Irriconoscibili! Italia ai mondiali battuta dal Costa Rica.

Irriconoscibili! Italia ai mondiali battuta dal Costa Rica.

indexC’era grande fiducia. Tutti aspettavano una vittoria dell’Italia contro il Costarica, invece è arrivata una sconfitta, che non pregiudica la qualificazione agli ottavi, ( nella prossima sfida contro l’Uruguay basterà un pari), ma innalza seri interrogativi sul vero valore del gruppo dopo una prestazione incolore, con poche idee a centrocampo, di fronte ad una squadra come il Costarica, dove l’aspetto agonistico ha inciso in maniera evidente. Con questa vittoria la squadra centroamericana è già qualificata agli ottavi.

Per la seconda sfida Mundial, nell’Italia torna in porta Buffon, dopo l’infortunio. In difesa confermato Darmian che gioca però a sinistra, Abate è a destra. A centrocampo torna Thiago Motta. Nelle squadra centroamericana, il tecnico Pinto si affida in attacco al solo Campell.

Bloccati dai centroamericani – La prima azione di rilievo è del Costarica all’ottavo minuto con Borges che manda alto. La squadra sudamericana tiene l’iniziativa. Gli azzurri sono raggruppati nella loro metà campo.  C’è molto pressing. Buffon al 17′ è costretto a respingere di pugno un angolo battuto da destra.  L’Italia cerca il gioco che non c’è. Balotelli prova uno spunto al limite, ma la difesa sudamericana non concede spazi. Al 26′ spunto di Balotelli che appoggia al limite per Thiago Motta. Il tiro però è impreciso. Al 31′ stupendo lancio in verticale di Pirlo per Balotelli che tenta il pallonetto senza esito. Si salva il Costarica. L’Italia insiste e un minuto dopo ancora superMario, su assist di Thiago Motta, costringe alla parata Navas che blocca in due tempi. Al 36′ il Costarica è pericoloso con  Bolanos che da lontano costringe Buffon a distendersi in tuffo e a deviare. Al 40′ primo tentativo di Campbell, anticipato in area da Chiellini. Sul finale del primo tempo rischia l’Italia. Al 42′ Chiellini ostacola in area Campell dentro l’area. Protesta la panchina del Costarica. Il rigore ci poteva stare. Passano due minuti  e la gara si sblocca con Ruiz che di testa, su cross di Diaz, manda il pallone a sbattere sotto la traversa e poi in rete.

Tanti attaccanti nella ripresa, ma il Costa Rica corre e… non si ferma.Prandelli fa entrare Cassano al posto di Thiago Motta, nel tentativo di dare maggiore sostegno a Balotelli. Cambia quindi l’assetto azzurro con De Rossi e  Pirlo davanti alla difesa. Al 47′ angolo di Pirlo da sinistra per Balotelli che a contatto con un difensore va giù. Al 51′ Darmian prova il destro dal limite, vola Navas che devia oltre la traversa.  Due minuto dopo punizione di Pirlo dal limite che scavalca la barriera. Respinge a mano aperte Navas. Al 56′ Prandelli sostituisce Candreva con Insigne, che opchi minuti dopo dal limite non riesce ad indirizzare il pallone verso la porta. A nulla serve  poi l’entrata in campo di Cerci ( fuori Marchisio). L’Italia non  riesce a covare un ragno dal buco e la gara si conclude meritamente con la vittoria del Costarica.

Meritano 2duerighe:

: Gli unici spunti di rilievo di un’ Italia quasi con il freno tirato, arrivano da Pirlo. Il “geometra” juventino verticalizza quasi a bacio due servizi non sfruttati alla perfezione da Balotelli.

Candreva Poco propositivo, il centrocampista della Lazio non ripete la buona prestazione fornita con l’Inghilterra. Insieme a lui, deludono Abate ( mai una discesa sul settore di sua competenza), e Chiellini, che viene graziato dall’arbitro quando sul finale del primo tempo ostacola in area nettamente Campell, che giustamente reclama il rigore.

Tabellino

Italia – Costarica  0 – 1

Marcatori: 44′ Ruiz ( C )

Italia: Buffon, Abate, Barzagli, Chiellini, Darmian, De Rossi, Candreva, ( 57′ Insigne),  Thiago Motta,( 46′ Cassano), Pirlo, Marchisio, ( 69’Cerci), Balotelli. All: Prandelli.

Costarica: Navas, Gamboa, Duarte, Gonzalez, Umana, Diaz, Ruiz, Borges, Tejeda, 67′ Cubero) Bolanos, Campbell. All: Jorge Luis Pinto

Arbitro: Osses ( Cile)

Luigi Rubino
20 giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook