La Lazio vince e convince, Tris al Cesena

La Lazio vince e convince, Tris al Cesena

foto articolo LAZIO- cesenaLa Lazio vince la sua prima partita davanti al proprio pubblico che risponde presente agli appelli dell’allenatore Pioli, l’Olimpico si riempie come da tanto non si vedeva. Contro un Cesena troppo passivo e remissivo, i biancocelesti forniscono una prestazione convincente. Stupiscono i nuovi acquisti  Braafheid, Gentiletti e Parolo. Primi tre punti per i padroni di casa.

Sempre Candreva. La Lazio controlla il match sin dai primi secondi, costringendo il Cesena a giocare nella propria metà campo. Pressing aggressivo e alto per i padroni di casa che gestiscono il possesso palla pur non creando pericolose occasioni da gol. Il più motivato e in forma è il solito Candreva che corre sulla sua fascia e si rende pericoloso con le sue conclusioni da fuori. La partita si sblocca proprio con un gol del numero 87 che raccoglie un delizioso cross da parte di Braafheid e conclude, al volo, con il destro mandando la sfera sotto le gambe dell’estremo difensore. Esplode l’Olimpico. La partita non cambia di vivacità. I padroni di casa mantengono il pallino del gioco e non soffrono contro un avversario passivo e impaurito. In difesa spadroneggia Gentiletti che strappa applausi per i suoi interventi in anticipo ai danni degli attacanti avversari. Nel finale di primo tempo brivido Cesena che non sfrutta un cross in area per posizione di fuorigioco.

La Lazio dilaga. Bisoli prova a mischiare le carte in campo inserendo due innesti ma la trama del gioco la cuce ancora la squadra di Pioli. Candreva duetta molto bene con Basta, è proprio dalla loro fascia che nascono le azioni più pericolose. I biancocelesti sfiorano il raddoppio con una bellissima giocata sulla destra, ne scaturisce un cross al centro area dove Keita svirgola la conclusione, la sfera arriva tra i piedi di Lulic che spara in alto. Il raddoppio si concretizza qualche minuto dopo con un colpo di testa preciso di Parolo che, sul secondo palo, insacca la sfera nell’angolo opposto. Corsa sotto la curva nord e risultato in cassaforte. Nel finale spazio per Anderson, Klose  e Mauri, proprio su questa asse si costruisce l’azione del definitivo 3-0: Anderson vede e premia l’inserimento in profondità di Klose che entra in area, sterza e serve la sfera a Mauri che insacca con un tiro a incrociare. Finisce tra gli applausi la prima stagionale in casa.

Meritano 2duerighe:

Candreva. Corre dal primo all’ultimo minuto, dai suoi piedi si concretizzano le azioni più pericolose, trascinatore e mattatore di questa Lazio, inizia la stagione come l’aveva chiusa: segnando.

Bisoli. Il mister del Cesena si scatena come una furia in panchina ma non riesce a trasmettere la sua rabbia ai giocatori che in campo non mostrano cattiveria e non si rendono mai pericolosi.

Tabellino

LAZIO-CESENA 3-0

LAZIO (4-3-3): Berisha, Basta, Gentiletti, De Vrij, Braafheid, Parolo, Biglia, Lulic (70’ Mauri), Candreva, Djordjevic (60’ Klose), Keita (87’ Anderson). All. Pioli.

CESENA (4-3-1-2): Leali, Capelli, Volta, Lucchini, Renzetti (65’ Giorgi), De Feudis (46’ Mazzotta), Coppola, Cascione, Brienza, Marilungo, Rodriguez (46’ Djuric). All. Bisoli.

Arbitro: M. Irrati (sez. Pistoia)

Marcatori: 19’ Candreva (L), 56’ Parolo (L), 90’ Mauri (L)

Ammoniti: Lucchini (C), Parolo (L), Biglia (L), Braafheid (L)

Damiano Rossi (Frascati)

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook