Il Palermo ferma l’Inter, 1-1 al “Barbera”

Il Palermo ferma l’Inter, 1-1 al “Barbera”

Nel posticipo della terza di campionato l’Inter non va oltre l’1-1 sul campo del Palermo. Rosanero subito in vantaggio, il pareggio di Kovacic arriva in chiusura di primo tempo mentre nella ripresa permane l’equilibrio e le due squadre si spartiscono la posta in palio. Mazzarri recupera Vidic e Kovacic preferendo Guarin ad Hernanes, Iachini schiera un 3-5-1-1 con Vazquez in appoggio a Dybala.

Subito Palermo – Ai padroni di casa bastano tre minuti per sbloccare il match: Vidic combina un pasticcio, Vazquez intercetta il retropassaggio del serbo e beffa Handanovic. I nerazzurri accusano il colpo improvviso ma non riescono a rispondere. Lenta e prevedibile la manovra degli uomini di Mazzarri sbatte su un Palermo tonico e in costante pressing. Lo sterile possesso palla dell’Inter non produce nulla fino al minuto 41 quando Kovacic, con un lampo, trova la rete grazie ad un destro preciso che supera Sorrentino. Il pari rivitalizza i nerazzurri che siglano anche il 2-1 con Vidic ma l’assistente annulla per un fuorigioco attivo di Osvaldo.

Pareggio giusto – La ripresa vede la formazione ospite partire con più intraprendenza, arriva puntuale il timbro di Icardi sugli sviluppi di un calcio di punizione ma ancora la bandierina dell’assistente vanifica la gioia dell’argentino. Mazzarri passa alla difesa a quattro inserendo Hernanes per Juan Jesus ma il copione del match non cambia: l’Inter fatica, non trova profondità e il duo offensivo non è mai servito in maniera opportuna. Con il passare dei minuti il Palermo ritrova energie e i siciliani sfiorano il raddoppio in due occasioni. Prima la traversa salva Handanovic su un tiro di Vazquez, subito dopo sempre l’autore del gol non inquadra la porta da posizione invitante. A dieci minuti dalla fine Mazzarri si gioca la carta Palacio con il tridente pesante ma la mossa non sortisce nessun effetto se non un colpo di testa al 94’ di Osvaldo sul quale Sorrentino sfodera la parata della domenica.

Finisce in parità, risultato giusto per quanto mostrato dalle due squadre, meglio sicuramente il Palermo per brillantezza e intensità, passo indietro invece per l’Inter che replica un pessimo primo tempo proprio come nella trasferta di Torino e in quella europea di Kiev.

Meritano 2duerighe 

Dybala: il giovane argentino fa reparto da solo, combatte su ogni pallone e seppur poco assistito riesce a tenere in apprensione la difesa interista.

 

Guarin: Mazzarri lo conferma titolare dopo Kiev ma il colombiano disputa una partita incolore, tanti errori e troppa confusione, aspetti noti che ritornano puntuali.

 

Tabellino

 

PALERMO – INTER 1-1

 

PALERMO (3-5-1-1): Sorrentino, Andelkovic, Terzi, Feddal, Morganella, Bolzoni (65’ Belotti), Rigoni, Barreto, Lazaar (74’ Daprelà), Vazquez (83’ Quaison). Dybala.

All.: Iachini.

INTER (3-5-2): Handanovic, Ranocchia, Vidic, Juan Jesus (65’ Hernanes), D’Ambrosio (56’ Dodò), Guarin, Medel, Kovacic (79’ Palacio), Nagatomo, Osvaldo, Icardi.

All.: Mazzarri.

 

Arbitro: Valeri (RM).

Marcatori: 3′ Vazquez (P), 42′ Kovacic (I).

Ammoniti: Rigoni, Morganella (P), Juan Jesus, Medel, Ranocchia, Dodò (I).

 

 

Matteo Ciofi

 

21 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook