Europa League: D’Ambrosio regala all’Inter la vittoria sul Dnipro

Europa League: D’Ambrosio regala all’Inter la vittoria sul Dnipro

Una grande giocata di Danilo D’Ambrosio permette all’Inter di sbancare Kiev e conquistare i primi tre punti nel girone F di Europa League. Partita equilibrata nella prima frazione e senza particolari occasioni, nella ripresa gli uomini di Mazzarri prendono in mano il centrocampo e dominano ottenendo un meritato successo. Il tecnico nerazzurro non rischia Kovacic e torna al 3-5-1-1 con Guarin in appoggio a Icardi, l’allenatore del Dnipro schiera un 4-2-3-1 affidando le chiavi della squadra a Rotan e Konoplyanka.

Nessuna occasione da rete – Nemmeno trenta secondi e Handanovic è chiamato subito al primo intervento: tiro improvviso di Konoplyanka e il portiere respinge. I padroni di casa cercano di fare la gara, l’Inter contiene senza problemi le avanzate ucraine ma fatica terribilmente a essere pericolosa. Dodò spinge meno del solito, Hernanes non accende la luce e Guarin non riesce a supportare costantemente Icardi, l’unica occasione interista arriva così al 37’ con Kuzmanovic che di testa non inquadra la porta su cross di D’Ambrosio. Sul finale di tempo l’Inter reclama una punizione dal limite e un rigore ma l’arbitro Zwayer non concede niente.

Nerazzurri padroni del campo – Buona partenza per l’Inter nella seconda frazione, al 50’ Guarin di testa non trova lo specchio della porta sciupando un’ottima chance. I nerazzurri insistono, il Dnipro abbassa il baricentro e al 56’ Boyko compie un miracolo su D’Ambrosio prima di ripetersi sulla ribattuta di Icardi salvando clamorosamente il risultato. Mazzarri inserisce Osvaldo per Kuzmanovic, l’Inter passa a due punte ma rischia di capitolare su una pennellata di destro del solito Konoplyanka che sfiora il palo lungo. Al 68’ il direttore di gara espelle per doppia ammonizione Rotan, provvedimento esagerato considerando il fallo commesso dal giocatore del Dnipro. Il match cambia, gli ucraini si difendono e i nerazzurri trovano l’affondo vincente. Al minuto 71 D’Ambrosio lavora un gran pallone in area, salta il marcatore con un tunnel e batte a rete superando Boyko per il vantaggio interista.

Gli uomini di Mazzarri continuano a spingere e a controllare il gioco, Jonathan rileva Hernanes ma soprattutto Handanovic trascorre un secondo tempo senza pericoli. L’ultima occasione degna di nota è un tiro dalla distanza di Guarin all’89’ che finisce a lato. Vince l’Inter, positivo l’esordio per i nerazzurri che conquistano i tre punti e balzano subito in testa al girone complice lo 0-0 fra Qarabag e Saint Etienne.

 

D’Ambrosio: secondo gol europeo per l’ex giocatore granata. Spinge e corre molto di più nella ripresa, fallisce un gol ma si riscatta decidendo il match.

 

Zwayer: direzione discutibile dell’arbitro tedesco. Nel primo tempo sbaglia clamorosamente delle decisioni mentre nella seconda frazione espelle ingiustamente Rotan.

 

Tabellino

 

DNIPRO – INTER 0-1

 

DNIPRO (4-2-3-1): Boyko, Fedetskiy, Mazuch, Douglas, Strinic, Kankava, Rotan, Bruno Gama, Kravhcenko (67’ Shakhov, 74’ Lukchevych), Konoplyanka, Zozulya (79’ Kalinic).

All.: Markevich.

 

INTER (3-5-1-1): Handanovic, Campagnaro, Vidic, Juan Jesus, D’Ambrosio, Hernanes (76’ Jonathan), M’Vila, Kuzmanovic (62’ Osvaldo), Dodò, Guarin, Icardi.

All.: Mazzarri.

 

Arbitro: Zwayer (Germania).

 

Marcatori: D’Ambrosio 71’

 

Ammoniti Zozulya (D), Kuzmanovic (I), Strinic (D).

 

Espulso: Rotan (D).

 

Matteo Ciofi

18 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook