L’Olanda si prende il primato: gli Orange si impongono 2-0 contro il Cile

L’Olanda si prende il primato: gli Orange si impongono 2-0 contro il Cile

Olanda-Cile 2-0Dopo la terza e ultima partita il girone B ha espresso i suo verdetti definitivi. Fuori a sorpresa dal mondiale la Spagna, con due sconfitte e una solo vittoria all’attivo contro l’Australia fanalino di coda, mentre l’Olanda, a punteggio pieno, si assicura la vetta del girone in virtù del successo contro la compagine cilena.  La Roja sud-americana, al di là della sconfitta contro gli olandesi, conquista il secondo posto, imponendosi in un gruppo mondiale ad alto coefficiente tecnico. Il match, caratterizzato da un sostanziale equilibrio, si sblocca soltanto nella ripresa grazie ai neo entrati Fer e Depay, le cui reti garantiscono la vittoria della compagine di Van Gaal.

Polveri bagnate-Il primo tempo vive di poche emozioni, con le due squadre attente nel coprire gli spazi e nell’arginare la manovra avversaria. E’ il Cile a controllare il ritmo del match, mentre l’Olanda, priva del suo bomber Van Persie, si affida alle ripartenze e alla velocità dei due esterni d’attacco Robben e Lens. La prima occasione della partita è per i sud-americani, ma il colpo di testa di Vargas non inquadra la porta degli Orange, spegnendosi alto sopra la traversa. Gli uomini di Van Gaal si accendono a fiammate e alla mezz’ora sfiorano il vantaggio prima con una torsione di De Vrij e poi con una discesa devastante di Robben, il cui diagonale esce di poco a lato. Sul finire della prima frazione di gara è di nuovo il Cile a rendersi pericoloso con una incornata senza precisione di Gutierrez .

Le sostituzioni della vittoria-Nella ripresa il canovaccio del match non muta, con l’Olanda pronta a far male al Cile sfruttando il contropiede, forte della differenza reti che garantirebbe agli Orange il primato anche in caso di pareggio. Il punteggio di parità sembra destinato a resistere fino al triplice fischio finale, ma Van Gaal cambia il match indovinando i cambi con l’inserimento dei giovani Fer e Depay. Al 77’ è proprio il centrocampista in forza al Norwich a rompere gli indugi spedendo il pallone in rete con un possente colpo di testa dagli sviluppi di un calcio d’angolo. La Roja cerca con orgoglio di reagire e Sampaoli butta nella mischia anche il cagliaritano Pinilla, ma è l’Olanda ad andare nuovamente in gol: contropiede ad alta velocità di Robben che serve al centro il neo entrato Depay, abile nel ribadire con freddezza il pallone in rete. Al triplice fischio finale il risultato è di 2-0 per l’Arancia Meccanica di Van Gaal, che termina il girone a punteggio pieno.

Meritano 2duerighe:

Robben: il giocatore del Bayer Monaco si carica gli Orange sulle spalle in assenza di Van Persie. La sua velocità è un pericolo costante per la difesa cilena e  nel finale fornisce l’assist per il raddoppio a Depay.

Edu Vargas: l’attaccante ex Napoli non riesce a ripetere la bella prestazione mostrata contro la Spagna, fornendo una prova opaca e senza spunti.

Tabellino:

Olanda-Cile 2-0

Olanda (4-2-3-1): Cillessen, Janmaat, Vlaar, De Vrij, Blind,De Jong, Wijnaldum, Sneijder (76′ Fer), Robben, Kuyt (89′ Kongolo) Lens (70′ Depay). Allenatore: Van Gaal.

Cile (5-3-2): Bravo,Isla, Medel, Jara, Silva (71′ Valdivia), Mena, Diaz, Gutierrez (46′ Beausejour), Aranguiz, Sanchez, Vargas (81′ Pinilla). Allenatore: Sampaoli.

 Arbitro: Bakary Gassama.

 Marcatori: 77′ Fer, 90′ (+2) Depay.

 Ammoniti: Silva (C), Blind (O).

Damiano Rossi(Roma)

23 Giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook