area da calcio d’angolo, la difesa bianconera allontana ma sulla palla arriva prima di tutti Naingollan, Buffon suda freddo ma la sfera fa solo la barba al palo per poi terminare fuori. La risposta della Juventus arriva solo al 36’ con un colpo di testa di Morata  che si stampa sull’incrocio dei pali della porta difesa da Skorupski. Al 43’ la Juventus trova la via per accaparrarsi i tre punti, i padroni di casa battono un calcio d’angolo, la palla viene messa fuori da un colpo di testa e Bonucci, salito dalle retrovie, riesce a coordinarsi in maniera perfetta per bucare Skorupski con un gran tiro al volo, l’unica, seppur pesante, pecca della bella rete juventina è che Vidal è in chiara posizione di fuorigioco proprio davanti al portiere polacco che non riesce a vedere ne la partenza ne la traiettoria del tiro. Tre punti alla Juventus, tanti dubbi sulle decisioni arbitrali e Roma comunque a testa alta.

 Meritano 2duerighe

  Keita: ennesima prestazione da incorniciare per l’ex Barcellona; recupera e smista palloni con intelligenza tattica e semplicità.

Rocchi: sbaglia tutto, alcune decisioni risultano dubbie altre completamente inspiegabili. 5 ammoniti, 3 espulsi e 3 rigori, difficile far peggio.

Tabellino

JUVENTUS-ROMA 3-2

JUVENTUS (3-5-2): Buffon, Caceres (46′ Ogbonna), Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Marchisio, Pirlo (79′ Vidal), Pogba, Asamoah, Tevez, Llorente (59′ Morata). All.: Allegri.

ROMA (4-3-3): Skorupski; Maicon, Manolas, Yanga Mbiwa, Holebas; Pjanic (85′ Paredes), Keita, Nainggolan; Iturbe (66′ Florenzi), Totti (74′ Destro), Gervinho. All.: Garcia.

Arbitro: Rocchi di Firenze.

Marcatori: 27’, 45’+3 Tevez (rig. J), 31’ Totti (rig. R), 44’ Iturbe (R) 87′ Bonucci (J).

Ammoniti: 26′ Maicon, 32′ Totti (R); 30′ Chiellini, 32′ Bonucci, 93′ Tevez (J)

Espulsi: 88′ Morata (J), 88′ Manolas (R)

Lorenzo Bruno

06 ottobre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook