Udinese super in casa, Roma battuta 2-0

Il solito Totò Di Natale, comanda l’Udinese, sblocca la partita e da il la all’ ennesima vittoria tra le mura amiche. Buona la gara dei giallorossi castigati nel finale.

Nell’ anticipo della tredicesima giornata di serie A (prima giornata ancora da recuperare), nell’inedito venerdi, Roma e Udinese si affrontano per cercare un posto in Europa e non solo. Rialzare la testa e farlo subito. L’Udinese, dopo il ko esterno contro il Parma, prova a riprendere il cammino interrotto meno di una settimana fa al Tardini e a tornare in testa alla classifica seppur per 24 ore. Al Friuli, dove i bianconeri hanno sempre vinto in questa stagione, arriva una Roma rigenerata dalla sosta e che inizia a mettere in pratica le idee e la grinta di Luis Enrique.

La difesa resta il tallone d’Achille della formazione giallorossa, ma il gioco messo in mostra contro il Lecce lascia ben sperare per il futuro.

Prima della partita un piccolo contrattempo ritarda l’inizio della partita. Al Friuli ,sul terreno di gioco, ci sono nuove porte ‘mobili’ che, secondo il direttore di gara, sono pericolosissime per l’incolumità dei portieri. A destare i dubbi di Banti sono le barre laterali di alluminio che sostengono i pali e i ganci che tengono salda al suolo la struttura. Alla fine si è deciso, tra mille perplessità, di far passare la rete all’interno e non all’esterno com’era originariamente.

Primo tempo con poche emozioni. Udinese e Roma si annullano nei primi 45′ di gioco. Solo nel finale, con le due formazioni leggermente allungate, arrivano due occasioni per parte che, però, non impensieriscono Stekelenburg e Handanovic. Il primo tiro arriva al 9′ ma Asamoah calcia sul fondo dai 20 metri. Al 24′ buona occasione per i bianconeri: contropiede dei padroni di casa,Di Natale smarca Isla al limite, il cileno colpisce la traversa,ma era terminato in fuorigioco. Ci prova ,poi, il bomber bianconero ma la palla termina abbondantemente sul fondo. E’ sempre Udinese. Al 29′  sugli sviluppi di un corner, Di Natale crossa sul primo palo, Benatia di testa manda di poco alto sopra la traversa. Il primo tiro in porta della gara arriva al minuto 42 quando Abdi ci prova con un destro dal limite ma Stekelenburg blocca in due tempi. Due minuti dopo arriva il primo tiro della Roma con Gago, il suo destro dal limite finisce, però, di poco a lato. Nel finale di tempo due buone occasioni per entrambe le squadre. Prima è l’Udinese a sfiorare il vantaggio con Di Natale e Armero che,ostacolandosi sul secondo palo tutti soli,graziano Stekelenburg. Poi è la volta di Pjanic che entra in area ,dopo una grande falcata, e prova il diagonale di sinistro sul fondo.

Inizia la ripresa nel segno della Roma. Al 3′ arriva il primo acuto giallorosso: conclusione di De Rossi dalla distanza, Handanovic vola a deviare in angolo. Sugli sviluppi del corner Juan di testa sfiora il palo. Al 5′ ancora Roma. Affondo di Lamela sulla sinistra. L’argentino entra in area e prova la conclusione sul primo palo, Handanovic respinge, poi sulla carambola successiva il pallone termina sul fondo. I friuliani non stanno a guardare e creano una clamorosa palla gol al 20′ con Stekelenburg che salva i suoi. Sugli sviluppi di un corner, batti e ribatti all’interno dell’area di rigore,poi Basta trova il varco giusto per il tiro, ma l’estremo giallorosso è bravissimo a negargli la gioia del gol. Luis Enrique getta nella mischia Bojan,fuori Gago. Buon equilibrio,poi, la gara si spezza nel finale. Al 34′ su un lancio in profondità per Di Natale sul filo del fuorigioco, il centravanti bianconero controlla di testa in corsa,entra in area e col destro batte Stekelenburg. La Roma alla ricerca del pareggio ci prova con tiri dalla distanza che non inquadrano lo specchio della porta. Guidolin decide di togliere nel finale l’autore del gol abbassando il baricentro della squadra. In campo entra Pasquale. Finale incandescente. L’Udinese attende e colpisce di rimessa. Al 44′ Armero ben servito,entra in area,attende l’uscita  di Stekelenburg e con un tocco morbido serve sul secondo palo Isla che deve solo appoggiare in rete. Termina la partita,l’ Udinese batte la Roma 2-0 e torna in testa alla classifica. Giallorossi restano in quinta posizione e si allontanano dalla vetta della classifica. Altri due gol si uniscono ai 12 incassati in precedenza. Luis Enrique dovrà lavorare molto su una difesa che è riuscita a restare inviolata solo in quattro delle 12 gare giocate finora.

Un felicissimo Francesco Guidolin si presenta cosi ai microfoni: “Se avessimo giocato cosi a Parma avremmo centrato un altro risultato. I veri tifosi sanno la reale dimensione del nostro progetto. Dobbiamo giocare con questa intensità altrimenti siamo una squadra normale. Rimaniamo con i piedi per terra cercando di fare sempre il meglio in ogni gara”.

Delusione,invece, sul volto di Luis Enrique amareggiato della sconfitta immeritata decisa da due episodi sfortunati che hanno penalizzato la sua squadra: “Non siamo stati peggiori di loro e non è un risultato giusto. Il primo gol è arrivato su infortunio di Kjaer e poi abbiamo dovuto rischiare. Sappiamo che abbiamo margini di miglioramento. Ci stiamo allenando bene,proveremo a correggere i nostri errori .Abbiamo rischiato poco contro una squadra di qualità come l’Udinese. Complimenti a loro”.

“Non siamo particolarmente soddisfatti, anche se dobbiamo abituarci a qualche battuta d’arresto di una squadra come questa. Certo non dobbiamo esagerare. Volevamo dare continuità ai risultati, era un match da non perdere. Pensavamo di poter fare meglio”, commenta accigliato il ds Sabbatini dopo il 2-0 subito ad Udine dai giallorossi. E’ un problema dopo quello di Burdisso, anche l’infortunio di Kjaer: “Vediamo quale sarà l’entità. Cercheremo nel mercato di mettere a posto le lacune”.

Infine l’ad Fenucci sul rinnovo di De Rossi: “Un giocatore cosi non sarebbe dovuto arrivare a scadenza”.

“Dedichiamo questa vittoria a Guidolin. Ci teneva a fare bene a Parma e non ci siamo riusciti”: Antonio Di Natale è cosi, segna e poi pensa agli altri. Intanto l’Udinese batte 2-0 la Roma al ‘Friuli’ e torna in testa alla classifica, almeno per 24 ore. “Loro fanno tanto possesso palla. Noi siamo stati bravi ad aspettare e sfruttare l’occasioncina per segnare”. Con il capitano, ovviamente, almeno per 24 ore di nuovo capocannoniere con l’ex Denis. “La squadra si è molto rinnovata. Sono arrivati tanti giovani. L’obiettivo è sempre la salvezza più rapida possibile”. Ecco la capolista anomala…

Udinese – Roma 2-0
Marcatori: 79′ Di Natale (U), 89′ Isla (U)
Ammoniti: Benatia ( U), Pjanic ( R), Danilo (U), Juan ( R), Armero (U)
Espulsi: nessuno

Formazioni:

Udinese (3-5-2)                                                        Roma (4-3-1-2)

Handanovic                                                              Stekelenburg
Benatia                                                                     Jose Angel
Danilo                                                                       Juan
Domizzi                                                                    Kjaer
Basta                                                                         Taddei
Isla                                                                            Greco
Pinzi                                                                          Gago
Asamoah                                                                   De Rossi
Armero                                                                      Pjanic
Abdi                                                                          Lamela
Di Natale                                                                   Osvaldo

All. Guidolin                                                             All.  Luis Enrique

di Armin Sefiu   

26 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook