Champions League: Milan beffato nel finale. Con l’Atletico è 0-1

Champions League: Milan beffato nel finale. Con l’Atletico è 0-1

abate-diego-costa-milan-atleticoAvrebbe meritato la vittoria, magari anche con più di un gol di scarto. Il Milan che esce dalla notte di Champions League, invece, non può far altro che recriminare per aver perso una partita a larghi tratti dominata, soprattutto nel primo tempo. Uno 0-1 beffardo contro un Atletico Madrid cinico nel momento decisivo, capace di sfruttare il momento di calo fisico (evidente) degli avversari e approfittare dell’unica ingenuità difensiva milanista.

Come avviene praticamente ogni anno, la musica della Champions risveglia i vecchi ardori di una squadra che arranca in campionato, trasformandola in una compagine competitiva in Europa. Seedorf affida a Essien e De Jong le chiavi del centrocampo, mentre in avanti Taarabt, Kakà e Poli si muovono alle spalle dell’unica punta Balotelli.

L’Atletico parte con un atteggiamento aggressivo: pressing alto e velocità di manovra. Il Milan non si fa imbrigliare dagli spagnoli, ma, anzi, attacca in maniera decisamente pericolosa e, purtroppo per i rossoneri, anche sfortunata. Al 15’, al termine di un’azione spettacolare, Taarabt serve in area Kakà, che lascia partire un tiro di sinistro che si stampa sulla traversa. Al 18’ è invece il palo, dopo la deviazione di un prodigioso Courtois, a negare il gol a Poli, che aveva colpito indisturbato di testa a centro area.
L’Atletico Madrid è in bambola e si riaffaccia in avanti solo al 36’, quando Abate è fondamentale nel chiudere Diego Costa e mettere la palla in calcio d’angolo.

La ripresa è più ragionata. Il Milan esaurisce la spinta offensiva e l’Atletico inizia a giocare in maniera più incisiva. I rossoneri fanno un gran possesso palla, ma finalizzano meno rispetto al primo tempo. Kakà prova a scuotere i suoi con una rasoiata dal limite dell’area, senza però riuscire a centrare lo specchio della porta. La partita sembra inesorabilmente indirizzata verso il pareggio, che starebbe comunque stretto al Milan, e invece, al 38’, arriva la beffa: Diego Costa, favorito dalla sponda involontaria di Abate, insacca di testa da pochi passi. Subito dopo, quando Rami sfiora il palo su punizione, si capisce che per il Milan è una di quelle serate in cui la porta sembra stregata.
Al ritorno per il Milan servirà lo stesso atteggiamento e, ovviamente, un pizzico di fortuna in più.

TABELLINO:
MILAN-ATLETICO MADRID 0-1
(83′ Diego Costa)
MILAN
: Abbiati ; De Sciglio (25 Abate), Bonera, Rami, Emanuelson; De Jong, Essien; Poli (85′ Costant), Kakà, Taarabt; Balotelli  (77′ Pazzini).
A disposizione: Amelia, Abate, Constant, Mexes, Zaccardo, Pazzini, Petagna. Allenatore Clarence Seedorf.
ATLETICO MADRID
: Courtois; Juanfran, Miranda, Godin, Insua; Turan (74′ Rodriguez), Gabi, Suarez, Koke; Garcia (80′ Adrian), Costa.
A disposizione: Aranzubia, Aldeweireld, Rodriguez, Sosa, Diego, Adrian, Villa. Allenatore: Diego Pablo Simeone. 

Giuseppe Ferrara
20 febbraio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook