I centrali mandano il Brasile in semifinale. Colombia battuta 2-1

I centrali mandano il Brasile in semifinale. Colombia battuta 2-1
I due centrali di difesa esultano per la semifinale raggiunta

foto articolo Brasile ColombiaA Fortaleza si affrontano i padroni di casa del Brasile e la rivelazione Colombia. La partita è entusiasmante e propone una notevole quantità di occasioni. Il Brasile, rispetto alle altre gara, è molto determinato e cinico e spezza gli equilibri del match dopo soli sette minuti approfittando di una disattenzione difensiva avversaria. La Colombia ci mette tempo prima di carburare e mettere paura ai verdeoro, ma quando decide di accelerare è devastante, imprecisioni e fuorigioco le impediscono di raggiungere il pari, ma non le negano l’opportunità di mettere paura ai carioca che, nel finale, vengono schiacciati nella propria trequarti. Vince il Brasile che affronterà la Germania.

Grinta brasiliana– Il primo tempo regala molte emozioni. I padroni di casa dimostrano di aver superato i limiti psicologici che li avevano messi in serie difficoltà nella gara contro il Cile. Neymar e compagni praticano un grande calcio fatto di intensità e classe, la Colombia sembra impaurita e subisce lo svantaggio su una distrazione difensiva. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Sanchez sbaglia il tempo di marcatura sul capitano brasiliano Thiago Silva che di ginocchio insacca per la gioia dei tifosi sugli spalti. La Colombia tenta di reagire con una conclusione velenosa di Cuadrado, deviata in angolo dall’estremo difensore verdeoro. Il Match si accende con un susseguirsi di occasioni da una parte e dall’altra. Il Brasile sfiora il raddoppio con una giocata sulla sinistra di Hulk che in progressione entra in area e serve la sfera al centro, deviata in angolo da Armero.  La Colombia risponde con un contropiede velocissimo dettato da Rodriguez che innesca la superiorità numerica in attacco, Cuadrado non sfrutta la ghiotta occasione. L’intensità della gara diminuisce nei minuti finali.

Emozioni continue– Il secondo tempo riparte con ritmi blandi e privo di occasioni, il Brasile riesce, senza troppo soffrire, la gestione del vantaggio con una circolazione palla sterile ma funzionale. I brividi non tardano ad arrivare. La Colombia trova la rete del pareggio con Yepes, in seguito agli sviluppi di un croos, la rete viene annullata per fuorigioco destando le vivaci proteste degli uomini in casacca rossa. La rabbia della Colombia aumenta al minuto 70: punizione da notevole distanza battuta da Luiz che lascia partire un destro preciso e violento che si insacca alle spalle di Ospina. Tripudio verdeoro. La partita si infiamma nei minuti finali. Gli ospiti non ci stanno a perdere e riversano tutta la loro fisicità in attacco, al 79’ Julio Cesar stende Bacca, per l’arbitro è rigore, dal dischetto si presenta Rodriguez che spiazza l’estremo difensore carioca. Gli ultimi minuti sono di una intensità notevole con il Brasile che soffre e la Colombia che tenta con tutte le forze. Non basta, vince il Brasile.

Meritano 2duerighe

Thiago Silva. Il capitano sblocca la partita alla prima occasione ed erige un muro davanti a Julio Cesar. Non passa nessuno e l’unica pecca della gara è il giallo che gli impedisce di disputare la semifinale contro la Germania.

Cuadrado. La partita decisiva la sbaglia, non riesce ad essere decisivo sulla fascia, imbrigliato da Marcelo che lo pedina a vista. La squadra risente delle sue mancate giocate e nei minuti finali viene sostituito.

Tabellino

Brasile (4-2-3-1)

Julio Cesar, Maicon, Silva, Luiz, Marcelo, Paulinho(85’ Hernanes), Fernandinho, Hulk(82’ Ramires), Neymar(87’ Henrique), Oscar, Fred. All. Scolari.

Colombia (4-4-2)

Ospina, Zuniga, Zapata, Yepes, Armero, Cuadrado (80’ Quintero), Guarin, Sanchez, Ibarbo (46’ Ramos), Rodriguez, Gutierrez (70’ Bacca). All. Pekerman

Arbitro: Velasco (Spagna)

Marcatori: 7’ Thiago Silva (B), 69’ David Luiz (B), 79’ rig. Rodriguez (C)

Ammoniti: Thiago Silva (B), Rodriguez (C), Yepes (B), J.Cesar (B)

Damiano Rossi (Frascati)

5 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook