Torna il Pazzo e l’ Inter torna a vincere,Fiorentina ko

di Armin Sefiu   

Due reti per tempo piegano una fiorentina mai in partita e salvata in più di un occasione dal migliore in campo Boruc.

Con lo scudetto distante 15 lunghezze e con una gara ancora da recuperare (il 13 dicembre col Genoa), l’Inter contro la Fiorentina prova a ripartire dopo due sconfitte consecutive. L’aria è tesa nell’ambiente nerazzurro e la mancata inversione di rotta con l’approdo di Ranieri in panchina non ha aiutato certo a migliorare la situazione.

Senza Zanetti squalificato, il tecnico ritrova Maicon e Lucio, pedine fondamentali di una difesa che quest’anno incassa gol con una media da retrocessione. Di fronte unaFiorentina gasata dall’ampio successo sulla Roma e con meno pressione in corpo. Delio Rossi, che ha perso Montolivo in settimana e Jovetic in giornata, si affida a Gilardino e spera di approfittare del momento ‘no’ degli avversari.

Nerazzurri subito pericolosi fin dalle prime battute. Al 4′ palla filtrante di Coutinho per Pazzini che con la punta prova ad anticipare la giocata, Boruc blocca a terra. La Fiorentina non c’è. È l’Inter a fare la partita. I nerazzurri ci provano da ogni parte senza però inquadrare lo specchio della porta. Dopo la mezz’ora la squadra di Ranieri crea due importanti occasioni da gol. Prima Coutinho,riceve palla,entra in area,salta Gamberini e scarica il destro, Boruc è reattivo e respinge con i pugni. Sulla ribattuta Faraoni vede deviarsi in angolo la conclusione. Tre minuti dopo Milito trova il passaggio filtrante per Nagatomo, Gamberini in scivolata riesce solo a ritardare la cavalcata del giapponese, ma è Boruc con la punta delle dita a deviare in angolo. La porta viola resiste fino al 41′ quando Coutinho lancia Pazzini, Natali lascia sfilare il pallone, ne approfitta l’ex viola che con l’esterno vanifica l’uscita di Boruc.

Risultato più che legittimo quello di San Siro dove l’Inter ha creato molto di più della Fiorentina che a sua volta non ha mai impegnato Julio Cesar. Decide l’ex Pazzini che non segnava da sette mesi, ma è decisivo nell’occasione l’incertezza di Natali che, invece di spazzare aspetta un’uscita di Boruc che non arriva.

Nella ripresa partenza bruciante dell’Inter che trova il raddoppio al 4′ con Nagatomo. Pallone in profondità di Pazzini per il nipponico, Behrami e Boruc sono nettamente in anticipo. Arriva Pasqual che prova a spazzare il pallone, ma calcia addosso al giapponese che di ‘rimpallo’segna il raddoppio. L’Inter controlla la partita e trova l’acuto di Thiago Motta che dai 25 metri fa partire un tiro che sfiora il palo. Solo al 24′ arriva il primo tiro viola nello specchio della porta, ci prova Vargas su punizione, il suo tiro deviato non trova impreparato Julio Cesar che blocca. Al 28′ è ancora Inter. Thiago Motta serve in area Nagatomo, il giapponese prova il tiro sul secondo palo, Boruc blocca a terra.Al 34′ palla clamorosa per l’Inter. Cross di Maicon,Muntari (tutto solo sul secondo palo) di piatto colpisce malissimo, il pallone diventa un assist per Pazzini che in scivolata a mezzo metro dalla porta non riesce a buttarla dentro. Al 38′ Pazzini, ben servito da Muntari, entra in area e a tu per tu con Boruc gli calcia addosso. Al 40’ orgoglio viola. Traversone di Pasqual, Silva di testa chiama alla parata Julio Cesar. Nel finale conclsioni di Behrami e Zarate che terminano sul fondo.

L’Inter batte la Fiorentina meritatamente 2-0 e torna a sorridere dopo il ko con Udinese e Cska Mosca in Champions. Con una partita in meno i nerazzurri salgono momentaneamente al nono posto. Prima sconfitta per Delio Rossi sulla panchina dei viola.

Dopo la vittoria contro la Fiorentina è Coutinho a celebrare i tre punti: “La vittoria è importante, ed ora dobbiamo continuare a vincere per risalire la classifica”.

“Un passo indietro. Con la Roma avevamo fatto decisamente meglio. Non siamo stati pericolosi”: cosi capitan Gamberini commenta lo scivolone di San Siro con l’Inter. “Avevamo preparato bene la gara, due episodi sfortunati ci hanno punito”. Rocambolesco il secondo gol subito dalla Fiorentina: “E’ girata male, è stato un rimpallo, Pasqual ha cercato di rinviare la palla e la sfera ha sbattuto addosso a Nagatomo”.

Delusione per il tecnico viola Delio Rossi: “Abbiamo avuto un approccio sbagliato alla gara. Siamo stati troppo leziosi e abbiamo preso gol evitabili. Dobbiamo migliorare il rendimento anche fuori casa. Voltiamo subito pagina, spero che sia stata una serata no”.

Torna a vincere e a sorridere dopo una settimana difficile Claudio Ranieri: “Ottima la prestazione dei ragazzi. Dobbiamo risalire la china e iniziare a vincere le ultime gare prima delle feste natalizie”.

Inter – Fiorentina 2-0
Marcatori: 41′  Pazzini (I), 49′ Nagatomo (I)
Ammoniti: Maicon (I), Gamberini (F)
Espulsi: nessuno

Formazioni:

Inter (4-4-2)                                                        Fiorentina (4-4-2)

Julio Cesar                                                          Bruc
Maicon                                                                Pasqual
Lucio                                                                   Natali
Samuel                                                                Gamberini
Nagatomo                                                            De Silvestri
Faraoni                                                                Vargas
Thiago Motta                                                       Lazzari
Cambiasso                                                           Munari
Coutinho                                                              Behrami
Milito                                                                   Ljajic
Pazzini                                                                 Gilardino

All. Ranieri                                                          All. Delio Rossi

                       

11 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook