La Lazio perde la gara della svolta. 1-0 Atalanta

La Lazio perde la gara della svolta. 1-0 Atalanta

Lazio-AtalantaIn inferiorità numerica e sotto di un gol la Lazio non riesce a reagire e perde una sfida che avrebbe potuto significare moltissimo in prospettiva Europa. Vince l’Atalanta.
PRIMO TEMPO
In un Olimpico deserto, in virtù della contestazione dei tifosi contro il presidente Lotito, la Lazio ha l’occasione di accorciare sulle rivali per il sesto posto in classifica che vuol dire Europa. La squadra di Reja parte bene con Candreva e Keita che provano subito a farsi pericolosi con due conclusioni che Consigli controlla agevolmente. L’Atalanta subisce l’impostazione di gioco dei padroni di casa ma è molto abile a serrare i ranghi negli ultimi sedici metri rendendo sterili le sortite biancocelesti. Al 23′ Konko con un tiro-cross stampa la sfera sulla traversa, al 30′ Candreva con una grande punizione chiama Consigli a compiere una grande parata. Gli ospiti si fanno pericolosi nei minuti finali con Maxi Moralez che serve in area Stendardo, l’ex manda di poco fuori. La prima frazione termina sul risultato di parità.
SECONDO TEMPO
Il secondo tempo inizia con una Lazio ridisegnata a centrocampo con l’ingresso di Lulic. Il pallino del gioco è sempre in mano ai biancocelesti che tentano di andare in vantaggio con giocate da fuori area da parte di Candreva e Biglia. Il vantaggio lo trova l’Atalanta al minuto 60: colpo di testa di Estigarribbia, miracolo di Marchetti che respinge centrale si avventa prima di tutti Moralez che, con la punta, ribadisce in rete. I padroni di casa non mollano e sfiorano immediatamente il pari con Biava che, in area, si gira ma non trova la porta. Al 63′ grossa ingenuità di Candreva che si vede sventolare il cartellino rosso in faccia per somma di ammonizioni. In inferiorità numerica la Lazio cambia modulo ma non riesce più ad essere pericolosa, gli uomini di Colantuono controllano in difesa e cercano di pungere in contropiede. Finisce 1-0 per i bergamaschi.
Ritorna il buio, ritorna la lazio ad intermittenza. Primo tempo di carattere ma concretamente nullo sotto porta, nonostante i cambi offensivi di Reja la Lazio si è fatta viva solo con conclusioni da fuori area, molti cross sprecati con i due pilastri della difesa atalantina abili nel gioco aereo. Poteva essere un’occasione ghiotta in virtù degli altri risultati. I biancocelesti perdono l’ennesima partita.
LAZIO (4-3-3)- Marchetti; Konko, Biava, Cana (76′ Perea), Radu; Gonzalez, Biglia, Onazi (46′ Lulic); Candreva, Klose (85′  Kakuta), Keita. All. Reja. Berisha, Guerrieri, Pereirinha, Ciani, Novaretti, Cavanda,  Mauri, Felipe Anderson
ATALANTA (4-4-1-1)- Consigli; Benalouane, Stendardo (79′ Lucchini), Yepes, Brivio; , Baselli (70′ Migliaccio), Carmona, Bonaventura, Estigarribia; Moralez (85′ Raimondi); Denis. All. Colantuono. Sportiello, Frezzolini, Giorgi, Scaloni, Nica, Del Grosso, Brienza, De Luca, Bentancourt
ARBITRO: Peruzzo (sez. Schio)
MARCATORI: 60′ Moralez (A)
AMMONITI: Keita (L), Candreva (L), Consigli (A)
ESPULSI: Candreva per doppia ammonizione

di Damiano Rossi (Frascati)
9 marzo 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook