Il baby Callejon trascina il Real. Il Barca risponde con un poker e la doppietta del neo pallone d’oro Messi. Ko il Valencia

I merengues soffrono più del previsto con il Maiorca, a cui viene annullato un gol regolare,poi, rimontano nel secondo tempo con Higuain e Callejon tenendo a distanza il Barca . I blaugrana si fanno rimontare due gol ,poi, nel giorno di Messi (fresco pallone d’oro) chiudono la gara. Brutto tonfo del Valencia che cade in casa con il Real Sociedad.  

Non sbaglia un colpo la squadra di Mourinho che,continua la sua marcia trionfale e batte in rimonta il Maiorca. Grandi recriminazioni da parte dei padroni di casa che , si vedono annullare un gol ingiustamente (fuorigioco inesistente) sul risultato di 1-0. Lo special one per il match di Palma di Maiorca lascia in panchina Higuain e affida l’attacco a Benzema e ritrova in difesa Arbeloa e Pepe assenti nella gara con il Granada.

Buon ritmo di gara delle due squadre.Prima occasione per il Maiorca. Victor, al 10′, prova a mettere di tacco una palla di Hemed,la palla finisce fuori non di molto. Il Real Madrid è un po’ contratto e soffre il buon ritmo di partenza dei padroni di casa.  Gli uomini di Caparris riescono a ripartire bene senza graffiare in fase offensiva,rischiano poco dietro. Al 28′ con tre passaggi i padroni di casa arrivano in porta con Hemed che poi pressato da Ramos fallisce la conclusione a tu per tu con Casillas. Al 37′ Benzema prova con il destro, para Aouate. Al 39′ vantaggio del Maiorca. Il 24 enne israeliano Hemed  spizzica di testa un cross, torsione favolosa e la palla s’insacca oltre a Casillas. Il Maiorca continua ad attaccare , il Real è costretto a difendersi. Nel finale di tempo arriva, però, la risposta dei merengues. Grande schema del Real, il solito: Alonso in mezzo verso Ramos che stacca trovando il palo. Un Maiorca eroico chiude il primo tempo in vantaggio approffitando della serata no degli uomini di Mourinho.

Nella ripresa Real più grintoso, il Maiorca si difende con ordine. La prima azione pericolosa arriva al 58′ quando un episodio chiave cambia il film della partita. Grande contropiede del Maiorca che si trova il raddoppio annullato dal direttore di gara per una posizione irregolare di Victor. In realtà l’attaccante maiorchino è dietro la linea di centrocampo, tenuto in gioco da un giocatore dei blancos. Il Real scampato il pericolo tenta il tutto per tutto ma apparentemente è privo di idee. Al 68′ Pereira prova il tiro, deviazione che costringe Casillas al grande intervento. Al 71′ il Real prova con Kakà,il suo tiro è respinto in corner. Un minuto dopo grande verticalizzazione di Ozil che trova Higuain,tiro a colpo sicuro,deviazione di Tissone che beffa Aouate. Al 74′ siluro di C.Ronaldo che si stampa sulla traversa. Gli sforzi del primo tempo  si fanno sentire sulle gambe del Miorca che va in difficoltà. All’ 84′ i merengues trovano il sorpasso. Ci provano prima Higuain,poi Benzema, Aouate risponde bene ma poi la palla finisce su Callejon che non perdona. Finisce la gara, il Real vince in rimonta e resta a +5 sul Barca.

Il Barcellona prova a riscattare il pareggio nel derby con l’Espanyol e per farlo si affida al fortino Camp Nou (nessun gol subito nelle gare interne). Dall’ altra parte arriva un Betis in salute,reduce da tre vittorie consecutive in campionato. Il Barca deve fare a meno di Keita, selezionato per la coppa d’Africa oltre che degli infortunati Pedro e il lungodegente Villa. Nel Betis, assente Benat per squalifica, Mel deve rinunciare a Maya e Vadillo infortunati.

Atteggiamento ultraoffensivo quello scelto da Guardiola che rinuncia a Dani Alves per inserire il giovane Cuenca in avanti. Nel Betis Mel punta su Montero dal 1′ in coppia con Ruben Castro,fuori Santa Cruz. Prima del match serata speciale al Camp Nou: a bordo campo vengono esposti i trofei  del Pallone d’Oro e del Mondiale per Club.

Partenza fulminea degli ospiti. All 8′ lancio di Sevilla per Molina a tu per tu, Valdes chiude lo specchio. Sugli sviluppi del corner ,colpo di testa di Dorado, intervento provvidenziale del portiere blaugrana sul primo palo. Passato il pericolo il Barcellona trova il vantaggio. Profondità di Sanchez per Fabregas, mancino ad incrociare che colpisce in pieno il palo, sulla ribattuta si fionda Xavi che di piatto segna il gol dell’ 1-0. Due minuti dopo arriva il raddoppio catalano: assist di Sanchez per Messi che a centro area non sbaglia. Il Barca sembra padrone della partita,il Betis appare demoralizzato. Al 32′ gli andalusi, però, trovano la zampata vincente con Castro. Molina mette in mezzo per l’attaccante del Betis che, sul filo del fuorigioco, trova il piattone vincente. Ora la squadra di Mel prende coraggio e impegna Valdes al 39′ con un tiro dal limite di Jefferson, deviato in angolo. Si chiude il primo tempo con il Barca avanti 2-1.

Ripresa subito nel segno del Betis. Al 53′ Molina appoggia al limite dell’area per Santa Cruz, controllo e destro secco dal limite che fulmina Valdes. È 2-2 al Cam Nou. Un minuto dopo Abidal serve in mezzo per Messi che prova il sinistro,blocca a terra Barriaga. Il Barca attacca a testa bassa e si rende pericoloso al 66′ con Sanchez che viene chiuso in uscita dal portiere andaluso. La resistenza degli ospiti dura fino al minuto 77 quando, Xavi serve una grande palla a Sanchez,controllo in area del cileno e destro a fil di palo che non lascia scampo a Barriaga. Il Betis perde la testa e rimane in dieci per l’espulsione di Mario. La squadra di Guardiola chiude la gara all’ 85′. Tocco di mano di Dorado in area,l’arbitro indica il dischetto, va Messi che spiazza Barriaga. Ultmo sussulto arriva al 91′ : conclusione mancina in piena area di Castro, con i piedi respinge Valdes. Il Barca ottiene la prima vittoria del 2012 e torna cosi a -5 dalla vetta.

Cade il Valencia che perde in casa con il Real Sociedad. La squadra di Emery inizia male il nuovo anno, cade tra le prorpia mura contro un avversario non irresistibile e si allontana dalla vetta. Eppure i padroni di casa erano partiti molto bene, creando delle buone occasioni con Aduriz (traversa al 16′) ed Hernandez. Nella prima parte di secondo tempo succede poco  fino al gol ospite che arriva al 55′ con Griezmann. Il Valencia tenta la rimonta ma si deve arrendere alle parate di Bravo che, chiude ogni varco e, regala alla sua squadra una vittoria che ,vale oro in chiave salvezza.  

Comincia nel migliore dei modi l’avventura di Simeone sulla panchina dell’Atletico Madrid. I Colchoneros, infatti, dopo aver strappato un prezioso 0-0 sul campo del Malaga, battono con un secco 3-0 il Villarreal. Apre le marcature Falcao al 40′, il raddoppio arriva su rigore con lo stesso attaccante colombiano al 52′, poi, arriva il tris di Diego all’80’.  Si complica la situazione del Villarreal che, con l’avvento sulla panchina di Molina, non è ancora riuscito a cambiare rotta racimulando un solo punto in due partite. La classifica resta deficitaria con i canarini che scendono in penultima posizione.

Dopo tre sconfitte torna a fare punti il Siviglia che pareggia 0-0 in casa con l’Espanyol. In fondo alla classifica importante vittoria del Santander che batte in trasferta l’Osasuna per 2-0. Decide una doppietta di Stuani al 38′ del primo tempo e al 71′ della ripresa. Bene l’Athletic Bilbao che serve il tris al Levante,quarto, e fa un bel balzo in classifica. I leoni partono subito forte e vanno in vantaggio con Amorebieta all’ 11′. Il raddoppio arriva al 41′ con l’attaccante Llorente. Nella ripresa la squadra di Bielsa chiude i conti con San Jose al 90′. Cade il Malaga in casa del Gijon. Apre le marcature Galvez al 36′,pareggio di Van Nistelrooy all’ 88′ poi ,arriva la doccia gelata con il gol di Trejo al 91′. Lo Sporting sale in terzultima posizione scavalcando il Villarreal.

           Squadra                 PG  V   N    P    reti             Punti

1.

Real Madrid

18

15

1

2

63:17

46

2.

Barcellona

18

12

5

1

55:11

41

3.

Valencia

18

10

4

4

28:19

34

4.

Levante

18

9

3

6

25:22

30

5.

Ath. Bilbao

18

6

8

4

26:19

26

6.

Osasuna

18

6

8

4

21:30

26

7.

Siviglia

18

6

7

5

19:19

25

8.

Malaga

18

7

4

7

21:24

25

9.

Espanyol

18

7

4

7

18:21

25

10.

Atl. Madrid

18

6

5

7

26:27

23

11.

Betis

18

7

1

10

21:26

22

12.

Vallecano

18

6

4

8

21:27

22

13.

Getafe

18

5

6

7

18:24

21

14.

Real Sociedad

18

5

6

7

17:23

21

15.

Santander

18

4

8

6

14:21

20

16.

Maiorca

18

4

7

7

16:24

19

17.

Granada

18

5

4

9

12:23

19

18.

Gijon

18

5

3

10

18:30

18

19.

Villarreal

18

3

7

8

15:28

16

20.

Saragozza

18

2

5

11

14:33

11

Siviglia – Espanyol 0-0
Saragozza – Getafe 1-1
Granada – Vallecano  1-2
Maiorca – Real Madrid  1-2
Valencia – Real Sociedad   0-1
Atl. Madrid – Villarreal   3-0
Osasuna – Santander   0-2
Ath. Bilbao – Levante  3-0
Gijon – Malaga  2-1
Barcellona – Betis  4-2

Armin Sefiu

16 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook