L’Ascoli torna a vincere, Brescia in crisi

di Armin Sefiu      

La squadra del nuovo tecnico Silva torna alla vittoria dopo circa due mesi con il gol di Falconieri. Cadono le rondinelle in crisi di risultati e gol.

Nella quindicesima giornata del campionato di serie B al Rigamonti si affrontano due squadre in crisi di risultati,con il Brescia che non segna da sei partite e ha racimolato  un punto nelle ultime sette partite (pareggio con la Sampdoria). L’Ascoli,invece, penalizzata di dieci punti per problemi finanziari viene da sei sconfitte consecutive che ha portato all’esonero di Castori.

A Brescia si gioca sotto lo sguardo attento di Pep Guardiola che è venuto a guardara la sua ex squadra.
La partita non è entusiasmante con il Brescia subito molto aggressivo. Le rondinelle conquistano il secondo calcio d’angolo della partita. Sul seguente angolo tiro da fuori di Cordova parato da Guarna senza problemi.  La prima occasione pericolosa è per l’Ascoli con Faisca che di testa manda fuori il pallone di un niente. Al 6′ una girata di testa di Salamon è parata a terra dall’estremo difensore bianconero.La partita è molto equilibrata e per mezz’ora non succede nulla di importante. Calano i ritmi dopo un avvio vivace.La svolta arriva al minuto 34 quando Soncin si guadagna una punizione. Falconieri batte una splendida punizione dai 30 metri con la palla che si insacca sotto lo sguardo del portiere Leali. Budel e Berardi ci provano dalla distanza,para il portiere Guarna.Si chiude il risultato con l’Ascoli in vantaggio per 1-0.

Nella ripresa la gara è più viva. Al 50′ buona occasione per il Brescia con Maccan,ma la difesa avversaria si salva. Un minuto dopo calcio di punizione per il Brescia dall’out di sinistra: le Rondinelle provano lo schema, la difesa intuisce e chiude. Al 60′ Silva decide di inserire forze fresche in avanti sostituendo l’autore del gol Falconieri con Papa Waigo. E’ proprio il nuovo entrato ad avere una vera palla gol : l’attaccante bianconero si invola verso la porta,dribbla il difensore e manda alto sciupando il colpo del ko.Il Brescia continua a premere alla ricerca del pareggio che non arriva. Ci prova anche Scaglia il cui sinistro a giro è alto di poco.L’Ascoli quando esce dalla sua metà campo crea dei seri pericoli da gol. Al 68′ la reazione dell’ Ascoli è immediata: rapido contropiede di Soncin che pecca di egoismo cercando la conclusione peronale. D’istinto Leali riesce a riparare in corner.  La squadra di Scienza prova a crederci nel finale. Vass e Cordova ci provano dalla distanza, Scaglia sciupa calciando malamente a lato.Alla fine il pressing dei padroni di casa non produce nessuna palla gol. La squadra di Silva controlla la partita e porta , cosi, a casa tre punti fondamentali in chiave salvezza. Il Brescia, giunto alla nona partita senza vittorie, rimane a 17 punti a metà classifica. Ora la panchina di Scienza traballa.

15 a giornata Serie Bwin
Brescia – Ascoli 0-1

Marcatori: 34′ Falconieri (A)
Ammoniti: Sbaffo (A), Pasqualini (A), Giovannini (A),Gazzola (A), Berardi (B)
Espulsi: Zambelli (B)

Formazioni:

Brescia    (4-2-3-1                                           Ascoli (5-3-2)

Leali                                                                Guarna
Zambelli                                                          Gazzola
Magli                                                               Giovannini
De Maio                                                          Peccarisi
Berardi                                                            Faisca
Salamon                                                          Di Donato
Cordova                                                          Pederzoli
Budel                                                              Pasqualini
Antonio                                                          Sbaffo
Scaglia                                                           Falconieri
Maccan                                                          Soncin

All. Giuseppe Scienza                                  All. Massimo Silva

14 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook