Colpaccio Genoa: Siena battuto 2-0

di Armin Sefiu   

Un gol di Rossi e Palacio nella ripresa regala tre punti d’oro al Genoa che, si lascia dietro il periodo di crisi, e sale in classifica. Il Siena colpisce un legno e resta immischiato nella zona retrocessione.

Vincere per allontanarsi dalla zona calda. Siena e Genoa non hanno alternative: 14 punti per i toscani, 15 per i liguri, mentre il Novara 18/o è a quota 10. L’anticipo che apre la 15/a giornata assieme a Lecce-Lazio si presenta delicato.

Sannino non tradisce il 4-4-2:Brkic tra i pali, linea difensiva con Vitiello a destra, Del Grosso a sinistra e la coppia Terzini-Contini in mezzo. Gazzi è l’incontrista, D’Agostino il regista che dovrà ispirare le due ali Grossi e Brienza, in avanti confermati Destro e Calaiò. Più dubbi sul modulo adottato da Malesani: dovrebbe essere un 4-4-2 con il centrocampo a rombo. Attacco che vede il rientro di Palacio e l’esordio dal primo minuto per Zé Eduardo: alle loro spalle agirà Merkel. Veloso sarà il vertice basso, Rossi e Constant gli intermedi mentre in difesa, a protezione di Frey, il quartetto composto da Mesto, Granqvist,Dainelli e Moretti. L’arbitro il signor Guida di Torre Annunziata.

Partita molto vivace fin dalle prime battute. Siena per prima pericolosa con Calaiò,il suo mancino dai 25 metri, tocca la parte superiore della rete dando l’illusione del gol alla curva opposta. All 11′ buona occasione per il Genoa: Corner dalla destra, svetta l’ex Groningen Granqvist: girata aerea fuori di pochissimo. Gara ora molto meno vivace rispetto all’avvio. Il Siena cerca di prendere in mano il gioco senza creare granchè. La partita vive di poche emozioni e si chiude a reti inviolate.

Nella ripresa il monologo è lo stesso. Le due squadre continuano a giocarsela senza creare grandi occasioni. Un guizzo di Rossi al 12′ sblocca la partita. Constant mette in mezzo dal fondo, uscita pessima di Brkic che frana su Merkel dopo uno scontro con Del Grosso: il pallone rimane a portata di Marco Rossi, mancino comodo a porta sguarnita e vantaggio genoano. Reazione Siena, per ora più di orgoglio che di raziocinio: cross di Grossi deviato in corner. Al 22′ grande occasione per i padroni di casa: Destro solo a quattro metri dalla porta spara sulla traversa. Si spegne l’offensiva bianconera,mentre si accende quella rossoblu. Al 24′ sassata di Seymour dai 25 metri,Brkic respinge in tuffo. Due minuti dopo Pratto si divora il raddoppio: cross di Constant, colpo di testa dai 5 metri incredibilmente a lato. Nel finale il Genoa riesce a congelare il possesso palla e chiude il match con Palacio nei minuti di recupero. Pallone in profondità, non c’è più difesa sulla spizzata di Merkel: Palacio è solo davanti a Brkic, lo salta in dribbling e deposita a porta vuota.

Dopo due sconfitte consecutive torna a vincere il Genoa di Malesani che batte 2-0 il Siena e abbandona la parte bassa della classifica, mettendo in difficoltà,ora, il Siena in crisi e alla terza sconfitta di fila. Al Franchi pioggia di fischi per i padroni di casa.

Malesani esalta il lato umano del suo Genoa dopo la fondamentale vittoria di Siena che blocca un periodo di difficoltà. L’emblema del gruppo non può che essere Marco Rossi, il capitano che con il suo gol apre le marcature nel successo del ‘Franchi’: “Siamo felicissimi dei tre punti, dopo le molte critiche. Siamo una squadra nuova, con molti stranieri, per cui ci vuole tempo”.

“Siamo sempre stati con Malesani”, ribadisce Rossi. Ma non c’era bisogno delle parole perchè dopo le reti i giocatori già sul campo erano andati verso il loro allenatore. “Quello che abbiamo fatto è già tanta roba”.

Mezzaroma conferma Sannino: “Nelle ultime partite abbiamo raccolto meno punti rispetto a quanti ne meritassimo. La gente aveva negli occhi una bella classifica, ma non dobbiamo mai dimenticare che siamo una neopromossa. Sul campo dobbiamo conquistarci passo dopo passo la salvezza. Sono molto soddisfatto di come sta lavorando Sannino, prosegue sul solco tracciato da Conte ma ci ha messo anche del suo. Ho piena fiducia in Sannino”.

Calaiò: “Noi non cerchiamo alibi e non ne vogliamo creare. Destro non deve chiedere scusa a nessuno, perchè tutti sbagliamo”.

Grande soddisfazione di Malesani dopo la pesante vittoria che tranquilizza la sua panchina: “Non ho paura di perdere il posto,abbiamo una squadra nuova e dobbiamo avere un po’ di pazienza ma i ragazzi sono stati eccezionali. Abbiamo saputo soffrire e abbiamo vinto con merito in un campo molto difficile”.

Delusione di Sannino,invece, che non fa drammi e cerca di guardare il lato positivo: “Abbiamo preso due gol evitabili,siamo stati puniti da due ingenuità. Peccato per il gol sbagliato da Destro,avremmo meritato almeno il pareggio. Ho la fiducia della società,continuo a lavorare sulla mia strada,i risultati arriveranno”.

Siena – Genoa  0-2
Marcatori: 57′  M.Rossi (G), 91′ Palacio (G)
Ammoniti: Zè Eduardo (G), A. Rossi (S), Gazzi (S), Contini (S),Brienza (S), Constant (G)
Espulsi: nessuno

Formazioni:

Siena (4-4-2)                                                        Genoa (4-3-1-2)

Brkic                                                                    Frey
Vitiello                                                                 Moretti
Contini                                                                 Dainelli
Terzi                                                                     Granqvist
Del Grosso                                                           Mesto
Grossi                                                                   Constant
D’Agostino                                                           Veloso
Gazzi                                                                     Rossi M.
Brienza                                                                  Merkel
Calaiò                                                                    Zè Eduardo
Destro                                                                    Palacio

All. Sannino                                                          All. Malesani

11 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook