Il Pipita non basta: il Genoa ferma il Napoli sull’ 1-1

Il Pipita non basta: il Genoa ferma il Napoli sull’ 1-1

seriea1314_napoli-genoa

La rincorsa del Napoli al terzo posto è frenata dal Genoa di Gasperini, che con una buona prova nel Monday Night della 25°giornata della seria A inchioda i partenopei sul risultato di 1-1. Il vantaggio partenopeo è siglato dal solito Higuain, che servito splendidamente da Hamsik, beffa l’estremo difensore Genoano. Ad rovinare la festa del San Paolo è l’ex del match Calaio che, sul finale di gara, pennella da calcio di punizione una traiettoria magistrale portando Il Grifone al pareggio.
Benitez schiera il Napoli con il 4-2-3-1, dando fiducia a Jorginho sulla mediana e a Mertens nel tridente dietro ad Higuain. Il Genoa si dispone con un 3-4-3, affidandosi in attacco ad Gilardino, coadiuvato da Sculli e Konatè.

Primo Tempo

Il Napoli da subito prova del suo potenziale offensivo con Mertens, che già all’8° minuto mette alla prova i riflessi del giovane Perin con pericoloso un destro a giro disinnescato dall’estremo difensore rosso-blu. Il vantaggio partenopeo si concretizza dieci minuti più tardi quando Hamsik serve un pallone telecomandato a Higuain che, aggirando la difesa genoana con un movimento da grande attaccante, scavalca il portiere del Genoa con un morbido scalino. La partita è vivace ed il Genoa cerca subito di reagire, ma Konatè a tu per tu con Reina non ha la giusta lucidità per portare il Grifone al pareggio e la sua conclusione impatta sull’estremo difensore ex Liverpool. Su un repentino capovolgimento di fronte è Il Pipita ha cercare la doppietta personale con una conclusione che termina a poca distanza dal palo. Il Napoli continua a premere ed Mertens sfiora ancora il gol con uno splendido tiro dalla lunga distanza, che si spegne di poco sul fondo. Al 35° è il Genoa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ad avere l’occasione di andare sul risultato di parità sempre con Konatè, ma il colpo di testa dell’attaccante Senegalese è deviato in angolo da Reina.

Secondo Tempo.

La ripresa inizia senza Gilardino, con l’attaccante rosso-blu è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per problemi fisici, al suo posto subentra il greco Fetfatzidis con Konatè che passa al centro dell’attacco del Grifone. I secondi 45 minuti iniziano su ritmi più lenti con il Napoli in controllo della partita. Al 61°la grande occasione partenopea per chiudere la partita si concretizza sui piedi di Callejon, la cui conclusione è deviata da Antonelli in calcio d’angolo. Il Napoli a metà della ripresa sembra cominciare ad accusare la fatica del match, probabile retaggio della partita di Europa League disputata in settimana, favorendo in tal modo l’avanzata genoana. Gasperini capisce l’importanza del momento ed inserisce Calaio al posto di un provato Motta, dando maggiore peso all’attacco del Grifone. Il Napoli cerca di gestire la partita ma all’ 84°arriva la doccia fredda che gela il San Paolo: Calaio realizza una splendida rete da calcio di punizione creando una parabola imparabile che colpisce il palo e si insacca alle spalle di un incolpevole Reina. Gli uomini di Benitez attuano negli ultimi scampoli di gara un disperato forcing, ma alla fine dei 90 minuti il risultato rimane fermo sull’1-1

Passo falso del Napoli che inciampa nella sua rincorsa alla Roma, ora a più sei (con una partita ancora da disputare) sui partenopei. In particolare nel finale la compagine di Benitez ha mostrato segni di un evidente calo fisico, da imputare probabilmente all’impegno europeo infrasettimanale. Buona la prova del Genoa che, rinvigorito dalla cura Gasperini, conquista il suo quarto risultato utile consecutivo ed esce indenne dal San Paolo.

Tabellino:

Napoli (4-2-3-1): Reina; Reveillere, Fernandez, Albiol, Ghoulam; Behrami, Jorginho (35′ st Inler); Callejon, Hamsik (27′ st Insigne), Mertens (40′ st Pandev); Higuain. A disp.: Colombo, Contini, Henrique, Britos, Maggio, Radosevic, Dzemaili, Pandev, Zapata. All.: Benitez

Genoa (3-4-3): Perin; Burdisso, De Maio, Antonini; Motta (18′ st Calaiò), Matuzalem, Bertolacci, Antonelli; Konaté, Gilardino (1′ st Fetfatzidis), Sculli (33′ st Centurion). A disp.: Bizzarri, Albertoni, Portanova, Marchese, Cofie, Cabral, Sturaro, De Ceglie. All.: Gasperini

Arbitro: Banti

Marcatori: 13′ Higuain (N), 38′ st Calaiò (G)

Ammoniti: Hamsik, Albiol, Higuain, Callejon, Mertens (N), Matuzalem, Sculli (G)

Damiano Rossi
25 febbraio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook