La Roma chiama, la Juve risponde:3-0 all’Atalanta

La Roma chiama, la Juve risponde:3-0 all’Atalanta

Juventus-Atalanta 3-0Dopo la vittoria della banda Garcia nel pomeriggio, allo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo i bianconeri hanno sconfitto con personalità l’Atalanta di Colantuono, raggiungendo nuovamente i giallorossi in vetta alla classifica. Sempre sugli scudi l’Apache Tevez, autore di un doppietta e vero uomo simbolo di questa Juventus targata Allegri. L’altro eroe di giornata bianconero è Buffon, che sul punteggio di 1-0 para un rigore mal calciato da Denis. Nel finale trova gloria per l terza rete anche il recuperato Morata .

 Tevez non perdonaPartita subito ad alta intensità, con l’Atalanta propositiva nello sfruttare la velocità dei suoi esterni e le sovrapposizioni dei terzini, Dramè e Zappacosta. Tanto l’agonismo in campo ma poche sono le emozioni e le occasioni da rete. La Juventus cerca di superare le difese bergamasche sfruttando l’ampiezza di gioco e la superiorità numerica garantita sulle fasce laterali dal 3-5-2.Proprio da una percussione sull’esterno nasce il vantaggio bianconero: Lichtsteiner si inserisce con cattiveria sull’out di destra servendo in area, sull’uscita del portiere avversario, un pallone pericoloso, Tevez ringrazia e insacca in rete; L’Apache può così esibire la maglietta dedicata al barrio di El Congo. La rete carica gli uomini di Allegri e al 42’la Juventus avrebbe il pallone per il raddoppio, ma il colpo di testa di Llorente sull’uscita dell’estremo difensore della Dea termina a lato.

Buffon ipnotizza Denis-Ad inizio ripresa Colantuono inserisce Molina, ex modena, al posto di un poco lucido Estigarribia.Il secondo tempo inizia con la Juventus in pressione sull’Atalanta,che appare non in grado di fare male ai bianconeri. Al 58’ episodio chiave della partita: Boakye serve il neo entrato Molina che in area viene atterrato da Chiellini,per Orsato è rigore e cartellino giallo per il difensore della nazionale italiana. Dagli undici metri si presenta Denis, ma El Tanque si fa ipnotizzare da Buffon che sventa la minaccia in tuffo. Dal successivo capovolgimento di fronte è invece la Juventus a trovare il raddoppio sempre con il solito Tevez, che da fuori area lascia partire un destro fulmineo beffando il non irresistibile Sportiello. Il penalty sbagliato e la successiva seconda rete bianconera tagliano definitivamente le gambe alla Dea, che deve fare a meno anche del suo tecnico espulso per proteste. Messo al sicuro il risultato Allegri decide di far respirare Vidal e Llorente in vista della sfida europea contro l’Atletico Madrid inserendo rispettivamente Pereyra e Morata; proprio il giovane attaccante spagnolo avrà modo di scrivere il proprio nome nella lista dei marcatori finalizzando con un bel colpo di testa l’assist dell’altro neo entrato Pereyra.Il gol dell’ex Real chiude definitivamente il match.

Meritano 2duerighe:

Tevez: pressa a tutto campo, inventa per i compagni e segna. L’Apache appare in grande forma e continuando così c’è il rischio che termini ben presto le maglie da esibire durante le esultanze. Top Player.

Denis: partita totalmente negativa per l’attaccante argentino che non riesce a pungere in avanti, sprecando anche il penalty concesso da Orsato con una conclusione debole. Non pervenuto.

Tabellino:

ATALANTA-JUVENTUS 0-3

Atalanta (4-4-1-1): Sportiello, Zappacosta, Benalouane, Biava, Dramè, Estigarribia (Dal 49’Molina), Baselli (Dal 64’ Cigarini), Carmona, Gomez (Dal 75’ Bianchi), Boakye, Denis. All.: Colantuono

Juventus (3-5-2): Buffon; Ogbonna, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Marchisio, Vidal (Dal 67’ Pereyra), Evra; Llorente (Dal 65’ Morata), Tevez (Dal 84’ Coman). All.: Allegri

Arbitro: Orsato

Marcatori: 35’,59’ Tevez, 82’ Morata (J)

Ammoniti: 20’Benalouane (A), 30’ Marchisio (J), 57’ Chiellini (J), 73’ Molina (A), 74’ Evra (J)

Espulsi: 64’ All. Colantuono (A)

 Damiano Rossi(Roma)

28/09/2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook