Real super, il City e il Bayern vincono di misura. Tiene il passo lo United. Pareggio per Barca e PSG

di Armin Sefiu    

I blancos di Mourinho demoliscono il malcapitato Osasuna con una tripletta di C.Ronaldo (7-1). Vince il City in rimonta con il QPR (2-3), il Bayern 1-2 con l’Augsburg e lo United 1-0 con il Sunderland nel giorno di Ferguson che festeggia i 25 anni con i red devils. Barca bloccato sul 2-2 a Bilbao e il PSG 1-1 con il Bordeaux.

Nell’ undicesima giornata della premier league il Manchester City batte in rimonta il QPR in trasferta e vola in campionato mantenendo la sua imbattibilità. La squadra di Mancini soffre nel primo tempo il pressing degli avversari e va sotto nel risultato con un colpo di testa di Bothroyd. I Citizens non riescono a concretizzare una buona manovra di gioco e vanno in difficoltà al 40′ quando Bothroyd colpisce la traversa. Passano tre minuti e il City colpisce al primo vero affondo in area: Dzeko servito da Milner si libera del difensore con una finta, entra in area e con un preciso tiro sul primo palo realizza il pareggio. Si va al riposo sull’ 1-1. Nella ripresa è ancora Edin Dzeko a essere decisivo.

Al 52′ il bosniaco prende palla e serve lo spagnolo Silva che,salta l’avversario e fulmina il portiere Kenny sul suo palo. I padroni di casa non demordono e trovano il pareggio con Helguson in maniera rocambolesca. Bastano solamente cinque minuti al City per tornare di nuovo in vantaggio: Kolarov si invola sulla fascia, effettua un bel cross teso che Yaya Tourè concretizza con una micidiale inzuccata cui non può nulla l’estremo difensore del QPR. Nel finale la fortuna salva ancora i Citizens con Helguson che colpisce la seconda traversa della partita. Il City mantiene,cosi,il distacco dallo United.

All’Old Trafford il Manchester United batte in casa per 1 a 0 il Sunderland grazie a un autogol di Brown e mantiene il distacco di cinque punti dal City. I diavoli di Ferguson giocano una buona partita, provano più volte con Rooney ed Hernandez la via del gol senza occasioni limpide e soffrono poco in difesa. Ferguson può cosi festeggiare al meglio i 25 anni sulla panchina dello United.
Torna a vincere dopo due sconfitte il Chelsea che espugna il campo del Blackburn con un gol di Lampard. Bene,anche, l’Arsenal che batte 3 a 0 il West Bromwich (Van Persie, Vermaelen, Arteta) e ottiene la sua quarta vittoria consecutiva. L’unica squadra a mantenere l’imbattibilità insieme al City è il Newcastle vittoriosa in casa 2-1 contro l’Everton (Heitinga,Taylor). I Magpies  mantengono, cosi, il terzo posto. Vince il Tottenham 3-1 sul difficile campo del Fulham (Bale,Lennon e Defoe). Liverpool bloccato in casa sullo 0-0 dallo Swansea.

 

              Squadra                PG   V    N    P   Reti                  Punti
1.    Manchester City    11    10    1    0    39:10    31
2.    Manchester Utd    11    8    2    1    28:12    26
3.    Newcastle    11    7    4    0    17:8    25
4.    Chelsea    11    7    1    3    24:15    22
5.    Tottenham    10    7    1    2    21:15    22
6.    Liverpool    11    5    4    2    14:10    19
7.    Arsenal    11    6    1    4    23:21    19
8.    Aston Villa    11    3    6    2    16:15    15
9.    Norwich    11    3    4    4    16:18    13
10.    Swansea    11    3    4    4    12:15    13
11.    QPR    11    3    3    5    10:20    12
12.    Stoke    11    3    3    5    8:19    12
13.    Wolves    11    3    2    6    12:18    11
14.    West Brom    11    3    2    6    9:16    11
15.    Sunderland    11    2    4    5    14:13    10
16.    Fulham    11    2    4    5    14:15    10
17.    Everton    10    3    1    6    11:15    10
18.    Bolton    11    3    0    8    18:27    9
19.    Blackburn    11    1    3    7    13:24    6
20.    Wigan    11    1    2    8    7:20    5
 

Newcastle – Everton 2-1
Manchester Utd – Sunderland 1-0
Liverpool – Swansea 0-0
Blackburn – Chelsea 0-1
Aston Villa – Norwich 3-2
Arsenal – West Brom 3-0
QPR – Manchester City 2-3
Wolves – Wigan 3-1
Bolton – Stoke 5-0
Fulham – Tottenham 1-3

Nella decima giornata della Liga un Real inarrestabile allunga in classifica sul Barcellona bloccato sul pari dall’ Atletic Bilbao. I merengues privi di Kaka e con il rientro da un lungo infortunio di Sahin acquistato dal Borussia Dortmund (solo panchina per lui, entrerà nella ripresa) umilia l’Osasuna portandosi a +3 dal Barca.

Tutto semplice per la squadra di Mourinho che dopo un inizio equilibrato passa in vantaggio al 23′ con colpo di testa di C.Ronaldo. Una dormita della difesa regala il pareggio all’Osasuna al 30′: Garcia batte a sorpresa la punizione servendo Ibrahima che a tu per tu con Casillas non sbaglia. La reazione del Real è veemente. Al 33′ Pepe salta più in alto di tutti, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, e trova il 2-1. Al 40′ il Real fa il tris: Higuain raccoglie un assist filtrante da Di Maria salta a rientrare il suo diretto avversario e pennella un perfetto destro a giro cui nulla può il portiere Andres. La ripresa è  tutta in discesa per il Real. Già al 54′ la partita ormai chiusa nel primo tempo prende una piega dolorosa,per gli ospiti che rimangono in dieci per l’espulsione di Satrustegui per atterramento di Ozil che provoca il rigore,poi, trasformato da C.Ronaldo. Dopo quattro minuti il campione portoghese mette il suo terzo sigillo della partita con una grande elevazione e una perfetta torsione di testa. Nel finale c’è gioia anche per Benzema che,firma la doppietta al 63′ con un preciso tocco sottomisura e all’80’ fulmina Andres con un bolide di destro dopo una palla filtrante di Arbeloa sul filo del fuorigioco.

Pioggia di gol ed emozioni al San Mames di Bilbao dove la squadra di Guardiola esce indenne dal difficile campo dei baschi grazie a una prodezza di Messi nel finale. Partono bene i blaugrana che al 2′ vanno al tiro con Adriano ben parato da Irarioz. La pioggia e il terreno bagnato rende la gara molto equlibrata e poco spettacolare. Le occasioni sono un tiro di Herrera che non preoccupa Valdes e un tiro di Iniesta che finisce fuori. Al primo vero affondo l’Atletic Bilbao passa: Susaeta se na va su Mascherano,crossa in area dove Herrera tutto solo spara all’angolino fulminando Valdes. La risposta del Barca è veemente. Dani Alves ci prova con un tiro potente ma centrale. Abidal al 24′ si invola sulla sinistra,fa partire un cross che trova impreparata la difesa basca, Fabregas ben appostato non sbaglia e sigla l’1-1. Il pareggio scuote il match che si accende con un’occasione limpida per entrambe le squadre. Iniesta ben servito da Messi fa partire un bel tiro deviato dal portiere Irarioz. Quattro minuti dopo Herrera si divora il gol in posizione favorevole ma il suo tiro è poco efficace. Termina sul pari la prima frazione. Nella ripresa i blaugrana partono bene com’era accaduto ad inizio gara e rischiano di far male con Iniesta al 49′  ma l’uscita dell’estremo difensore basco è provvidenziale. Per venti minuti non succede quasi nulla per via del maltempo e la partita si accende nel finale. All’ 80′ il Bilbao si porta sul 2-1 con un autogol sfortunato di Piquè. Il Barca inizia il forcing finale. Iniesta ci prova con un tiro che finisce fuori, Villa spara un tiro centrale dopo un azione personale. Nei minuti di recupero una clamorosa incomprensione tra Irarioz e Amorebieta regala il pareggio al Barca. Lionel Messi raccoglie il pallone e a due passi non sbaglia per il 2-2 finale. Il Barca sale a 25 punti e ora si vede scappare il Real lontano tre punti. Il Bilbao con questo risultato sale a metà classifica e ottiene il suo decimo risultato utile.

Tiene il passo delle prime il Valencia che batte nel derby il Levante e sale al terzo posto in classifica scavalcando la squadra di Martinez, grande sorpresa di questa prima parte della liga. Decisivo ai fini del risultato è stato l’autogol di Javi Venta nel primo tempo. Il Valencia ha,poi, chiuso la partita ad inizio ripresa con Costa. Pareggio per il Villarreal con l’Espanyol (0-0) e il Siviglia che non va oltre lo 0-0 con il Mairoca. Perde,invece, l’Atletico Madrid, giustiziere dell’ Udinese in coppa, che cade con il fanalino di coda Getafe per 3-2. In gol per l’Atletico Falcao e Dominguez a cui hanno riposto Barrada,Michel e Castro.

 

           Squadra                 PG  V   N    P    reti             Punti
1.    Real Madrid    11    9    1    1    39:7    28
2.    Barcelona    11    7    4    0    34:6    25
3.    Valencia    11    7    3    1    17:9    24
4.    Levante    11    7    2    2    17:9    23
5.    Sevilla    11    4    6    1    11:8    18
6.    Malaga    11    5    2    4    12:14    17
7.    Espanyol    11    5    1    5    9:13    16
8.    Vallecano    11    4    3    4    14:13    15
9.    Ath. Bilbao    11    3    5    3    17:14    14
10.    Osasuna    11    3    5    3    14:24    14
11.    Atl. Madrid    11    3    4    4    14:14    13
12.    Betis    11    4    1    6    10:15    13
13.    Villarreal    11    2    5    4    9:17    11
14.    Getafe    11    2    4    5    12:17    10
15.    Maiorca    11    2    4    5    8:16    10
16.    Saragozza    11    2    4    5    12:22    10
17.    Gijon    11    2    3    6    10:16    9
18.    Santander    11    1    6    4    7:15    9
19.    Granada    11    2    3    6    4:12    9
20.    Real Sociedad    11    2    2    7    9:18    8
 

Maiorca – Siviglia 0-0
Betis – Malaga 0-0
Levante – Valencia 0-2
Real Madrid – Osasuna 7-1
Saragozza – Gijon 2-2
Granada – Santander 0-0
Vallecano – Real Sociedad 4-0
Espanyol – Villarreal 0-0
Ath. Bilbao – Barcellona 2-2
Getafe – Atl. Madrid  3-2

Nella dodicesima giornata della Bundesliga il Bayern Monaco soffre con il fanalino di coda Augsburg ma resiste grazie alla grande giornata di Neuer, grande protagonista, e conquista ,cosi, la sua seconda vittoria consecutiva. La partita è già in discesa nel primo tempo per i bavaresi (privi di Schweinsteiger e Robben) che vanno in vantaggio per due volte, prima con il bomber Gomez che insacca su respinta del portiere Amsif e poi raddoppia con Ribery con un sinistro in diagonale all’angolino. Nella ripresa cambia lo scenario della partita. Il Bayern inizia ad accusare la stanchezza per l’impegno di Champions League e subisce l’iniziativa degli avversari che trovano il gol al 59′ con il giapponese Hosogai che la mette dentro in mischia. La partita è vivace,i padroni di casa comandano il gioco ma non finalizzano nell’ultima parte tirando fuori dallo specchio della porta. All’ 83′ l’Augsburg si divora il gol: Baier regala una palla fantastica all’albanese Kapllani che solo davanti a Neuer colpisce a botta sicura, il portiere bavarese compie il miracolo respingendo con la mano destra. Termina, cosi, la gara sull’ 1-2. Il Bayern mantiene il distacco di cinque punti dalle inseguitrici mentre l’Augsburg rimane ultimo in classifica.

Tiene il passo del Bayern il Borussia Dortmund che batte in casa il Wolfsburg con un sonoro 5-1 che lascia poche storie alla partita. La squadra di Jurgen Klopp parte molto bene e al 12′ passa in vantaggio: Goetze chiude l’uno-due con Kagawa , entra dentro l’area e con un preciso diagonale fulmina il portiere Benaglio. Nel finale di primo tempo grande ripartenza dei padroni di casa, la difesa avversaria si fa infilare in contropiede da Lewandowski bravo a servire Kagawa che di piatto non sbaglia. Finisce la prima frazione sul 2-0. Nella ripresa il Wolfsburg accorcia le distanze al 60′ con l’ex Arsenal Hleb,che servito da Trasch dentro all’area di rigore, non sbaglia con un preciso tiro all’angolino. Un minuto dopo il Borussia trova il terzo gol su calcio d’angolo: colpo di testa di Piszczek ben parato in tuffo dall’estremo difensore del wolfsburg che, non può nulla sul tap-in vincente di Bender. Al 66′ il Borussia cala il poker: Kagawa restituisce il favore a Lewandowski servendolo di esterno destro da metà campo, l’attaccante si invola e davanti al portiere Benaglio lo trafigge con un tocco sotto. Chiude le danze ancora Mario Goetze al 78′ con un preciso piattone, ben servito di esterno da Piszczek.  

Il Borussia Dortmund torna a vincere dopo il pareggio di Stoccarda e viene agganciato al secondo posto dal Werder Brema, vittorioso 3-2 sul Colonia grazie a una tripletta di C.Pizarro che ribalta il doppio svantaggio di Clemens e Podoloski, e dalla sopresa Moenchengladbach che vince a Berlino per 2-1 con l’Herta (doppietta di Reus). Perde punti importanti lo Schalke 04 che non va oltre il 2-2  con l’Hannover 96. La squadra di Gelsenkirchen,priva del bomber Huntelaar infortunatosi in coppa, da spazio a Pukki che lo ripaga con una doppietta che non basta per espugnare l’AWD-Arena, in gol per i padroni di casa un autogol di Papadopoulos al 29′ (prima c’era stato il vantaggio di Pukki) poi Abdellaoue aveva portato in vantaggio la squadra di casa al 59′ prima di essere raggiunta ancora da Pukki al 73′. Finisce 2-2 anche il match tra Leverkusen e Amburgo. I padroni di casa si portano sul doppio vantaggio in soli venti minuti con le reti Schurrle e Bender ma vengono raggiunti da Westermann e Jansen. L’Amburgo rimane in zona retrocessione ottenendo il terzo pareggio consecutivo mentre il Bayer Leverkusen perde terreno dalla vetta ora lontana dieci punti.

 

         Squadra                           PG     V   N     P      Reti           Punti
1.    Bayern    12    9    1    2    32:4    28
2.    Dortmund    12    7    2    3    26:9    23
3.    Bremen    12    7    2    3    23:16    23
4.    Moenchengladbach    12    7    2    3    15:9    23
5.    Schalke    12    7    1    4    24:18    22
6.    Hannover    12    5    4    3    16:17    19
7.    Stoccarda    12    5    3    4    18:12    18
8.    Leverkusen    12    5    3    4    15:16    18
9.    Hoffenheim    12    5    2    5    15:13    17
10.    Hertha    12    4    4    4    16:17    16
11.    Colonia    12    5    1    6    20:26    16
12.    Kaiserslautern    12    3    4    5    10:15    13
13.    Wolfsburg    12    4    1    7    15:25    13
14.    Mainz    12    3    3    6    16:23    12
15.    Norinberga    12    3    3    6    13:20    12
16.    Amburgo    12    2    4    6    15:25    10
17.    Friburgo    12    3    1    8    16:27    10
18.    Augsburg    12    1    5    6    9:22    8
 

Mainz – Stoccarda 3-1
Norinberga – Friburgo 1-2
Hoffenheim – Kaiserslautern 1-1
Herta – Moenchengladbach 1-2
Dortmund – Wolfsburg 5-1
Bremen – Colonia 3-2
Leverkusen – Amburgo 2-2
Hannover – Schalke 2-2
Augsburg – Bayern 1-2

Nella tredicesima giornata della Ligue 1 si ferma il cammino del PSG bloccato sul pareggio dal Bordeaux. Le inseguitrici non nè approfittano lasciando il distacco invariato. Vince solamente il Marsiglia ora lontano dodici punti dalla vetta. Allo stadio Stade Chaban Delmas la squadra di Kombouarè parte bene e sugli sviluppi di un calcio d’angolo passa in vantaggio con l’ex Juve Sissoko al 10′. Dopo tre minuti arriva il pareggio dei padroni di casa con un colpo di testa di Gouffran su cross di Tremoulinas. La partita si gioca sul filo dell’equilibrio e termina sull’ 1-1. Il PSG rimane primo con 30 punti mentre il Bordeaux resta nei bassi fondi della classifica con 13 punti. Pareggiano il Montpellier con il St.Etienne (1-1, in gol Nicolita e Marveux per gli ospiti) e il Lille con l’Evian (1-1, vantaggio di Khleifa e pareggio dei padroni di casa con Pedretti). Perde, invece, il Lione battuto 2-1 dal Sochaux. Succede tutto nel primo tempo. Al 10′ un autogol di Cissokho porta in vantaggio la squadra di casa,poi, al 14′ arriva il pareggio di Lacazette ben servito da Gomis. Al 43′ un rigore di Boudebouz infligge la quarta sconfitta in campionato al Lione ora lontano sette punti dal PSG. Bene il Marsiglia che ottiene la sua terza vittoria consecutiva impiegando un tempo e mezzo per battere il Nizza. La squadra di Deschamps soffre più del dovuto rischiando anche di perdere e risolve la partita nel finale. Apre le marcature al 72′ Ayew poi un rigore di Remy al 90′ chiude definitivamente la gara. Da segnalare due traverse per gli ospiti nel primo tempo con Abriel al 17′ e Mouloungui al 29′.

 

         Squadra                 PG     V      N       P     Reti        Punti
1.    PSG    13    9    3    1    26:11    30
2.    Montpellier    13    8    3    2    28:16    27
3.    Lille    13    6    6    1    22:13    24
4.    Lione    13    7    2    4    21:15    23
5.    Rennes    13    6    4    3    22:16    22
6.    Tolosa    13    6    4    3    13:12    22
7.    Lorient    13    5    5    3    15:12    20
8.    Marsiglia    13    4    6    3    17:14    18
9.    Caen    13    5    3    5    20:19    18
10.    St. Etienne    13    4    5    4    12:16    17
11.    Sochaux    13    4    5    4    20:25    17
12.    Auxerre    13    3    6    4    19:18    15
13.    Evian TG    13    2    6    4    15:18    13
14.    Bordeaux    13    2    7    4    15:19    13
15.    Brest    13    1    9    3    13:14    12
16.    Valenciennes    13    2    5    6    13:14    11
17.    Nizza    13    2    5    6    12:14    11
18.    Nancy    13    2    5    6    10:16    11
19.    Dijon    13    3    2    8    13:28    11
20.    Ajaccio    13    1    4    8    10:26    7
 

Lille – Evian TG 1-1
St. Etienne – Montpellier 1-1
Sochaux – Lione 2-1
Rennes – Valenciennes 1-1
Nancy – Brest 2-1
Marsiglia – Nizza 2-0
Lorient – Ajaccio 2-0
Caen – Dijon 3-0
Auxerre – Tolosa 2-0
Bordeaux – PSG 1-1

7 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook