Brasile 2014: panoramica sul girone F

Brasile 2014: panoramica sul girone F

group F world cupManca ormai veramente poco all’inizio dei Mondiali di calcio di Brasile 2014. Continuiamo la nostra panoramica sugli otto gironi in cui sono suddivise le 32 Nazionali partecipanti. Questo il girone F, formato da Argentina, Bosnia ed Erzegovina, Nigeria e Iran.

LE SQUADRE – Basta un’occhiata veloce alle compagini per capire chi sarà la favorita. L’Argentina, allenata dal ct Sabella, è indubbiamente la squadra più forte del raggruppamento, oltre ad essere una delle favorite per la vittoria finale della competizione. Messi è il giocatore più rappresentativo di una squadra fenomale, che si può permettere addirittura di lasciare a casa giocatori del calibro di Lamela (in realtà mai preso veramente in considerazione dal ct a causa della stagione fallimentare al Tottenham), Cambiasso e, soprattutto, Tevez. La punta di diamante sarà il napoletano Higuain, che agirà davanti alla stella Messi, chiamato a dimostrare anche in Nazionale di meritare i paragoni con i calciatori più forti di tutti i tempi.

Dietro all’Argentina c’è la Bosnia ed Erzegovina, alla sua prima partecipazione alla fase finale dei Mondiali e possibile outsider della competizione. Quantità e qualità in rosa, in cui figurano i “nostri” Pjanić e Lulić, e un attacco da temere, guidato dal centravanti di fama internazionale del Manchester City, Edin Džeko, e sostenuto da Vedad Ibišević, pericolosa punta dello Stoccarda.

Gli uomini di Susić, vincitori del girone di qualificazione davanti a Grecia e Slovacchia, si giocheranno il secondo posto con la Nigeria, campione d’Africa in carica. Tra i “verdi”, occhio al centrocampo tutto muscoli, supportato dall’”italiano” Onazi e da Obi Mikel (centrocampista del Chelsea), e all’attacco dinamico e veloce, guidato da Emenike del Fenerbahçe.

Cenerentola del raggruppamento e possibile squadra materasso è l’Iran. Qualitativamente inferiore rispetto alle avversarie, la squadra asiatica non può contare su nessun vero talento, nè su alcun giocatore conosciuto a livello internazionale. La voglia di mettersi in mostra sarà tanta, ma il passaggio del turno per la squadra di Queiroz sembra pura utopia.

IL CALENDARIO – Ad aprire le danze nel gruppo F saranno Argentina e Bosnia ed Erzegovina il quindici giugno, quando in Italia scoccherà la mezzanotte. Messi contro Džeko per una gara che consentirà di capire se l’Albiceleste possa o meno rispettare i pronostici della vigilia.

Iran e Nigeria, invece, scenderanno in campo il giorno successivo, a Curitiba.

Grande attesa poi per la sfida del 21 giugno, quella tra Nigeria-Bosnia ed Erzegovina, che potrebbe valere il secondo posto nel girone e la qualificazione agli ottavi.

15 giugno ore 24:00: Argentina-Bosnia ed Erzegovina – Estàdio Nacional (Brasilia)
16 giugno ore 21:00: Iran-Nigeria – Arena Baixada (Curitiba)
21 giugno ore 18:00: Argentina-Iran – Estàdio Mineirão (Belo Horizonte)
21 giugno ore 24:00: Nigeria-Bosnia ed Erzegovina – Arena Pantanal (Cuiabà)
25 giugno ore 18:00: Nigeria-Argentina – Estádio Beira-Rio (Porto Alegre)
25 giugno ore 18:00: Bosnia ed Erzegovina-Iran – Arena Fonte Nova (Salvador)

Giuseppe Ferrara
9 giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook