Icardi e Handanovic trascinano l’Inter. Sampdoria travolta 4-0

Icardi e Handanovic trascinano l’Inter. Sampdoria travolta 4-0

icardi-sampdoria-interL’Inter interrompe il digiuno di quattro gare senza vittorie ed espugna il campo della Samp con un netto 4-0. Incontro nervoso e ricco di episodi, primo tempo equilibrato con Handanovic grande protagonista, ripresa in cui i nerazzurri dominano a chiudono la sfida senza troppi problemi.

Mazzarri conferma Samuel al posto di Juan Jesus, rilancia Kovacic sulla mediana e affianca ancora Icardi a Palacio. Mihajlovic deve rinunciare a Gabbiadini e schiera un 4-3-3 con Eder e Sansone a supporto di Maxi Lopez.

Clima caldo a Marassi, Icardi viene beccato pesantemente dai suoi ex tifosi ma è proprio lui a siglare il vantaggio nerazzurro al 13’ con un destro al volo su assist dal fondo di Palacio. La reazione doriana è immediata perché Ranocchia stende ingenuamente Gastaldello in area, per Valeri è rigore ma Maxi Lopez viene ipnotizzato da Handanovic. Al 23’ Eder si prende due ammonizioni nel giro di trenta secondi per simulazione e proteste lasciando la Samp in dieci.

Al minuto 32 sempre Lopez impegna Handanovic che risponde alla grande, ancora lo sloveno si oppone magistralmente su una punizione di Sansone togliendo il pallone dall’incrocio.

I blucerchiati lottano e sembrano non accusare l’inferiorità mentre l’Inter non riesce mai a sfruttare gli spazi e le ripartenze, sul finire di tempo il portiere nerazzurro si esibisce in un altro grande intervento sulla conclusione di Soriano.

La ripresa inizia con la squadra di Mazzarri più aggressiva e padrona del campo, al 60’ Palacio scaglia un sinistro potente in porta ma Da Costa devia in corner, sugli sviluppi dell’angolo Samuel impatta di testa e sigla il 2-0.

L’Inter insiste e arriva il tris ancora con Icardi servito sotto porta da Palacio, il giovane argentino da posizione defilata trova il secondo palo e la sua seconda doppietta consecutiva.

La Samp si riaffaccia in avanti sempre con Maxi Lopez che tiene bene il duello con Samuel e cerca l’angolo basso con il pallone che sfila di poco a lato. Cala il ritmo del match, arrivano le sostituzioni e l’Inter gestisce il largo vantaggio. Al 79’ anche Palacio trova la via del gol dopo uno scambio con Alvarez, “El Trenza” si presenta davanti a Da Costa e lo beffa con un piatto sul palo lungo chiudendo del tutto il confronto.

I nerazzurri sbancano Marassi dopo aver sofferto nel primo tempo e rafforzano il quinto posto, nulla da rimproverare invece alla Samp coraggiosa e propositiva per un’ora nonostante l’inferiorità.
A Marassi termina 4-0 per l’Inter.

SAMPDORIA – INTER 0-4 (PRIMO TEMPO 0-1)

Marcatori: Icardi 13’ e 63’, Samuel 61’, Palacio 79’.
Ammoniti:
Ranocchia, Samuel, Soriano, Gastaldello, Icardi, Costa, Krsticic.
Espulso:
Eder.

SAMPDORIA (4-3-3): Da Costa; De Silvestri, Mustafi, Gastaldello, Regini; Palombo (dall’84’ Lombardo), Obiang; Sansone (dal 67′ Okaka); Soriano, Eder, Maxi Lopez.
Allenatore:
Sakic (Mihajlovic squalificato).

INTER (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Samuel, Rolando; Nagatomo, Kovacic (dall’80’ Milito), Cambiasso, Hernanes (dal 75′ Taider), D’Ambrosio; Palacio, Icardi (dal 68′ Alvarez).
Allenatore:
Mazzarri.

ARBITRO: Valeri (Roma).

di Matteo Ciofi
13 aprile 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook