Pogba trascina la Francia: 2-0 alla Nigeria e passaggio ai quarti

Pogba trascina la Francia: 2-0 alla Nigeria e passaggio ai quarti
La Francia festeggia i quarti e punta la finale

La Francia festeggia i quarti e punta la finale
La Francia festeggia i quarti e punta la finale

Nessuna sorpresa dal primo dei due scontri Europa-Africa in programma oggi per la terza tornata degli ottavi di finale Brasile 2014. Nel palcoscenico dell’Estadio Nacional Mané Garrincha di Brasilia, la Francia, arginando con non poche difficoltà una Nigeria più ostica del pronosticato, cambia marcia sul finale di gara e si guadagna l’accesso ai quarti, complice la subentrata stanchezza degli avversari e l’errore del loro portiere. Cruciale l’ottima partita di Pogba. Suo il goal che spezza gli equilibri al 70’, prima dell’autorete di Yobo in pieno recupero che sancisce il 2 a 0 conclusivo. Per il completamento del quarto di finale ci sarà da attendere l’uscente dallo scontro serale tra Germania e Algeria.

Manca soltanto il goal – È una Nigeria sorprendentemente impavida quella che sceglie di affrontare a viso aperto la temibile Francia, selezione ben più blasonata che si ritrova, tuttavia, a soffrire il rapido e intraprendente possesso palla biancoverde durante la prima metà di tempo. Il brivido maggiore ai transalpini lo procura al 19’ Emenike, a cui viene annullata la rete del possibile vantaggio per un fuorigioco di una manciata di centimetri. Il pericolo scampato scuote i francesi, che rispondono al minuto 22 con un destro al volo di Pogba in seguito a una splendida azione di contropiede avviata dallo stesso juventino: pregevole l’intervento di Enyeama che smanaccia in corner. Grazie al coraggio della nazionale africana e al grande potenziale offensivo degli avversari, la sfida diventa entusiasmante, infiammata da repentini cambi di fronte, numerosi errori sulla linea mediana e ritmi costantemente elevati. Al 40’ prova a sbloccarla Debuchy, ma il suo mezzo esterno si spegne a lato. Gli replica ancora Emenike, che impegna Lloris in una respinta centrale. Saranno le ultime emozioni di un finale di frazione in crescendo per gli uomini di Deschamps, ma complessivamente aperto a qualsiasi sviluppo.

La Francia si prende i quarti – L’inerzia di gara in avvio di ripresa resta invariata. L’undici di Keshi mantiene alto il baricentro, sfruttando l’instancabile lavoro a centrocampo di Onazi, costretto, dopo dieci minuti, al forfait per infortunio (graziato Matuidi in occasione del fallo sul nigeriano). La velocità di gioco si attenua, ma non l’intensità agonistica della Nigeria, meglio della Francia nella prima metà del secondo tempo. Tuttavia sono i “galletti” ad andare vicinissimi al goal con Benzema, quando, al 70’, il bomber triangola nello stretto e calcia dall’interno dell’area: tocca Enyeama, spazza Moses sulla linea. È il crocevia dell’ascesa francese. I biancoblù intensificano gli attacchi, mettendo ora l’avversario alle corde. Nel giro di tre minuti Cabaye fa vibrare la traversa con un missile dalla distanza (77’), Benzema impatta di testa trovando il miracolo del numero 1 nigeriano (78’), Pogba regala il goal dell’1 a 0 da azione di calcio d’angolo (79’). Sul goal di testa del talentuoso centrocampista, decisiva l’incertezza in uscita di Enyeama. Dall’istante in cui Pogba deposita in rete a porta sguarnita, la stanchezza fisica e mentale cala bruscamente sulle gambe dei biancoverdi, incapaci di tentare la rimonta. Non solamente. A chiudere i conti sarà proprio un’autorete. Quella di Yobo, che devia nella sua porta il cross teso di Valbuena al 92’.

Meritano 2duerighe

Pogba: dopo la prova poco convincente contro l’Honduras e l’esclusione al secondo turno, il numero 19 francese sfodera due prestazioni di indubbio spessore. Oggi combattivo dietro, decisivo davanti. Questa Francia è la sua Francia.

Enyeama: intaccando irrimediabilmente una prova altrimenti discreta, la sua indecisione sul goal di Pogba compromette le possibilità nigeriane di passaggio del turno. Determinante nell’episodio negativo.

Tabellino:

FRANCIA-NIGERIA 2-0

Francia (4-3-3): Lloris, Debuchy, Varane, Koscielny, Evra, Pogba, Cabaye, Matuidi, Valbuena (93’ Sissoko), Giroud (62’ Griezmann), Benzema. Allenatore: Deschamps.

Nigeria (4-2-3-1): Enyeama, Ambrose, Yobo, Oshaniwa, Omeruo, Onazi (59’ Gabriel), Obi Mikel, Odemwingie, Moses (89’ Nwofor), Musa, Emenike. Allenatore: Keshi.

Arbitro: Mark Geiger (USA).

Marcatori: 79’ Pogba (F). 92’ Yobo (autogoal).

Ammoniti: 55’ Matuidi (F).

Mattia Coletti
30 giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook