Fellaini e Mertens regalano la prima vittoria al Belgio

Fellaini e Mertens regalano la prima vittoria al Belgio

mertensAllo stadio Mineirão di Belo Horizonte il Belgio conquista i primi tre punti faticando più del dovuto. I ragazzi di Wilmots regalano praticamente i primi quarantacinque minuti all’Algeria che trova il vantaggio grazie ad un rigore realizzato da Feghouli ma nella ripresa ci pensano Fellaini e Mertens a strappare la vittoria. Il Belgio si presenta con un 4-2-3-1 con Lukaku unica punta mentre “le volpi del deserto” si affidano ad un solido 4-1-4-1 e marcatura stretta sul fantasista Hazard.

Illusione Algeria- Il Belgio attacca da subito ma senza troppa convinzione, l’Algeria si difende e gioca tutto sulle ripartenze; al 23’ Ghoulam  pennella un assist perfetto per Feghouli, Vertonghen è chiaramente in ritardo e mette faccia a terra il centrocampista del Valencia, dagli undici metri va lo stesso Feghouli che piazza la sfera alla sinistra di Courtois, settimo goal in ventuno partite con la nazionale bianco verde ma soprattutto Algeria in vantaggio sul Belgio. Mentre Lukaku fa fatica ad entrare in partita ed Hazard non riesce ad uscire dalla gabbia creatagli dallo stratega Halilhodžić, Witsel prova a pareggiare i conti al 34’ con una gran botta dalla distanza ma Mbolhi risponde presente all’appello e mette in angolo. A due minuti dallo scadere della prima frazione di gioco Hazard brucia la difesa algerina sull’out di sinistra, alza lo sguardo e serve una buona palla a Chadli, il quale di prima intenzione calcia a rete ma troppo debolmente per impensierire Mbolhi; il primo tempo si chiude con l’inaspettato vantaggio dell’Algeria.

Cambio di rotta- Wilmots capisce che serve velocità e profondità alla manovra quindi mette in campo Mertens e Fellaini ed i risultati non tardano ad arrivare; al 70’ De Bruyne pesca in aria di rigore Fellaini, il centrocampista dello United anticipa l’intervento di Hallice e la piazza sotto l’incrocio alle spalle di Mbolhi. I “diavoli rossi” prendono coraggio e al 79’ le speranze dell’Algeria svaniscono; Hazard guida il contropiede belga, verticalizza per Mertens che controlla in corsa e scarica in porta un destro di tutta potenza, Mbolhi ci prova ma la sfera si insacca sotto la traversa. L’ultima azione della partita è intorno all’83 quando Alderweir serve un pallone a Fellaini che sempre di testa riesce a girare in porta ma Mbolhi limita i danni e mette in angolo la sfera. Tre punti al Belgio ma quanta fatica!

Meritano 2duerighe

  Fellaini: Corre, si sacrifica per la squadra e segna. Dopo una stagione disastrosa con lo United, il centrocampista dalla folta chioma sembra aver voltato pagina. Buona la prima.

Lukaku: Poche palle buone per uno degli attaccanti più richiesti d’Europa ma è pur vero che lui di movimento ne ha fatto davvero poco quest’oggi. Assente ingiustificato.  

Tabellino

BELGIO-ALGERIA  2-1

Belgio (4-2-3-1): Courtois, Alderweir, Van Buyten, Kompany, Vertonghen, Witsel, Dembèlè (64’ Fellaini), Chadli (46’ Mertens), De Bruyne, Hazard, Lukaku (57’ Origi).

All.: Wilmots.

Algeria (4-1-4-1): Mbolhi, M-Sbaa, Bougherra, Halliche, Ghoulam, Taider, Medjani (84’ Ghilas), Bentaleb, Feghouli, Mahrez (71’ Lacen) , Soudani (66’ Slimani).

All.:  Halilhodžić.

Marcatori: 24’ (rig.) Feghouli (A), 70’ Fellaini (B), 79’ Mertens (B).

Ammoniti: Vertonghen (B), Bentaleb (A).

Arbitro: Rodriguez (MEX)

Lorenzo Bruno

17 giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook