Torna l’Empoli di Tavano, Ascoli primo ko di Silva

I toscani trascinati da un Tavano sempre più bomber del campionato cadetto,dilagano nel primo tempo poi rischiano il ritorno di un Ascoli sempre corsaro e poco attento in difesa che, si ferma dopo tre vittorie consecutive.

Al Castellani va in scena Empoli-Ascoli, sfida valida per la diciottesima giornata del campionato cadetto. Una partita tra due squadre che cercano disperatamente la salvezza ma sono reduci da risultati positivi: Carboni, all’esordio nella panchina dei toscani, ha colto la vittoria esterna a Gubbio; per l’Ascoli di Silva tre vittorie consecutive nelle ultime gare.

Confermate le scelte della vigilia: Carboni sostituisce sulla trequarti l’infortunato Saponara con Lazzari. Silva conferma il collaudato 5-3-2.

L’Ascoli non vince al Castellani dal 2006: finì 2-1 per i marchigiani che, allora in Serie A, s’imposero grazie alla doppietta di Budan. Per l’Empoli segnò Tavano.Quando l’Ascoli vinse al Castellani nella stagione 2005-2006, l’allenatore dei bianconeri era Giampaolo. E il secondo era Silva.

Inizio di gara è micidiale per i bianconeri che vanno sotto per ben tre volte colpiti da un Empoli cinico sotto porta. Al 3′,però, sono i marchigiani a farsi avanti per primi nella porta toscana.
La punizione di Vitiello trova il colpo di testa di Papa Waigo che termina lontano dalla porta, ma Cervellera fischia il fuorigioco al senegalese. Al 5′ l’Empoli passa. L’attaccante Tavano sfrutta al meglio l’imbucata di Buscè e solo davanti a Guarna non fallisce. Azzurri avanti 1-0. Per Tavano si tratta del 13simo centro in campionato, sempre più capocannoniere della Serie B. L’Ascoli accusa il colpo e prima rischia il raddoppio quando Coppola lancia Coralli che, appena entrato in area di rigore, calcia alto col sinistro,poi, subisce il raddoppio all’8′. Il trequartista Lazzari sfrutta al meglio l’assist di Coralli infilando Guarna con un destro a giro imparabile. La partita è bella,l’Ascoli dopo il pesante uno-due si rialza e si divora il gol al 10′: Soncin a tu per tu con Pelagotti preferisce mettere in mezzo. La difesa empolese libera su Parfait che calcia da fuori: tiro deviato in corner. Sul seguente angolo Vitiello trova la testa di Peccarisi, ma la palla termina fuori.

Dopo quasi un quarto d’ora gran ritmo nel match: Empoli avanti di due reti, ma l’Ascoli prova a reagire. Al 19′ buona manovra dell’Empoli: Tavano tocca la palla per Lazzari che calcia da fuori: palla deviata in corner con Guarna che osserva immobile. Al 24′ arriva il tris dell’Empoli: Il terzino Gorzegno sfrutta lo splendido assist in profondità di Tavano e fulmina Guarna sul primo palo. La partita è già indirizzata su binari favorevoli per i toscani: avanti di tre gol, la squadra di Carboni continua a dare spettacolo. Marchigiani pessimi in difesa. L’Ascoli in avanti non demorde e prova ad accorciare le distanze. Al 31′ Papa Waigo dalla linea di fondo trova Sbaffo che si gira e cerca la grande giocata, ma la sua rovesciata è alta di poco. Il senegalese è protagonista due minuti dopo quando Sbaffo gli serve una palla in profondità e lui realizza il gol della bandiera. Per Papa Waigo settimo centro in campionato. La squadra di Silva ci prova ancora e ha un sussulto al 38′:  Pasqualini mette al centro per la testa di Vitiello, che anticipa tutta la difesa azzurra, ma la palla termina fuori di un soffio.  L’Ascoli inizia a mettere alle corde un Empoli che dopo il 3-0 si è eccessivamente rilassato. Al 41′ si vede l’Empoli con Tavano che fa ammattire Peccarisi in velocità e appena entrato in area di rigore calcia un destro a giro che sorvola di poco la traversa.

Si chiude il primo tempo con l’Empoli in vantaggio 3-1 dopo 45′ molto divertenti, con attacchi pungenti e difese allegre. I toscani realizzano tre reti in 24′ grazie alle segnature di Tavano, Lazzari e Gorzegno. Nel finale meglio i marchigiani, che si sono riportati sotto grazie al gol del solito Papa Waigo.

L’inizio di secondo tempo è un monologo del primo. L’Empoli parte molto forte e l’Ascoli rischia di affondare. Al 52′ Tavano lanciato a rete salta Guarna con un pallonetto e il portiere lo stende. Peccarisi evita il gol, ma Cervellera fischia il rigore e espelle il portiere. Coralli calcia dal dischetto, ma piazza la palla sul palo e Maurantonio si salva. Il secondo tempo è meno vibrante del primo, anche se non mancano gli spunti interessanti da parte delle due squadre. Al 59′ gran destro da fuori di Tavano, ma Maurantonio respinge di pugno. 5′ dopo  L’Empoli prova lo schema: Gorzegno tocca per Tavano che si allarga sulla sinistra e crossa in mezzo ancora per il terzino che colpisce al volo di sinistro senza trovare la porta. L’Ascoli non sta a guardare e controbbatte: il neo-entrato Falconieri imbecca Pasqualini che calcia violentemente: Pelagotti respinge e Papa Waigo non riesce a ribadire in porta. Ci prova l’Empoli con Tavano di testa ma la palla va fuori (Cervellara ferma l’azione per fuorigioco). Bianconeri pericolosi con il nuovo entrato Falconieri che appoggia per il destro da fuori di Pasqualini, ma il tiro è centrale e Pelagotti blocca.  Brugman, dopo aver scambiato con Coralli, lascia partire un bel sinistro sul quale Maurantonio respinge con i piedi.

Silva esaurisce le sostituzioni togliendo Gazzola e inserendo Beretta. Nel finale l’Ascoli c’è. Lodevole l’impegno del picchio che si riversa in avanti a caccia del gol che riaprirebbe la gara, ma Pelagotti è spesso attento sulle sortite offensive bianconere.
 All’ 86′  destro insidioso di Vitiello dal limite dell’area, Pelagotti respinge. Poi, un minuto dopo,Pasqualini crossa in mezzo per Papa Waigo: l’attaccante si coordina come può e calcia, ma la palla termina sul fondo. Il forcing della squadra di Silva si materializza al 93′: il  neo-entrato insacca sul cross al centro di Vitiello, servito a sua volta da Papa Waigo.

L’Empoli batte l’Ascoli 3-2 prendendosi qualche rischio nel finale. Dopo il 3-1 per i padroni di casa nel primo tempo, gli ospiti restano in dieci ad inizio ripresa per l’espulsione di Guarna. Coralli sbaglia il rigore e nel finale Beretta trova la rete che spaventa gli azzurri, ma non basta. Con questo successo l’Empoli sale a quota 21, a +6 dalla terz’ultima; l’Ascoli interrompe la striscia positiva di tre vittorie di fila e resta ultimo con 8 punti.

Ce un po’ di rammarico nelle parole di Silva che sognava di portare a casa un punto ma la sua squadra ha pagato molto l’inizio di primo tempo: “In dieci abbiamo creato molto, rischiando addirittura di trovare il pari, ma il primo quarto d’ora è stato devastante. Si poteva rischiare la disfatta, ma abbiamo tenuto.”

E’ stato protagonista della vittoria dell’ Empoli il centrocampista Lazzari che si gode questi tre punti e guarda già avanti al prossimo impegno: “Siamo partiti bene premendo tanto, poi verso la fine abbiamo pagato un po’. Adesso dobbiamo riuscire a continuare  seguendo questa strada.”

Contento della seconda vittoria di fila che rilancia il suo Empoli è mister Carboni: “Abbiamo disputato una buona gara,potevamo chiudere la partita prima con il rigore. Nel finale abbiamo un po’ sofferto ma portiamo a casa tre punti che ci fanno morale.”

18 a giornata Serie B

Stadio : Castellani (Empoli)

Empoli-Ascoli 3-2

Marcatori:  4′ Tavano (E), 8′ Lazzari (E), 24′ Gorzegno (E), 33′ Papa Waigo (A), 93′ Beretta (A)
Ammoniti: Parfait (A), Pasqualini (A), Sbaffo (A), Signorelli (E), Tonelli (E)
Espulsi: Guarna (A)

Formazioni:

Empoli (4-3-1-2)                                                       Ascoli (5-3-2)

Pelagotti                                                                    Guarna
Gorzegno                                                                  Ciofani
Mori                                                                           Faisca
Tonelli                                                                      Gazzola
Vinci                                                                         Pasqualini
Buscè                                                                        Peccarisi
Coppola                                                                    Parfait
Lazzari                                                                      Sbaffo
Valdifiori                                                                  Vitiello
Coralli                                                                      Papa Waigo
Tavano                                                                      Soncin

All. Carboni                                                              All. Silva

di Armin Sefiu

3 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook