L’Inter non decolla: 0-0 con il Toro

L’Inter non decolla: 0-0 con il Toro

Una brutta Inter pareggia 0-0 a Torino nella giornata d’apertura della nuova stagione. Primo tempo avaro di occasioni, escludendo il rigore generoso fischiato ai granata, ripresa con squadre più stanche e lunghe ma senza particolari emozioni. Il pari, senza dubbio, è il risultato più giusto per quanto visto durante i 90 minuti dell’Olimpico.

Mazzarri riparte dal 3-4-2-1, lancia subito Medel in mediana, difesa in mano a Vidic e Icardi unica punta con Hernanes e Kovacic a supporto dell’argentino. Ventura invece senza Cerci, ormai nuovo acquisto dell’Atletico Madrid, schiera un 3-5-2 con Quagliarella e Larrondo in attacco.

Un rigore e niente più – Inizio di gara con entrambe le squadre che cercano di fare la partita, il possesso palla nerazzurro è sterile, più pericolose sembrano invece le ripartenze dei padroni casa. Al 19’ primo episodio: Quagliarella viene trattenuto da Vidic per un braccio, il contatto sembra essere tutt’altro che violento ma Doveri non ha dubbi e assegna il rigore. Dal dischetto Larrondo è ipnotizzato da Handanovic che sbarra la strada al granata. La gara procede a strappi, l’Inter fatica moltissimo ad andare in profondità, mentre la squadra di Ventura non trova mai lo spunto decisivo nei 16 metri finali.

Un’occasione a testa – Nessun cambio nell’intervallo, l’Inter riparte con maggior convinzione ma Padelli rimane inoperoso. Al 50’ Hernanes lancia in profondità Icardi che sciupa tutto con un pessimo controllo di palla. Mazzarri inserisce Osvaldo per M’Vila ma i nerazzurri non riescono ad essere più incisivi. Tre minuti più tardi Quagliarella raccoglie in area la torre di Larrondo ma il destro al volo sfiora il palo. Al minuto 68 la grande chance per sbloccare il match è sui piedi proprio di Osvaldo ma Padelli in uscita salva, sulla respinta Gazzi si immola e toglie il pallone dai piedi dell’accorrente Medel.

Mazzarri cambia gli esterni, Nagatomo e D’Ambrosio rilevano Jonathan e Dodò ma l’andamento della gara non cambia, ci prova Hernanes da fuori con Padelli attento nel deviare in corner al 90’. L’ultimo episodio è a tempo quasi scaduto quando Doveri espelle Vidic per un applauso sbagliando completamente l’interpretazione del gesto del serbo.

Finisce 0-0, un punto a testa, poco spettacolo e netta impressione che per entrambe le squadre ci sia ancora parecchio da lavorare.

 

Meritano 2duerighe

 

Gazzi: partita di cuore e spessore, sempre nel vivo del centrocampo. Provvidenziale il suo salvataggio su Medel nella ripresa.

 

Doveri: fischia un rigore oggettivamente difficile da assegnare, gestisce male i cartellini gialli e sbaglia la decisione finale su Vidic, mal interpretando l’applauso del difensore per niente ironico.

 

Tabellino

 

TORINO – INTER 0-0

 

Torino (3-5-2): Padelli, Bovo, Glik, Moretti, Maksimovic (71’ Molinaro), El Kaddouri (55’ Sanchez Mino), Gazzi, Nocerino, Darmian, Larrondo, Quagliarella.

All.: Ventura.

 

Inter (3-4-2-1): Handanovic, Ranocchia, Vidic, Juan Jesus, Jonathan (85’ Nagatomo), M’Vila (56’ Osvaldo), Medel, Dodò (80’ D’Ambrosio), Hernanes, Kovacic, Icardi.

All.: Mazzarri.

 

Ammoniti: Maksimovic (T), Hernanes (I).

Espulso: Vidic (I).

Arbitro: Doveri (Roma).

 

Matteo Ciofi

31 agosto 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook