L’Ascoli cala il tris in trasferta con Silva a Crotone: è 2-1

di Armin Sefiu

L’Ascoli torna a vincere in trasferta dopo il ko di Empoli e continua  la risalita in classifica con la cura Silva. Natale amaro per il Crotone che chiude l’anno con una sconfitta dopo aver sfiorato la rete in più occasioni nella ripresa

Dopo la vittoria in trasferta sul campo della Nocerina, il Crotone affronta un altro avverario complicato sulla propria strada: all’Ezio Scida arriva l’Ascoli, ultimo in classifica ma reduce da un buon periodo di forma.

Novembre è stato un mese positivo grazie all’arrivo di Silva sulla panchina dei bianconeri, ma nelle ultime due partite è arrivato un solo punto, e vincere a Crotone ,per continuare a credere nella salvezza ,non è semplice.

Parte molto bene la squadra di Silva. Al 3′ brivido per il Crotone: occasione per l’Ascoli con Di Donato. Azione solitaria di Papa Waigo che poi aspetta l’arrivo di un compagno, ma il tiro del numero 8 è alto sulla traversa. Buon avvio di partita dell’Ascoli, con un altro tiro in porta di Sbaffo, stavolta lontanissimo dalla porta di Bindi. Nei primi minuti il Crotone fa la partita ma l’Ascoli si fa vedere con rapidi contropiedi. Ancora un tiro dell’Ascoli, stavolta con Falconieri: destro debole che Bindi para a terra senza problemi. Al 15′ si fanno vedere i padroni di casa. Calil prova la magia,uscita scomposta coi pugni di Maurantonio, Caetano si trova il pallone e cerca il pallonetto ma non trova la porta.  Un minuto dopo gran botta di Florenzi da fuori area, Maurantonio si abbassa e blocca.

Il Crotone crea gioco senza pungere, l’Ascoli mette qualche brivido. Al 25′ Gabionetta prova il sinistro,uno schiaffo al pallone che passa a un paio di metri dal palo alla destra di Maurantonio. Continua a macinare gioco il Crotone, ma l’Ascoli ,con la difesa a 5 e tre centrocampisti, si chiude sempre bene. Si allungano le squadre che cercano con maggiore intensità di arrivare al tiro. Per ora senza successo. Finisce il primo tempo senza recupero. Prima frazione poco spettacolare, senza nessuna occasione eclatante. Il Crotone fin qui gioca meglio, ma si scontra col muro difensivo dell’Ascoli, bravo invece ,almeno con Papa Waigo, a ripartire, ma non altrettanto a concludere in porta.

Si riparte, non ci sono cambi nella ripresa. La partenza è per l’Ascoli. Sinistro di Falconieri, stavolta niente male: Bindi blocca in due tempi con qualche problema. Al 51′ occasione per l’Ascoli. Sul calcio d’angolo Ciofani stacca tutto solo ma manda il pallone alto di poco. La risposta del Crotone è tutta in un tiro di Galardo dalla distanza, il pallone non si avvicina alla porta.  Ora il Crotone spinge: sugli sviluppi di un angolo arriva un colpo di testa di Vinetot parato da Maurantonio. Salgono i ritmi e cresce l’Ascoli visibilmente. Al 65′ i bianconeri trovano il vantaggio: incornata potente del difensore Peccarisi su assist di Gazzola. Due minuti dopo il Crotone va ad un passo dal pareggio: azione di prima, alla fine arriva al tiro Calil che sfiora il palo. Un minuto dopo Incredibile errore di Djuric. Ancora un’occasione per il pareggio del Crotone: cross dalla destra, l’attaccante svetta in mezzo all’area piccola e manda a lato per la disperazione del pubblico.

In campo sembra esserci solo il Crotone, che non si rassegna a perdere la partita. I calabresi vanno ancora al tiro ,ci  prova Ciano, blocca Maurantonio. Ennesima occasione per il Crotone al 74′ : destro schiacciato di Lorenzi, la palla lambisce il palo ma ancora una volta non entra in porta. Due minuti dopo contropiede micidiale dell’Ascoli che raddoppia grazie al piatto dell’attaccante Soncin entrato nella ripresa. L’Ascoli trova, cosi, il secondo gol nel momento di maggior sofferenza grazie a un contropiede davvero perfetto. Tre tocchi e gol del 2-0.

I padroni di casa non si rassegnano e tentano la rimonta. Due minuti dopo il raddoppio marchigiano occasionissima per il Crotone: Calil resta in piedi nonostante sia in mezzo a 4 difensori dell’Ascoli, poi si gira e tira addosso a Maurantonio da due passi. Il forcing del Crotone porta al gol di Florenzi che accorcia le distanze. Il centrocampista scuola Roma batte Maurantonio con un colpo di testa imparabile. Nel finale l’Ascoli si divora il gol per ben due volte. Al 88′ Papa Waigo si mangia il gol del 3-1 in contropiede,poi, al 91′ sempre il senegalese si divora il 3-1 dopo un’azione personale travolgente, mentre il Crotone continua ad assediare la porta di Maurantonio.

Finisce la gara, vince l’Ascoli a Crotone per 2-1 grazie alle reti di Peccarisi e Soncin. Inutile la rete di Florenzi nel finale. Forse i padroni di casa meritavano il pareggio, ma hanno aspettato troppo,cioè di subire la prima rete , prima di iniziare a giocare sul serio. E sono stati puniti in contropiede, l’unica arma dell’Ascoli per sperare ancora di salvarsi.

Partita buona del Crotone che, esce dallo stadio Scida, con zero punti ma mister Menichini è soddisfatto della prestazione offerta dai suoi che, hanno provato in tutti i modi a scardinare la porta bianconera : “Gara molto difficile e lo sapevamo, ma ai miei ragazzi non posso rimproverare nulla. Altre volte abbiamo creato occasioni ed è arrivato il risultato. Oggi non è andata cosi”.

L’allenatore dell’Ascoli, Massimo Silva, felice per i tre punti che rilanciano la sua squadra nella corsa alla salvezza lontana sei punti : ‘Da quando sono arrivato ho chiesto a questo gruppo di metterci più intensità, loro mi seguono e così potremo sperare di salvarci. Questa è una vittoria importantissima, ottenuta su un campo difficile e contro una squadra in forma. Solo andando avanti così potremo sperare di salvarci’.

20 a giornata Serie B

Stadio : Ezio Scida (Crotone)

Crotone – Ascoli 1-2

Marcatori: 65′ Peccarisi ( A), 76′ Soncin ( A), 84′ Florenzi ( C)
Ammoniti: Florenzi ( C), Falconieri ( A)
Espulsi: nessuno

Formazioni:

Crotone (4-2-3-1)                                                       Ascoli (5-3-2)

Bindi                                                                          Maurantonio
Correia                                                                       Ciofani
Migliore                                                                     Faisca
Tedeschi                                                                     Gazzola
Vinetot                                                                       Pasqualini
Calil                                                                           Peccarisi
Florenzi                                                                     Di Donato
Galardo                                                                      Pederzoli
Djuric                                                                        Sbaffo
Gabionetta                                                                 Falconieri
Sansone                                                                     Papa Waigo

All. Menichini                                                            All. Silva

18 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook