La Roma vince di misura con il Lecce: 2-1

di Armin Sefiu  

I giallorossi giocano una grande partita,sprecano molto e non concretizzano le tante occasioni da gol. Rischiano nel finale un clamoroso pareggio e si vedono annullare ingiustamente un gol di Osvaldo.

Nel posticipo dell’ undicesima giornata di serie A la Roma va all’assalto del Lecce per mettere un piede in zona europea. Rispetto alla gara di Novara, Luis Enrique perde Burdisso, infortunatosi gravemente al ginocchio con l’Argentina, e lo rimpiazza rilanciando Heinze accanto al recuperato Kjaer, preferito a Cassetti al centro della difesa. Totti torna a disposizione dopo un mese e mezzo ma parte dalla panchina.

Il trequartista sarà Lamela con Osvaldo e Bojan, riproposto dal 1’, in avanti. Nel Lecce l’ex Di Francesco apporta due cambi alla squadra che ha espugnato Cesena, rilanciando Corvia in attacco al posto dello squalificato Muriel e preferendo Julio Sergio a Benassi in porta. A Roma la serata è umida ma serena, il terreno in ottime condizioni.

Nei primi minuti una Roma pimpante domina a centrocampo, Lecce tutto raccolto dietro la linea della palla. Al 13′ punizione dalla trequarti di Lamela che termina direttamente un metro a lato alla destra di J. Sergio. Un minuto dopo Taddei da sinistra centra per Pjanic che non trova la deviazione col sinistro da pochi passi: J. Sergio si salva e blocca. Al 26′ la Roma trova il vantaggio:  lancio di De Rossi per Taddei che ha messo in mezzo per Pjanic che da due passi a porta vuota ha insaccato di sinistro. Il Lecce non c’è, è sempre la Roma a macinare gioco. Al 31′ Lamela va via a sinistra in area e centra per Bojan che incredibilmente colpisce male da due passi d’esterno e manda a lato a porta vuota. Due minuti dopo su punizione dalla destra di Oddo, va di testa Corvia: Stekelenburg si distende e blocca in presa alta. Sono ancora i giallorossi che sprecano. Lancio in verticale per Osvaldo che calcia addosso a J. Sergio uscito fuori area. Ultima occasione è per i pugliesi: tiro-cross dal vertice sinistro dell’area di Olivera, la palla termina 2 metri a lato alla sinistra di Stekelenburg. Una buona Roma è meritatamente avanti per 1-0 sul Lecce. I giallorossi stanno concretizzando un evidente predominio territoriale (64% di possesso palla). Emblematica l’azione del gol: 19 passaggi consecutivi prima di mettere Pjanic in condizione di segnare a porta vuota.Il Lecce s’è svegliato solo dopo lo svantaggio e ha creato qualche grattacapo agli uomini di Luis Enrique soprattutto con le sgaloppate sulla destra di Cuadrado. Ma per ora è parso decisamente troppo poco.

Inizia la ripresa e la Roma raddoppia all’ 8′: Pjanic smarca ai 25 metri Gago che con un destro in diagonale sorprende nell’angolo un non impeccabile J. Sergio. Un minuto dopo Taddei lancia in area Lamela che a tu per tucon J. Sergio mette il sinistro in diagonale a fil di palo alla sinistra del portiere. Sbanda paurosamente il Lecce, in evidente difficoltà psicologica ora. Al 15′ Gago allarga a destra per Osvaldo che calcia addosso a J. Sergio che mette in angolo. Roma arrembante dopo il raddoppio. Al 17′ lancio di Lamela sulla sinistra per Bojan che di punta manda alto di un soffio oltre la traversa. Sul fronte oppposto incredibilmente il Lecce va in gol: lancio di Grossmuller per Bertolacci che, scattato sul filo del fuorigioco, ha battuto Stekelenburg in uscita con un pregevole pallonetto d’esterno destro. Ancora un occasione limpida per i giallorossi: Lamela serve sulla sinistra per Taddei che centra: J. Sergio respinge sui piedi di Bojan che dai 10 metri manda incredibilmente alto di un soffio a porta vuota. Cambio per Luis Enrique che manda in campo il capitano Totti al posto di Bojan. Grande prova di Taddei che al 24′ prova il destro da fuori: J. Sergio si distende sulla destra e respinge. Al 26′ brividi per la porta giallorossa: lancio in area sulla destra per Cuadrado il cui destro in diagonale termina di un soffio alla destra di Stekelenburg. Passato il pericolo la Roma va vicino alla rete al 30′ ma il gol viene annullato: Gago centra per Osvaldo che insacca con una magnifica semirovesciata all’incrocio. Era, in realtà, in posizione regolare.  La Roma continua a sprecare: da Lamela a Greco il cui sinistro a giro è tolto dall’incrocio con un volo plastico da J. Sergio. La Roma continua a gestir palla, il Lecce ci prova solo con veloci verticalizzazioni. Ultima chance è per Totti che al 39′ prova il destro da fuori: palla che termina di un soffio oltre l’incrocio alla sinistra di J. Sergio. La Roma chiude in avanti senza rischiare nulla, batte 2-1 il Lecce e sale a 17 punti in quinta posizione, ottiene la seconda vittoria consecutiva. Lecce rimane in terzulitma posizione a 8 punti.

Roma bellissima per lunghi tratti, ma che tiene in vita il lecce sino agli ultimi secondi, prima di esultare per il 2-1 dell’Olimpico che issa i ragazzi di Luis Enrique sino al quinto posto in classifica. “Stiamo crescendo, dobbiamo migliorare nella concentrazione in zona gol”, dice Taddei, che al 25′ serve a Pjanic la palla per il suo primo gol in giallorosso.

E’ dello stesso avviso l’allenatore giallorosso Luis Enrique: “Abbiamo fatto un ottima partita. Ho visto il gioco che sto chiedendo, ma dobbiamo essere più concreti. Bojan? Ha fatto una buona gara, si è mosso molto bene,peccato per non averla messa dentro. Bello il gol di Osvaldo,peccato perchè so che era regolare. Siamo sulla buona strada, stiamo giocando bene e aspetto di avere il Totti di qualche mese fa. E’ importante per noi.”

Felice del primo gol in giallorosso Miralem Pjanic: “Sono contento che il mio gol è servito alla Roma per vincere la partita. Sono dispiaciuto per l’eliminazione della mia nazionale dagli europei”.

Molto deluso della prestazione della squadra in evidente difficoltà ed emozionato del suo ritorno all’ olimpico dove vinse uno scudetto. L’allenatore dei pugliesi racconta cosi il film della partita: “Abbiamo meritato questa sconfitta. Non mi è piaciuto l’approccio della squadra nella prima parte di gara. Siamo stati poco attenti. E’ positivo essere rimasti in partita fino alla fine. Dobbiamo pensare subito alla prossima gara fondamentale per il nostro cammino. Emozionato per il ritorno a Roma.”

Roma – Lecce 2-1
Marcatori: 25′ Pjanic ( R), 54′ Gago ( R), 61′ Bertolacci (L)
Ammoniti: Gago ( R), Strasser (L), Corvia (L)
Espulsi: nessuno

Formazioni:

Roma (4-3-1-2)                                                          Lecce (4-2-3-1)

Stekelenburg                                                              Julio Sergio
Taddei                                                                         Oddo
Heinze                                                                        Carrozzieri
Kjaer                                                                           Esposito
Rosi                                                                             Tomovic
Pjanic                                                                           Strasser
Gago                                                                            Grossmuller
De Rossi                                                                      Cuadrado
Lamela                                                                        Bertolacci
Bojan                                                                          Olivera
Osvaldo                                                                      Corvia

All. Luis Enrique                                                          All. Di Francesco

21 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook