Buona la prima per la Francia: 3-0 all’Honduras

Buona la prima per la Francia: 3-0 all’Honduras
Benzema festeggia la sua doppietta

Benzema festeggia la sua doppietta
Benzema festeggia la sua doppietta

Nessuna sorpresa da favola Disney per la Cenerentola del Mondiale. Nonostante la simpatia di gran parte della tifoseria presente presso l’impianto “Beira-Rio” di Porto Alegre, l’Honduras cede alla superiorità tecnica francese, a dispetto della tenace prestazione espressa fino al momento dell’inferiorità numerica. A dar forma al 3-0 che sancisce il debutto con successo per la Francia di Deschamps, la doppietta di Benzema e l’autorete di Valladares. Una vittoria ineccepibile dal punto di vista del risultato, tuttavia, di gran lunga più attendibile sarà il test che attenderà gli uomini capitanati da Lloris il 20 giugno, data della sfida con la Svizzera (vincente 2-1 con l’Ecuador nella seconda partita del Gruppo E). Sarà quello il vero esame per la Francia e per le sue consuete difficoltà legate alla fluidità del gioco offensivo manifestate negli ultimi anni e accentuate dalla pesante defezione di Ribery, assente illustre del torneo in corso.

L’episodio che cambia ogni cosa – Nessun inizio straripante per la Francia, nessuna disfatta immediata per l’Honduras. Al contrario, benché limitando il dispiego di energie alla fase di contenimento, i centroamericani sono attenti ed efficaci nella difesa della propria porta. Compito agevolato dall’iniziale macchinosità dell’11 di Deschamps, compassato nella circolazione della sfera e per questo incapace di scardinare del tutto la retroguardia honduregna. I “galletti” sfiorano comunque il vantaggio in due occasioni, facendo vibrare la traversa con Matouidi prima (15’) e Griezmann poi (23’), sfortunato dopo il colpo di testa a botta sicura. Servirà il contatto da rigore (con conseguente doppio giallo ai danni di Palacios) a cambiare drasticamente le sorti dell’incontro. La massima punizione, generosamente fischiata per fallo su Pogba al minuto 43, permette a Karim Benzema di siglare il primo goal francese a Brasile 2014, spiazzando Valladares con un’impeccabile esecuzione col destro.

La Francia di Benzema prende il largo – Un quarto d’ora di riposo e tre giri d’orologio bastano a Benzema per bissare la realizzazione del primo tempo e mettere in ghiaccio il destino della sfida. Il goal, in verità, è da attribuire al portiere honduregno, che, al 48’, deposita in rete il pallone fluttuante sulla linea dopo aver toccato il palo. A indirizzare verso il legno più lontano era stato proprio il preciso sinistro in corsa del numero 10 dei Blues, il migliore dei suoi quest’oggi. Ed è ancora il talentuoso attaccante transalpino, fresco di Champions con la maglia del Real, a firmare, stavolta ufficialmente, la doppietta odierna. Al minuto 72, infatti, sugli sviluppi di uno schema da punizione, il pallone schizza in area sui piedi dello smarcato Benzema, il quale, di cattiveria e cinismo, si prepara al tiro e scaglia un missile d’interno piede letale per il portiere avversario.

Meritano 2duerighe

Benzema: alla partita d’esordio ai Mondiali della propria nazionale segna una doppietta e mette lo zampino decisivo sull’autorete di Valladares. La partita del bomber francese rappresenta il sogno più dolce di ogni attaccante.

Organizzazione stadio: più degli effettivi honduregni, volenterosi nelle loro abilità limitate, merita un cenno il madornale inconveniente tecnico che segna l’ingresso in campo delle due compagini, privando le stesse e il pubblico dell’ascolto degli inni nazionali.

Tabellino:
FRANCIA-HONDURAS 3-0

Francia (4-3-2-1): Lloris, Debuchy, Évra, Varane, Sakho, Cabaye (65’ Mavuba), Matuidi, Pogba (57’ Sissoko), Valbuena (78’ Giroud), Griezmann, Benzema. Allenatore: Deschamps.
Honduras (4-4-2):
Valladares, Beckeles, Bernárdez (46’ Chavez), Figueroa, Izaguirre, Najar (58’ Claros), Garrido, W. Palacios, Espinoza, Bengtson (46’ Garcia), Costly. Allenatore: Suárez.

Arbitro: Ricci (Brasile).

Marcatori: 45’, 72’ Benzema (F), 48’ Valladares (H) (Aut.).
Ammoniti: 8’ Evra (F), 28’, 43’ Palacios (H), 28’ Pogba (F), 47’ Cabaye (F), 53’ Garcia (H), 83’ Garrido (H).

Mattia Coletti
15 giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook