Milito-gol, il derby è suo: Milan al tappeto

Un gol del principe nella ripresa regala i tre punti all’ Inter che, torna prepotentemente in corsa per lo scudetto. La squadra di Ranieri gioca con  carattere,temperamento e attenzione contro una squadra, quella rossonera, apparsa poco concentrata e cinica sotto porta. Deludente la prestazione di Pato.

La penultima giornata di campionato regala il derby della Madonnina numero 131 tra Milan e Inter. Il bilancio dei 130 precedenti, della stracittadina milanese, sorridono al Milan , capace di aggiudicarsi il successo in 47 occasioni. L’Inter insegue con 43 affermazioni sui “cugini”. 40 sono i risultati di parità.

Il Milan “ospita” l’Inter in casa per la 66.a volta nella storia. Il bilancio dei derby giocati in casa rossonera vede il team di Allegri in vantaggio con 25 vittorie, a fronte di 21 sconfitte. Il pareggio si è verificato in 19 occasioni. L’ultimo incontro,sponda rossonera, fini con un netto successo del Milan che si impose per 3-0. L’anno precedente l’Inter rifilò quattro reti ai “cugini”. L’ultimo pareggio risale alla stagione 2004/2005 e fini 0-0.

Allegri alla fine sceglie Pato titolare, dopo il tormentone di mercato, accanto a Ibrahimovic. Boateng va a dare dinamismo alla diga mediana, mentre il trequartista lo fa Emanuelson. Dietro tutto ok per Thiago Silva, centrale accanto a Nesta. Ranieri risolve il ballottaggio Sneijder-Alvarez dando fiducia all’argentino, esterno di sinistra in una mediana di grande quantità. Davanti confermato il tandem Milito-Pazzini
E’ un derby molto atteso che, riveste un valore fondamentale per i destini del campionato. Di fronte due squadre in grande salute che, vengono da una serie positiva di risultati utili, tre vittorie consecutive per il Milan, cinque per i nerazzurri. Il mezzo passo falso della Juventus dà ancora più significato alla sfida: il Milan, in questo momento un punto dietro ai bianconeri, vede leggermente alleggerita la pressione, l’Inter è sempre più convinta che vincendo rientrerebbe in corsa per il titolo.

Gara non spettacolare nel primo tempo, agonisticamente tirata. Fa più gioco il Milan, ma Inter quadrata tatticamente e pronta a colpire. Una grossa occasione per parte: Alvarez trova la grande reattività di Abbiati, van Bommel la traversa.  
Prima del match, minuto di silenzio per le vittime del disastro della Costa Concordia e il vigile ucciso a Milano in settimana.

Al 5′ è subito Inter: punizione di Maicon, colpo di testa di Thiago Motta e rete ma l’arbitro Orsato annulla. Dal replay la decisione sembra molto dubbia, Thiago Motta pare partire in posizione regolare. Al 10′ si fa vedere il Milan con Emanuelson che tocca per Ibra: controllo e sinistro dai 20 metri, palla radente, la blocca Julio Cesar. La gara si gioca sui ritmi abbastanza alti. Inter compatta tra i reparti e pronta al contropiede, Milan maggiormente manovriero. Succede poco con le due squadre che si equivalgono. Nel finale si accende la partita. Al  40′ Nagatomo se ne va e crossa in area, la palla arriva ad Alvarez che controlla e tira a colpo sicuro, grande risposta di Abbiati. Al 45′ Pato serve l’accorrente Van Bommel, interno destro dai 20 metri che si stampa sulla traversa. Riprende Emanuelson, sinistro al volo e Julio Cesar para in tuffo. Si chiude la prima frazione sullo 0-0.

La ripresa è più entusiasmante. Partono meglio i nerazzurri che, trovano il vantaggio con il principe Milito. Al 54′ Zanetti cambia gioco, palla che sembra di facile controllo, ma Abate la sbaglia: Milito in agguato, entra in area, diagonale sinistro, palo interno e rete . La reazione del Milan è rabbiosa ma caotica, sono i nerazzurri a sfiorare il raddoppio. Al 59′ Alvarez attacca a sinistra, battuta dai 25 metri: palla bassa, la fa sua Abbiati.  Al 61′ Nagatomo attacca, conversione e destro dalla distanza, deviazione di Nesta,la palla finisce fuori di poco alla sinistra di Abbiati. Al 72′ Milito entra in area, tocca per Nagatomo,controllo a rientrare,sinistro, palla bloccata da Abbiati. I rossoneri cercano lo sfondamento in maniera troppo individuale, l’Inter fa muro. Al 77′ buona azione di Ibrahimovic che attacca, crossa basso, Nocerino prolunga: Pato a pochi metri non colpisce bene,pressato, Julio Cesar blocca a terra. Al 83′ Seedorf, appena entrato, ci prova dai 30 metri: palla insidiosa, vola Julio Cesar che devia in tuffo. All’ 85′ El Shaarawy fa filtrare per Robinho: decentrato il brasiliano prova il tocco di sinistro in area, respinge Julio Cesar. Il Milan prova il forcing finale con dei lanci in area, per la testa di Ibrahimovic ma, la retroguardia nerazzurra si difende con ordine e, porta a casa tre punti fondamentali. Con questo risultato l’Inter sale al quinto posto a -6 dalla vetta, il Milan,invece,  resta a 37 punti, a una sola lunghezza dalla Juve capolista.

“E’ un messaggio che diamo a noi stessi. Possiamo lottare per il vertice. Ci serviva una vittoria cosi importante”, dice Milito, match-winner al 54′ con un gran diagonale dopo un errore di Abate.

Derby amaro per i rossoneri e per Allegri. L’unica buona notizia è il pari della Juve, che resta a tiro. “Vincendo avremmo ipotecato il campionato”, afferma Galliani.

Pensava di poter festeggiare il rinnovo del contratto con una vittoria ma, è rimasto deluso dal risultato che, ha penalizzato la sua squadra al termine di una buona prestazione. Queste sono le parole di Allegri alla fine della gara: “Mi aspettavo che l’Inter potesse essere pericolosa nelle ripartenze. Dovevamo essere più lucidi negli ultimi 30 metri. Pato mi è piaciuto”.

Vittoria agrodolce per Ranieri che può festeggiare la sesta vittoria consecutiva della sua squadra che, riapre il campionato e rilancia le ambizioni scudetto.  “Prova accorta e diligente. Scudetto? Ora vediamo la zona Champions, un passo alla volta. Intanto riassaporiamo il dolce.Tevez? Mai dire mai”. Poi si sofferma sulle parole rilasciate alla vigilia del derby: “Io avevo detto che, mi sarebbe piaciuto vincere questa gara, per rendere la partita di ritorno più spettacolare, con la speranza di arrivare a quell’appuntamento magari molto più vicini in classifica”.

Milan – Inter 0-1
Marcatori: 54′ Milito ( I)
Ammoniti: Boateng (M), Nesta (M), Thiago Motta ( I), El Shaarawy (M)
Espulsi: nessuno

Formazioni:

Milan (4-3-1-2)                                                     Inter (4-4-2)

Abbiati                                                                  Julio Cesar
Abate                                                                     Nagatomo
Nesta                                                                     Samuel
Thiago Silva                                                          Lucio
Zambrotta                                                              Maicon
Van Bommel                                                         J.Zanetti
Nocerino                                                               Thiago Motta
Boateng                                                                 Cambiasso
Emanuelson                                                           Alvarez
Pato                                                                        Pazzini
Ibrahimovic                                                            Milito

All. Allegri                                                             All. Ranieri

Armin Sefiu   

16 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook