Amichevoli: l’Inter supera la Roma 2-0

Amichevoli: l’Inter supera la Roma 2-0

Al “Lincoln Financial Field” di Philadelphia l’Inter batte la Roma per 2-0 nella terza gara della Guinness International Champions Cup con le reti di Vidic e Nagatomo. Un gol per tempo e i nerazzurri vanno a sei punti nel girone in attesa del risultato di Manchester United – Real Madrid che potrebbe permettere alla squadra di Mazzarri di guadagnare la finale del torneo in caso di successo dei Blancos.

Garcia conferma Skorupski in porta dal primo minuto, lancia Astori al centro della difesa con Castan, mentre in avanti si affida al giovane tridente composto da Ljajic, Destro e Iturbe.

Mazzarri risponde con il suo 3-5-2: Andreolli rileva Ranocchia, Jonathan sempre a centrocampo come intermedio e in attacco Botta-Icardi.

La Roma perde subito Castan per un problema muscolare, l’Inter cerca di fare la gara e la prima conclusione arriva con un destro potente al volo di Kuzmanovic bloccato dal portiere. I giallorossi si fanno vedere per la prima volta con un tiro dalla distanza di Iturbe che non impensierisce Handanovic. I nerazzurri manovrano e cercano costantemente gli esterni anche se Icardi è poco rifornito mentre Botta è spesso evanescente, la Roma soffre l’aggressività dell’Inter soprattutto a metà campo e non riesce mai a costruire gioco. Nainggolan prova un destro da fuori al 37’ ma Handanovic para in due tempi. La gara si sblocca al 46’ sugli sviluppi di una punizione, Dodò trova la testa di Vidic che brucia Benatia e insacca.

La ripresa inizia con una Roma subito pericolosa: Florenzi imbecca Destro al centro dell’area ma l’attaccante si divora il pari con un colpo di testa fuori misura. Al 60’ Garcia cambia e inserisce Totti, Keita, Cole e Ucan, poco dopo Mazzarri mette dentro Carrizo, Kovacic, Laxalt, D’Ambrosio, Guarin e Krhin.

Al 68’ arriva il raddoppio dell’Inter, D’Ambrosio lavora un buon pallone sulla sinistra e crossa, Astori tocca il pallone, la deviazione favorisce Nagatomo completamente libero che prende la mira e con un destro insacca sotto la traversa.

La palla-gol per riaprire il match capita al minuto 84 sui piedi di Sanabria ma Carrizo è bravo a ipnotizzare il romanista salvando il risultato.

Vince meritatamente l’Inter più brillante e aggressiva, buone indicazioni per Mazzarri in particolare da parte di Dodò, Vidic e Nagatomo; per la squadra di Garcia un piccolo passo indietro rispetto alla sfida contro il Real.

Matteo Ciofi

2 agosto 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook