Tre squilli al Bari, l’Ascoli torna a sperare

Un Papa Waigo in gran forma, rinato dalla cura Silva, trascina i marchigiani alla terza vittoria. Il Bari superficiale, cade nel finale dopo aver retto per 70 minuti.

Nel posticipo della diciasettesima giornata di serie B continua il momento positivo dell’Ascoli di Silva che vince finalmente in casa e ottiene la sua terza vittoria di fila. Il cambio di panchina è oro per i bianconeri che vanno in vantaggio nel primo tempo,subiscono il ritorno dei pugliesi ma, nel finale con un uomo in più (espulso Bellomo), dilagano con le reti di Soncin e Di Donato.

Sfida tra formazioni penalizzate al Del Duca. L’Ascoli, ultimo in classifica con appena 5 punti, vuole continuare la striscia positiva e centrare la terza vittoria di fila, per avvicinare le dirette concorrenti per la salvezza. Il Bari è a metà classifica e non può permettersi ulteriori passi falsi, se vuole provare a lottare per un posto nei playoff.

Tante assenze per entrambe le squadre: Silva sceglie la coppia d’attacco Papa Waigo-Soncin, mentre tra gli ospiti Stoian e Galano vincono il ballottaggio con Rivas e sono in campo dall’inizio.

Ritmo piuttosto elevato nei primi minuti, seppur con molti errori da una parte e dall’altra. Al 5′ buona iniziativa dell’Ascoli, ma la conclusione di Papa Waigo non crea pericoli ed il successivo tentativo è respinto dalla difesa barese. Un minuto dopo Bari molto pericoloso: gran sinistro di Galano dai 25 metri: palla fuori di poco. Al 17′ Pederzoli mette in mezzo, Sbaffo riesce a colpire di testa, ma non impensierisce Lamanna. I ritmi continuano ad essere piuttosto frenetici con le due squadre che provano a vincere la partita ma non creano occasioni pericolose. Al 24′ si sblocca la partita. Papa Waigo chiede l’uno-due con Soncin che gli restituisce palla, il senegalese raccoglie e con un perfetto tocco infila Lamanna. Il Bari non sta ad attendere e ci prova con Galano ma il suo tiro al volo dal limite dell’area non impensierisce Guarna che para senza problemi. Il Bari prova a reagire, dopo il gol subito, ma fatica a creare pericoli alla porta di Guarna. Al 30′ Cross di Gazzola dalla destra, ci prova di testa ancora Papa Waigo, ma la conclusione è debole e centrale, senza problemi per Lamanna. Il più pericoloso del Bari è Galano che al 43′ prova il tiro dal limite dell’area, Guarna blocca in due tempi. Al 45′ grande occasione per l’Ascoli. Papa Waigo serve un ottima palla a Soncin,il bomber bianconero tira ma trova un grande Lamanna che sventa il pericolo. Finisce il primo tempo con l’Ascoli che conduce 1-0 sul Bari. Vantaggio meritato per i padroni di casa che, dopo un inizio favorevole agli ospiti, hanno condotto la gara.

Riprende il match con gli stessi 22 in campo del primo tempo. Il Bari cambia marcia ad inizio ripresa, prova a pressare l’Ascoli con continuità. Al 52′ gran destro di Crescenzi dai 25 metri, Guarna devia in corner. Al 57′ cross teso molto pericoloso di Garofalo, Faisca rischia con un tocco di testa, ma Guarna riesce a bloccare.Grande occasione per l’Ascoli: mette in mezzo Pasqualini, Soncin non riesce a trovare la porta da buona posizione.Dopo un iniziale pressing del Bari, l’Ascoli gioca con grande ordine in campo e riparte puntualmente. Al 63′ arriva il pari ospite: conclusione vincente di destro di Donati, sul passaggio di Marotta. La partita è equilibrata con la sensazione che il gol possa arrivare in un istante. Al 73′ episodio chiave della partita. Bellomo esce dalla barriera in anticipo e subisce la seconda ammonizione. Rosso per il n° 18 del Bari, che resta in 10. Ora l’Ascoli inizia l’assalto finale per cercare la vittoria, approfittando della superiorità numerica. Al 78′ i padroni di casa tornano in vantaggio: colpo di testa vincente di Soncin, dopo il tocco di Papa Waigo. L’Ascoli non si ferma, contropiede di Papa Waigo, la difesa barese devia in corner. Sul successivo corner, battuto da Pederzoli: colpo di testa a botta sicura di Papa Waigo, miracolo di Lamanna.

Finale di gara molto avvincente: l’Ascoli (in superiorità numerica) prova a chiudere i conti, il Bari si butta in avanti a caccia del pari.  All’ 83′ arriva il tris dei padroni di casa con il destro vincente di Di Donato, su assist di Papa Waigo.Finisce al Del Duca 3-1 per  l’Ascoli che torna al successo interno, il primo dell’anno, superando nell’ ultima parte di gara il Bari. Decidono le reti di Soncin e Di Donato nel secondo tempo, dopo che i pugliesi erano rimasti in 10 per l’espulsione di Bellomo. Ora la salvezza per l’Ascoli inizia ad essere una realtà nonostante la penalizzazione. Il Bari perde e si allontana dalla zona playoff ora distante sei punti.

A fine gara delusione di Torrente dopo lo stop di Ascoli: “Siamo stati poco cattivi e troppo superficiali. L’espulsione di Bellomo è stata troppo severa e ci ha condizionato.”

Ascoli al settimo cielo dopo la terza vittoria in campionato che rilancia i marchigiani in chiave salvezza. L’attaccante bianconero Soncin,autore del secondo gol che ha spaccato gli equilibri in campo, è felice per la rete e loda il suo tecnico: “Una vittoria che ci dà morale e consapevolezza che possiamo lottare. Mister Silva sta riuscendo a tirar fuori dal gruppo qualcosa che prima non riuscivamo ad esprimere.”

Grande soddisfazione dell’allenatore bianconero Silva: “Finalmente torniamo a vincere anche in casa. Sono felice per la prestazione della squadra che ha continuato a giocare dopo il pari. Ora pensiamo alla difficile trasferta di Empoli. Rimaniamo con i piedi per terra e continuiamo a lavorare bene.”

17 giornata Serie B
Ascoli – Bari 3-1

Marcatori: 24′ Papa Waigo (A), 63′ Donati (B), 78′ Soncin (A), 83′ Di Donato (A)
Ammoniti: Garofalo (B), Gazzola (A), Di Donato (A),Caputo (B),Pasqualini (A)
Espulsi: Bellomo (B)

Formazioni:

Ascoli (5-3-2)                                               Bari (4-3-3)

Guarna                                                           Lamanna
Faisca                                                             Borghese
Gazzola                                                          Ceppitelli
Ciofani                                                           Crescenzi
Pasqualini                                                       Garofalo
Peccarisi                                                          Bellomo
Di Donato                                                        Rivaldo
Pederzoli                                                          Donati
Sbaffo                                                               Gaiano
Papa Waigo                                                       Stoian
Soncin                                                              Caputo

All. Silva                                                        All. Torrente

di Armin Sefiu

29 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook