Ai tedeschi basta un goal: Germania prima semifinalista, Francia eliminata

Ai tedeschi basta un goal: Germania prima semifinalista, Francia eliminata
Hummels, autore del goal decisivo

Hummels, autore del goal decisivo
Hummels, autore del goal decisivo

Nel tempio calcistico del Maracanà, Rio de Janeiro, arriva, nel momento meno auspicabile, la prima sconfitta in un mondiale per Didier Deschamps, fino a ieri ancora imbattuto da giocatore e da allenatore nelle competizioni internazionali affrontate. La sua Francia soccombe per 1 a 0 (goal di Hummels nel primo tempo) contro una Germania non brillante, ma capace di far valere la propria superiorità fisica e, a vantaggio sopraggiunto, la consueta abilità di gestione ordinata della sfera. Una sconfitta di misura che rispecchia la gara in equilibrio disputata dalle due formazioni, evidenziando, però, i limiti e la minore esperienza della compagine transalpina. La sterilità offensiva dei “galletti”, unita alle impeccabili prestazioni di Neur e Hummels, schiude ai tedeschi la porta del passaggio alle semifinali (per la quarta volta consecutiva: record), che conosceranno la seconda sfidante al termine del confronto odierno tra Brasile e Colombia.

 

Decide il colpo del gigante tedesco – Meglio la Germania nelle primissime battute, ma è Benzema il primo a scuotere la rete avversaria, dalla parte esterna, con un destro di prima intenzione al 7’ che lambisce il palo e si perde sul fondo. Tuttavia sono gli uomini di Low a trovare il vantaggio appena 5 minuti dopo: sulla precisa punizione di Kroos dalla trequarti (ottimo il suo inizio di gara), tocca di testa Hummels, correggendo la traiettoria del traversone con una grande torsione e insaccando alla sinistra di Lloris. Subito 0-1 e seconda rete del torneo per l’imponente difensore centrale, incontenibile nella sua ennesima dimostrazione di strapotenza fisica. È il goal che congela l’incontro, fornendo alla Germania l’opportunità di sfruttare le sue qualità di possesso palla, utili a rallentare notevolmente i ritmi di gioco. Ciononostante non mancano ghiotte occasioni per il pareggio dei transalpini. La più eclatante è quella del minuto 34, quando, sullo spunto in area di Valbuena, Nuer è attento a rispondere in tuffo da distanza ravvicinata, respingendo sui piedi di Benzema, non reattivo abbastanza da ribadire prontamente verso la porta sguarnita. A dispetto dell’elevato dinamismo proprio del numero 10 francese, la prima frazione si chiude con il parziale invariato.

La Francia fa poco, la Germania non sbaglia nulla – Alla ripresa delle ostilità è ancora la rigorosa amministrazione dell’undici tedesco a costituire il leitmotiv del confronto. La superiorità atletica della Germania si trasforma in una montagna mastodontica che la Francia può tentare di aggirare soltanto in rapidità, approfittando del proprio potenziale tecnico offensivo. L’intelligenza tattica di Lahm e compagni è tuttavia tale da non concedere spazi ai velocisti biancoblù, imbrigliati tra reparti sempre vicini in fase difensiva. Quando il cronometro scocca la metà del secondo tempo, tentativi d’attacco seriamente temibili da parte della squadra di Deschamps sembrano lontani dal farsi registrare. Bisognerà attendere il minuto 77 per assistere a una parata del numero 1 tedesco, ben posizionato sul tiro dalla linea di fondo di Matuidi. Dall’altra parte replica Schurrle, all’82, che fallisce clamorosamente il match-point sparando un rigore in movimento sui piedi di Lloris. L’errore sottoporta non provocherà comunque rimpianti all’attaccante in forza al Chelsea: sull’ultima opportunità a tempo scaduto per Benzema, sarà nuovamente la mano aperta di Neur a negare l’accesso, decretando ufficialmente la prima semifinalista di Brasile 2014.

 

Meritano 2duerighe

Hummels: Segna e non fa segnare. La colonna portante della difesa tedesca si esibisce in una prova praticamente perfetta. Sigla il goal decisivo e rende vano ogni tentativo francese. Con Neur alle sue spalle, passare diventa un’impresa.

Pogba: Tra giovane promessa e aspettativa disattesa. Il talentuoso centrocampista biancoblù, meritatasi la conferma da titolare, sbaglia la prestazione più importante. Impalpabile e mai veramente in partita.

Tabellino:

FRANCIA-GERMANIA 0-1

Francia (4-3-3): Lloris, Debuchy, Varane, Sakho (72’ Koscielny), Evra, Pogba, Cabaye (73’ Remy), Matuidi, Valbuena (85’ Giroud), Benzema, Griezmann. Allenatore: Deschamps.

Germania (4-2-3-1): Neuer, Lahm, Boateng, Hummels, Höwedes, Khedira, Schweinsteiger, Müller, Kroos (92’ Kramer), Ozil (83’ Gotze), Klose (69’ Schurrle). Allenatore: Low.

Arbitro: Néstor Pitana (ARG).

Marcatori: 13’ Hummels (G).

Ammoniti: 54’ Khedira, 80’ Schweinsteiger (G).

Mattia Coletti
4 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook