Il Belgio vince ancora e sfida gli Stati Uniti agli ottavi

Il Belgio vince ancora e sfida gli Stati Uniti agli ottavi

VertonghenAll’Arena di San Paolo, il Belgio già qualificato chiude il girone H al comando e a punteggio pieno, battendo 1-0 la Corea del Sud, grazie alla rete del capitano Vertonghen al 77’ di gioco. Agli ottavi, la squadra di Wilmots dovrà vedersela con gli Stati Uniti. Gli asiatici, invece, non riescono mai a rendersi davvero pericolosi dalle parti di Courtois, nonostante la superiorità numerica per l’espulsione di Defour a fine primo tempo, e se ne tornano a casa con il magro bottino di 1 punto. L’altra formazione a passare il girone è l’Algeria, che spedisce a casa la Russia di Fabio Capello, ancora penalizzata dal portiere Akinfeev. Tra le due Nazionali la partita si è chiusa sull’1-1.

Defour, fallo folle La Corea del Sud dà subito l’impressione di volerci provare, ma i guanti di Courtois rimangono puliti e intonsi per gran parte del primo tempo. Col passare dei minuti, è il Belgio ad alzare il proprio baricentro e al 25’, dopo una mezza mischia in aria, la prima palla gol capita sui piedi di Mertens, che spreca malamente calciando in orbita a due passi dalla porta. Errore imperdonabile. La Corea non si lascia intimorire e insiste con il cuore: al 29’ il Belgio perde banalmente palla nella propria metà campo, e Ki rischia di segnare con un ottimo tiro da fuori area che però trova pronto Courtois. Mertens, intanto, continua a destare più di qualche perplessità per la sua mira, e al 34’ spedisce un altro pallone in orbita. La svolta della partita arriva al 43’, quando Defour entra in maniera scriteriata e inutile su Y. Kim: l’arbitro non ha esitazioni, ed estrae il cartellino rosso, lasciando sperare in un secondo tempo tutto da vivere.

Festa belga con Vertonghen – La Corea del Sud intende onorare fino in fondo la competizione, e attacca con maggiore decisione, forte della superiorità numerica. I diavoli rossi soffrono, ma resistono serrando le fila in difesa e ripartendo in contropiede. Mertens ci prova ancora al 58’ con un bel tiro da fuori e poi lascia il campo a Origi, che ha un buon impatto sulla partita grazie alla sua fisicità e al suo atletismo. Il tempo, però, passa inesorabile, i coreani non riescono a sfondare il muro avversario e vengono puniti da Vertonghen al 77’: tiro di Origi respinto da S. Kim e tap-in vincente del capitano belga. La festa dei diavoli rossi rischia di durare poco, ma Courtois mantiene la porta inviolata senza troppo affanno. Nel finale c’è spazio anche per Hazard, che sfodera un gran destro respinto benissimo da S. Kim. Dopo 4’ di recupero, i belgi possono festeggiare il primato nel girone.

Meritano 2duerighe

Vertonghen: Il difensore belga regala la terza vittoria in tre partite alla sua Nazionale, con una prova di grande sostanza coronata da una rete di rapina da bomber. Partita da capitano vero.

Mertens: Non ci sono dubbi, come al solito il giocatore in forza al Napoli è uno dei più attivi, ma al 25’ spreca un’occasione da rete assolutamente imperdonabile per uno come lui. Impreciso.

Tabellino

BELGIO – COREA DEL SUD  1-0

Belgio (4-2-3-1): Courtois, Vanden Borre, Van Buyten, Lombaerts, Vertonghen, Fellaini, Defour, Dembelè, Mertens (60’ Origi), Mirallas (87’ Hazard), Januzaj (60’ Chadli). All. Wilmots.

Corea del Sud (4-2-3-1): S. Kim, S. Yun, Y. Kim, J. Hong, Y. Lee, S. Ki, K. Han (45’ K. Lee), H. Son (74’ D. Ji), J. Koo, C. Lee, S. Kim (66’ B. Kim). All. Hong.

Arbitro: Williams (AUS)

Marcatori: 77’ Vertonghen (B)

Ammoniti: J. Hong (C), Dembelè (B)

Espulsi: Defour (B)

Giacomo Di Valerio

27 giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook