JUVENTUS E UDINESE COMANDANO Milan e Lazio restano a ridosso

di Gabriele Serraglia

Due vittorie esterne di Lazio e Genoa rispettivamente sui campi di Lecce e Siena negli anticipi del 10 dicembre. Nella gara del Via del Mare non è servito al Lecce il cambio di allenatore con l’avvento di Serse Cosmi per centrare la prima vittoria casalinga. Ha avuto la meglio la Lazio di Reja che grazie ai tre punti conquistati si ritrova a quota 28 a due punti dalla capolista Juventus.

Match molto divertente che vede al 12′ il vantaggio dei salentini grazie ad un calcio di rigore trasformato da Di Michele. 

Al 28′ la Lazio perviene al pareggio con il solito Miroslav Kose che su assist di Diakitè centra il bersaglio grosso. Nella Ripresa al 48′ la Lazio ribalta il risultato e si trova in vantaggio grazie a Cana su assist di Klose. Nuovo pareggio al 59′ per il Lecce ad opera di Ferrario che sfrutta al meglio il passaggio di Muriel e quando tutti sembrano pensare ad un pari nei minuti conclusivi arriva ancora l’inzuccata vincente di Klose che fissa il risultato finale sul 2-3.

Nella gara di Siena invece si è vista una grande prova di forza del Genoa di Malesani che almeno per il momento salva la propria panchina.
I gol arrivano al 57′ per opera di Marco Rossi e al 92′ del rientrante Rodrigo Palacio che palesa ancora una volta di più quanto sia indispensabile per spaccare e chiudere le partite.

Parlando dei posticipi del 10 dicembre torna alla vittoria dopo due sconfitte consecutive l’Inter di Claudio Ranieri ai danni di una Fiorentina troppo poco incisiva e si registra la clamorosa vittoria del Cesena che sbanca Palermo per 1-0 e ferma la striscia di 6 vittorie consecutive al Barbera dei rosanero.
A San Siro finalmente si rivede una grande Inter capace di tornare ad essere almeno per una serata quella grande squadra che tutti conoscevano fino alla scorsa stagione. Le reti portano le firme di Giampaolo Pazzini al 40′ su assist di Coutinho e al 49′ di Nagatomo su azione personale. Con questi tre punti i nerazzurri salgono a quota 17.

Nell’altra gara di serata un grande Cesena ferma il Palermo grazie al quarto centro in campionato dell’attaccante rumeno Adrian Mutu al 63′. Da segnalare l’espulsione per doppio giallo nelle fila siciliane del difensore Munoz al 64′. Con questi tre punti il Cesena sale a 12 punti. Il Palermo resta, invece fermo a quota 20 punti.

Nelle gare in programma domenica 11 dicembre 2011 valide per la 15^ giornata di Serie A c’è da segnalare l’ennesima vittoria in casa dell’Udinese di Francesco Guidolin che tocca con i tre punti conquistati al Friuli contro il Chievo il primo posto in classifica assieme alla Juventus. Il Milan di Allegri invece è stato fermato al Dall’ara da un ottimo Bologna.

L’Udinese dunque batte per 2-1 un buon Chievo e infila la settima vittoria stagionale in casa in altrettante gare. Match molto difficile in cui i clivensi probabilmente avrebbero meritato qualcosina in più. Friulani in vantaggio al 68′ con il solito Totò Di Natale su assist di Mauricio Isla. Non si fa attendere il raddoppio che arriva al 79′ con un preciso colpo di testa di Basta. Nel finale arriva la marcatura di Paloschi all’83′ per il 2-1 finale.

Il Milan impatta per 2-2 contro il Bologna. Vantaggio dei felsinei all’11° con il ritrovato Marco Di Vaio su assist di Diamanti. Non passano nemmeno cinque minuti che i rossoneri trovano il pareggio grazie a Seedorf che sfrutta al meglio il passaggio di Boateng. Milan che poi passa addirittura in vantaggio al 71′ grazie al calcio di rigore trasformato da Ibrahimovic ma neanche 60 secondi più tardi arriva il 2-2 finale di Diamanti con la complicità di Amelia.

L’arbitro Rocchi disastroso: sbaglia troppo e sembra non riuscire a controllare la gara con autorevolezza.Pareggio anche tra Atalanta e Catania per 1-1. Ospiti avanti grazie a Nicola Legrottaglie al 18′ su assist di Marchese.
Poi arriva l’espulsione del difensore siciliano Spolli al 43′ che cambia un pò il corso del match con i bergamaschi che trovano il pari con Tiribocchi al 71′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Infine si conclude con risultato di 0 a 0 la gara del Sant’Elia tra il Cagliari e il Parma.Partita scialba che fa registrare l’infortuni di Giovinco.

Il Napoli di Walter Mazzarri conferma di essere poco brillante nelle gare di campionato che vengono subito prima o subito dopo un impegno di Champions League non andando oltre un pareggio per 1-1 sul campo del Novara. Partita molto divertente e veloce aiutata anche dal terreno in erba sintetica. Il primo tempo nonostante qualche buona occasione soprattutto da parte dei partenopei termina sullo 0-0. Nella ripresa il Novara trova il vantaggio al 70′ con Radovanovic direttamente su calcio di punizione calciando in maniera molto forte da almeno 30 metri. Il Napoli allora schiaccia sull’acceleratore trovando il meritato pareggio con lo svizzero Dzemaili all’84′ al suo secondo centro ufficiale con la maglia azzurra.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook