Cesena passa con Mutu al Barbera, primo ko in casa del Palermo

di Armin Sefiu   

Basta la rete di Mutu per battere il Palermo alla prima sconfitta tra le mura amiche. I rosanero giocano male e regalano la partita a un Cesena ben compatto che si sta rialzando dopo il cambio di panchina.

Al Barbera il Palermo di Devis Mangia ospita il Cesena. I rosanero possono vantare una formidabile striscia di vittorie tra le mura amiche. Sei match diasputati che corrispondono ad altrettanti successi. I siciliani sembrano un’altra squadra quando giocano nel proprio stadio. Nel turno precedente è arrivato, seppur a fatica, il secondo punto in trasferta nella gara con il Parma.
I bianconeri sono reduci dal ko in casa della Juventus e vantano il peggior attacco del campionato, con sole 6 reti all’attivo.

Partono bene i padroni di casa. Ottima azione del Palermo,Miccoli apre sulla destra per Acquah, traversone sul lato opposto per Barreto che prova la botta al volo. Conclusione sporca e facile preda di Ravaglia. Risponde il Cesena con Mutu,il suo tiro dal limite è centrale e facile per Benussi. Al 21′ grande occasione per gli ospiti. Sinistro al volo di Mutu dal limite dell’area e miracolo dell’estremo difensore rosanero. Un minuto dopo ancora Cesena. Eder entra in area e scarica un velenoso diagonale fuori di un soffio,poi, al 24′ l’attaccante bianconero prova ancora il tiro dalla distanza furoi di un metro. Al 27′ risposta dei rosanero,Miccoli appoggia per Acquah al limite dell’area, destro potente che sfiora l’incrocio dei pali. Al 31′ ancora super-Benussi. Mutu serve dentro Candreva, destro sul secondo palo e ottima risposta del portiere rosanero. Al 36′ occasione Palermo. Traversone sul secondo palo, Silvestre in scivolata e miracolo di Ravaglia. Al 44′ occasione per Miccoli. Il capitano rosanero riceve palla da Acquah al limite dell’area, gran botta di sinistro e pronta risposta di Ravaglia.

Termina senza reti il primo tempo del Barbera tra Palermo e Cesena. Uno 0-0 piuttosto divertente con numerose occasioni da rete. Prima mezzora dominata da un ottimo Cesena che sfiora in due occasioni il vantaggio. I padroni di casa si svegliano negli ultimi 15′ andando vicino al gol con Miccoli.

Nella seconda frazione inizia bene il Cesena che colpisce il legno al 13′. Cross di Ghezzal dalla destra, deviazione di Munoz e palla sulla traversa. Due minuti dopo colpo di testa dal limite dell’area di Bertolo. Palla di poco al lato. Al 17′ conclusione potente di Mutu e pronta risposta di Benussi. Sulla respinta Candreva ci prova di sinistro ma la sfera si spegne sul fondo. Due minuti dopo il Cesena passa. Calcio d’angolo. Stacca Mutu a centro area e batte Benussi segnando il quarto gol con la maglia del Cesena. La reazione del Palermo è veemente. Ottima conclusione di Miccoli da fuori area. Ravaglia è attento e blocca in due tempi.  Ancora Palermo. Ilicic dentro per Bertolo, ma Ravaglia esce bene e toglie la sfera dai piedi del bianconero. I rosanero tentano il pareggio e ci provano con Ilicic il suo sinistro dai 30 metri è bloccato da Ravaglia. Al 35′ Candreva entra in area dalla destra e scarica la botta sul primo palo. Esterno della rete. Al 37′ Cesena vicino al raddoppio. Ghezzal salta Balzaretti e serve Bogdani solo a centro area. La punta bianconera perde tempo e si fa chiudere dal rientro di Barreto. Occasione sprecata.

Non succede più nulla nel finale,solo una conclusione dalla distanza di Parolo parata da Benussi. Il Cesena espugna,cosi, il Barbera e torna a vincere dopo il ko di Torino. Sale a dodici punti e scavalca in classifica anche il Novara che scende al penultimo posto. Il Palermo rimane in sesta posizione a quota 20 punti.

Grande rabbia a fine gara per una prestazione poco brillante del suo Palermo che è stata fermata per la prima volta in casa dopo sei vittorie di fila. Queste le parole di Mangia: “Partita pessima, abbiamo fatto qualcosa di discreto solo negli ultimi 15′ del primo tempo. Non possiamo pensare di correre meno degli avversari”.

L’allenatore del Cesena Arrigoni lascia i microfoni al presidente Campedelli: “Mutu ha dato qualità ed ha aiutato la squadra. Abbiamo le qualità per risalire, ma sarà dura”.

Palermo – Cesena 0-1
Marcatori: 63′ Mutu
Ammoniti: Ghezzal (C ), Acquah (P), Rodriguez ( C), Eder (C ), Rossi (C )
Espulsi: Munoz (P)

Formazioni:

Palermo (4-3-1-2)                                                        Cesena (4-2-3-1)

Benussi                                                                        Ravaglia
Pisano                                                                          Rossi
Silvestre                                                                      Rodriguez
Munoz                                                                         Von Bergen
Balzaretti                                                                     Ceccarelli
Acquah                                                                        Guana
Bacinovic                                                                    Parolo
Barreto                                                                        Ghezzal
Ilicic                                                                            Candreva
Miccoli                                                                        Mutu
Pinilla                                                                          Eder

All. Mangia                                                                All. Arrigoni

            

11 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook