La Roma vuole crederci: 3-1 all’Atalanta e Juve più vicina

La Roma vuole crederci: 3-1 all’Atalanta e Juve più vicina

Nell’anticipo serale della trentatreesima di campionato, la Roma, decimata dalle assenze, firma la sua settima vittoria consecutiva, regalando ai propri tifosi un sabato di grande calcio e portandosi momentaneamente a cinque lunghezze dalla capolista Juventus, chiamata a rispondere nel monday night in terra friulana. Con il 3-1 sancito dalle reti di Taddei e Ljajic nel primo tempo e Gervinho nella ripresa, i giallorossi raggiungono quota 79 punti a cinque giornate dal termine: numeri da record, che, nonostante il sogno tricolore quasi del tutto sfumato, conferiscono al team di Garcia la certezza di una stagione da incorniciare.

Partenza sprint per i giallorossi, subito insidiosi dopo appena due minuti dal via grazie alla serpentina in area di Gervinho, che manda a vuoto tre difensori e calcia a botta sicura, trovando, tuttavia, la respinta di Consigli in uscita disperata. La Roma ha fame di goal e continua sulle ali dell’avvio intraprendente, portando al tiro prima Maicon e poi Totti (punizione): i due tentativi, fuori misura, si spengono sul fondo. Ancora Gervinho, al minuto 12, si sposta la palla sul destro e fa partire un potente rasoterra dalla lunetta, neutralizzato senza difficoltà dal portiere bergamasco. E’ il preludio del vantaggio: al 14’, è Rodrigo Taddei a sbloccare il parziale, sfruttando l’appoggio di Dodò all’interno degli 11 metri, caparbio a farsi largo nella circostanza, e concludendo con un destro dal limite che, pescando il jolly della deviazione vincente, non lascia scampo all’incolpevole Consigli: 1-0 e gara immediatamente in discesa per gli uomini di Garcia. Nonostante il favore del risultato, i capitolini non allentano la tensione e proseguono nella gestione della sfera, accompagnando con personalità lo scorrere del cronometro. Non solamente: al 25’ Totti sfiora il raddoppio intercettando la traiettoria di un ottimo fendente disegnato da Maicon, ma il tocco in scivolata del numero 10 accarezza il palo mancando lo specchio. Pur non siglando il goal del 2 a 0, i padroni di casa macinano gioco e spettacolo, come in occasione del 36’, quando un rapidissimo fraseggio nello stretto offre l’opportunità di far male a Nainggolan: il suo tiro esce di un soffio alla destra di Consigli. Appuntamento con la marcatura soltanto rimandato. Scambiando sul velluto, nell’ordine Gervinho, Totti e De Rossi fanno danzare il pallone fino ai piedi di Ljajic, che, al 44’, deve soltanto depositare in rete da distanza ravvicinata per realizzare il 2-0 che chiude il primo tempo.

Le battute iniziali della ripresa vedono l’Atalanta tentare un approccio maggiormente propositivo, tuttavia, sempre attenta in fase di ripiegamento, la compagine giallorossa si affida alla solidità di una linea difensiva coriacea, per di più coadiuvata dal lavoro di interdizione di un De Rossi in serata di grazia. Ma la gestione del passivo non sembra bastare alla squadra romana, che al 63’, infatti, trova l’acuto del 3-0: tacco di Totti, filtrante di Ljajic e goal di Gervinho, il quale, a tu per tu con Consigli, non sbaglia e scuote la rete con un destro forte e micidiale. Messa la vittoria in cassaforte, la seconda forza del torneo non cessa di regalare emozioni. Al 72’ le speranze di doppietta di Ljajic si stampano sul palo, a Consigli battuto, dopo una conclusione dal limite di pregevole fattura. Ancora Roma vicina al quarto goal, al minuto 75, quando Gervinho cicca il pallone a porta spalancata sull’ottimo assist di Dodò. Nonostante il match a senso unico, c’è spazio per Migliaccio, che inserisce il suo nome nel tabellino marcatori grazie a un colpo di testa ben indirizzato all’angolino alla destra di De Sanctis. Sarà l’ultimo capitolo di un confronto mai in bilico e privo di colpi di scena. Roma-Atalanta finisce 3-1.

TABELLINO

Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon (79’ Romagnoli), Toloi, Castàn, Dodò; Taddei, De Rossi, Nainggolan; Ljajic (87’ Ricci), Totti (76’ Bastos), Gervinho. A disp.: Skorupski, Lobont, Jedvaj, Torosidis, Romagnoli, Mazzitelli, Bastos, Ricci, Berisha. All.: Rudi Garcia.

Atalanta (4-4-2): Consigli; Benalouane, Stendardo (73’ Lucchini), Yepes, Brivio; Estigarribia (67’ Baselli), Migliaccio, Cigarini, Bonaventura; De Luca (59’ Livaja), Denis. A disp.: Sportiello, Frezzolini, Lucchini, Bellini, Nica, Raimondi, Konè, Carmona, Baselli, Giorgi, Livaja, Betancourt. All.: Stefano Colantuono.

Marcatori: 14’ Taddei, 44’ Ljajic, 63’ Gervinho, 78’ Migliaccio.
Cartellini: 5’ Stendardo (A), 32’ Cigarini (A), 65’ Estigarribia (A)
Recupero: 1, 3.
Arbitro: Guida di Torre Annunziata.

Mattia Coletti
12 aprile 21014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook