Ritorno ai tre punti: Il Napoli espugna Sassuolo

Ritorno ai tre punti: Il Napoli espugna Sassuolo

Al “Mapei Stadium”, per l’anticipo domenicale della quinta giornata di campionato, il Napoli piega il Sassuolo per 1 a 0 grazie alla rete siglata nel primo tempo da Callejon. Un’ora di buona tenuta, sacrificio collettivo e un pizzico di fortuna (finora contraria ai partenopei) sono gli ingredienti che sanciscono il ritorno al successo per gli uomini di Benitez (prima partita senza subire goal). Ancora distanti dalla brillantezza della passata stagione, Higuain e compagni conquistano tre punti fondamentali per l’allontanamento della crisi e la risalita della classifica. Per ciò che concerne il Sassuolo di Di Francesco, ancora a secco di vittorie nel torneo, non basta la maggiore intraprendenza mostrata nelle fasi finali della sfida. Troppo poco per sgambettare un avversario, in ogni caso, di netta superiorità tecnica.

Sassuolo piccolo, Napoli buono – Fuoco alle polveri ed è subito il Napoli ad approcciarsi con grande intensità all’incontro. Al minuto 4 gli uomini di Benitez sfiorano l’immediato vantaggio: straripante la discesa in contropiede di Higuain, ma l’azione proseguita con il filtrante per Callejon e il rasoterra per Hamsik viene interrotta in uscita bassa dall’efficace intervento di Consigli. Con lo stabilizzarsi degli equilibri in campo, il Sassuolo tira fuori il naso, producendo possesso e contenendo con minor rischi un Napoli comunque padrone del campo. La concretizzazione degli sforzi offensivi per gli ospiti arriva al 28’, ancora sull’asse Higuain-Callejon: è proprio il bomber argentino a vestire nuovamente i panni dell’uomo-assist, servendo un cross a giro sul palo lontano che l’accorrente numero 7 deve soltanto depositare in rete. Lo 0 a 1 placa la rabbia iniziale dei partenopei in cerca di riscatto, autori di un finale di frazione a ritmi meno elevati volto all’amministrazione del vantaggio. Pur con qualche brivido negli ultimi due giri d’orologio, i biancocelesti rientrano negli spogliatoi con il risultato a favore.

Stavolta la fortuna strizza l’occhio al Napoli – Alla ripresa delle ostilità, il match dà prova di aver conservato il suo dinamismo, con continui ribaltamenti di fronte e animi incandescenti (doppio giallo per scintille tra Taider e Gargano) già a partire dai primi minuti di gioco. Il Sassuolo ora si riversa in avanti con maggiore convinzione, ma è il Napoli che, intorno al 55’, mancando una duplice occasione dalla distanza, va vicina al 2 a 0 con Insigne prima e Higuain poi. Con l’ingresso nei venti minuti conclusivi, l’undici di Di Francesco tenta il tutto per tutto, avanzando il baricentro e ricercando con frequenza il neo entrato Pavoletti. Dall’altra parte, subentrato il timore di veder sfumare l’ennesima vittoria, la scelta tattica ricade su un atteggiamento remissivo attento principalmente ala difesa del risultato. Proprio la passività dei biancocelesti mette a repentaglio il parziale a questi sorridente: all’84’ è la sfortuna a dire no a Peluso, quando il terzino neroverde stoppa e calcia dall’interno dell’area, per poi vedere il suo tiro stamparsi sulla traversa dopo deviazione di Zuniga. Nonostante l’affanno delle battute finali, il Napoli taglia il traguardo del 90’ senza subire nuovi assalti. Sassuolo-Napoli finisce 0-1.

Meritano 2duerighe
Higuain: non arriva neppure oggi la prima rete in campionato per il talento ex Real Madrid, ma la prestazione messa in campo è di quelle che fanno la differenza. Sforna l’assist decisivo, si sacrifica e supporta il reparto con intelligenza e qualità. Dalla sua uscita dal rettangolo verde, il Napoli non avrà più la forza di creare occasioni da goal.
Zaza: nervoso, appannato, poco incisivo. L’attaccante della nazionale italiana non pare indubbiamente in una delle sue giornate migliori. Questo Sassuolo non può nascondere l’imprescindibile dipendenza dal suo giocatore più estroso. Assente.

Tabellino
SASSUOLO-NAPOLI 0-1

SASSUOLO (4-3-3): Consigli, Gazzola (76’ Vrsaljko), Acerbi, Cannavaro, Peluso, Brighi (56’ Missiroli), Magnanelli, Taider, Floccari (72’ Pavoletti), Zaza, Sansone. Allenatore: Di Francesco.
NAPOLI (4-2-3-1): Rafael, Zuniga, Albiol, Koulibaly, Britos, Gargano (77’ Jorginho), David Lopez, Callejon, Hamsik (61’ De Guzman), Insigne, Higuain (70’ Zapata). Allenatore: Benitez .

Arbitro: Peruzzo (Schio).
Marcatori: 28’ Callejon (N),
Cartellini: 23’ Brighi (S), 52’ Taider (S), Gargano (N), 55’ Zaza (S), 74’ Gazzola (S), 78’ Jorginho (N).

Mattia Coletti
28 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook