Under 21 sempre più “over,” batte anche l’Ungheria. La qualificazione europea è vicina…

di Luigi Rubino

Ancora una convincente prova dell’UNDER 21 che contro l’Ungheria incamera tre punti quasi decisivi per la qualificazione ai play- off degli Europei che si svolgeranno nell’ottobre del 2013  in Israele. La squadra viaggia con il vento in poppa. I suoi successi ( cinque finora) sono tutti meritati e dimostrano finalmente il grande valore di questa squadra che ormai gioca a memoria e soprattutto con grande maturità. Splendida la coreografia che offre il piccolo stadio “Capozza” di Casarano. Non c’è un posto libero sugli spalti. I quattromila spettatori presenti accolgono con grande calore l’Italia.

Numerosi cartoncini lucidi colorati di azzurro nelle curve e altri con il colore del tricolore vengono alzati in alto in un coreografia che fa venire i brividi. La prima azione  è dell’Ungheria con Bodi, ma la mira è imprecisa. Rispondono gli azzurrini al 9′ con Ragusa che serve Destro, ma il suo tiro è bloccato da Gulacsi. Il risultato si sblocca al 20′: Gabbiadini, molto bravo, sfrutta alla perfezione un assist di testa di Destro, entra in area in velocità e con un preciso tiro supera il portiere ungherese. La reazione degli ospiti è ben contenuta dagli azzurri, che rischiano soltanto al 35′ quando, su azione da angolo, il tiro di Beliczky in area viene respinto da Crescenzi. Nella ripresa, gli azzurrini al 56′ sfiorano il raddoppio: Gabbiadini lancia Destro che entra in area, ma l’attaccante solo davanti al portiere manda, incredibilmente, il pallone sopra la traversa. L’Italia però combatte bene e conquista numerosi palloni a centrocampo, fermando ogni tentativo avversario. Al 62′ Faraoni rileva Ragusa. Il secondo gol azzurro che chiude il match arriva al 79′: sgroppata sulla sinistra di Florenzi ( buona la sua prova) cross basso in area per Paloschi, subentrato a Destro pochi secondi prima, e palla in rete. All’83’ fa il suo esordio azzurro il giovane e promettente attaccante del Milan El Sharawy che tre minuti dopo ha la grande occasione per  bagnare il suo debutto con il gol , ma la sua splendida fuga e susseguente tiro finale non trovano fortuna per la valida opposizione di Fiola. Al 89′ Florenzi lancia stupendamente ancora El Sharawy che tira prontamente, ma il suo tiro viene respinto dal portiere ungherese. L’Italia vince l’ennesima partita, collezionando record: quinta vittoria in altrettante partite, 16 reti realizzate, 2 reti appena subite. Piu perfetti di così…

Italia – Ungheria 2 – 0

Reti: 20′ Gabbiadini, 79′ Paloschi

 

16 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook