La Germania soffre ma vince ai supplementari: Algeria piegata 2-1

La Germania soffre ma vince ai supplementari: Algeria piegata 2-1

germany-andre-schurrle-jerome-boatengA Porto Alegre la Germania fatica più del previsto e riesce a superare 2-1 l’Algeria solo dopo 120 minuti. Partita equilibrata, un’ottima Algeria mette in difficoltà i tedeschi nella prima frazione, mentre nella ripresa è il portiere M’Bolhi a tenere a galla i nordafricani. I supplementari si sbloccano con Schurrle, Ozil chiude i conti, a nulla serve la firma di Djabou. Senza Hummels al centro della difesa, Low sposta in mezzo Boateng inserendo Mustafi sulla destra; Halilhodzic invece opera cinque cambi rispetto al match con la Russia riproponendo un 4-2-3-1 con Slimani unica punta.

Sorprendente equilibrio – Un quarto d’ora di studio e Germania subito minacciosa con Schweinsteiger che da lontano prova un destro potente parato in due tempi dal portiere algerino. Un minuto dopo arriva il primo sussulto dei nordafricani con Feghouli che salta due avversari in area ma conclude male alzando troppo la mira da posizione defilata. Sempre l’Algeria si fa vedere al 18’ con una bella combinazione sulla fascia sinistra che permette a Ghoulam di andare in porta, il sinistro in corsa è impreciso e Neuer si salva.

La Germania prova a manovrare ma non incide mentre gli algerini corrono e coprono molto bene il campo cercando di colpire in contropiede; al 39’ Mostefa sfodera un destro potente sul quale interviene Boateng che per poco non beffa il portiere tedesco. La grande occasione per sbloccare il confronto arriva in chiusura di primo tempo: Kroos cerca la conclusione dalla distanza, M’Bolhi non respinge benissimo e sul pallone si avventa Gotze ma l’estremo difensore algerino salva tutto con il ginocchio.

M’Bolhi para tutto – Durante l’intervallo Low sostituisce Gotze con Schurrle e la Germania parte subito forte, Lahm impegna da fuori M’Bolhi bravo a deviare. I tedeschi prendono in mano la partita, l’Algeria si abbassa e si rende pericolosa solo con un sinistro a giro di Feghouli che termina a lato. Gli ultimi dieci minuti di partita sono un assedio della Germania: Muller imbecca Schweinsteiger che di testa conclude debolmente in porta, un minuto dopo il centravanti del Bayern raccoglie un traversone di Khedira ma M’Bolhi è attento e si oppone. Ancora Muller all’82’ riesce ad addomesticare un pallone in area senza trovare lo specchio della porta con un esterno impreciso, l’ultima occasione è sulla testa di Schweinsteiger ma il portiere algerino non si fa sorprendere mandando la sfida al supplementare.

Nemmeno due minuti e la Germania sblocca la gara con Schurrle che con un beffardo tacco sinistro manda in rete l’assist di Muller e porta avanti la squadra di Low. L’Algeria incassa il colpo ma riesce immediatamente a spingersi in avanti e sfiora il pari al minuto 102 con Mostefa che sugli sviluppi di un corner impatta di destro al volo sbagliando di poco la mira. Senza più energie i nordafricani calano vistosamente mentre la Germania ha l’occasione di chiudere la partita con Kramer, il sigillo finale arriva al 119’ con Ozil che di sinistro trafigge il portiere algerino. Djabou trova subito il gol del 2-1 ma non basta, perché scade anche il recupero e l’arbitro Ricci sancisce la fine delle ostilità.

Soffrendo e con molte difficoltà la squadra di Low elimina una bella Algeria, per i tedeschi ora l’ostacolo Francia, a Rio de Janeiro, il 4 luglio, ci sarà in palio la semifinale.

 

Meritano 2duerighe

Neuer: è il libero aggiunto in campo, padrone dell’area e sempre bravo nelle uscite, si conferma portiere di primissimo livello.

Gotze: non brilla nei 45 minuti giocati, sbaglia un gol e viene sostituito da Schurrle che risolve la sfida.

 

Tabellino

GERMANIA – ALGERIA 2-1 d.t.s.

 

Germania (4-3-3): Neuer, Mustafi (69’ Khedira), Boateng, Mertesacker, Howedes, Lahm, Schweinsteiger (109’ Kramer), Kroos, Muller, Ozil, Gotze (46’ Schurrle).

All.: Low.

 

Algeria (4-2-3-1): M’Bolhi, Mandi, Mostefa, Belkalem, Halliche (96’ Bougherra), Ghoulam, Lacen, Feghouli, Soudani (99’ Djabou), Taider (78’ Brahimi), Slimani.

All.: Halilhodzic.

Marcatori: Schurrle 92’ (G), Ozil 119’ (G), Djabou 121’ (A).

Ammoniti: Halliche (A),Lahm (G).

Arbitro: Ricci (BRA).

Matteo Ciofi

1 luglio 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook