Inter – Sassuolo 1-0, Samuel rimette in moto i nerazzurri

Inter – Sassuolo 1-0, Samuel rimette in moto i nerazzurri

inter_sassuolo“Con il Sassuolo conta solo il risultato”. Queste le parole della vigilia di Walter Mazzarri, allenatore di una squadra, l’Inter, ormai solo abituata a passi falsi. Una rinuncia alla ricerca forsennata e cocciuta del gioco a vantaggio di un risultato sconosciuto nel girone di ritorno, la vittoria. Servivano i tre punti e i tre punti, finalmente, sono arrivati. Una vittoria risicata e sudata: 1-0 contro l’altra Cenerentola del nuovo anno, il Sassuolo, capace di conquistare solamente 3 punti sui 15 a disposizione nel 2014. Decisivo Samuel, con un colpo di testa all’inizio della ripresa.

Mazzarri propone dal primo minuto il nuovo acquisto Hernanes, rispolverando per l’occasione Guarin (comunque applaudito dal pubblico nerazzurro, nonostante le vicende di mercato) e Samuel, che non partiva titolare in campionato da tre mesi.
Dall’altro lato, Malesani si affida ai nuovi arrivati Cannavaro e Floccari, il primo a guidare la difesa, il secondo a fare da punto di riferimento in avanti.

Prima parte di gara avara di emozioni, con l’Inter che si affida all’estro di Hernanes e alla voglia di riscatto di Guarin. La prima giocata è proprio dell’ex laziale, che fa partire un destro a giro dal limite dell’area che sfiora il palo della porta difesa da Pegolo. Il Sassuolo è ben organizzato e prova a ripartire in velocità con la stella Berardi.
Il ritmo blando della gara addormenta un primo tempo ravvivato solamente nel finale, quando Milito e Palacio si divorano il gol del vantaggio nerazzurro, per la disperazione generale del “Meazza”(clamorosa l’occasione sciupata dall’eroe del triplete, incapace di superare da pochi passi il portiere avversario dopo un passaggio in mezzo del compagno di reparto).

Servirebbe una benedizione all’Inter per poter sbloccare il risultato o, forse, semplicemente una scintilla capace di rendere le gambe meno pesanti e la testa più leggera nei momenti decisivi. Per fortuna dei nerazzurri, è Samuel a vestirsi da esorcista, prendendo il tempo a Bianco su calcio d’angolo e insaccando di testa alle spalle dell’incolpevole Pegolo. È il gol dell’1-0, quello che tutto il popolo interista aspettava e che nel primo tempo sembrava protetto da una sorta di maledizione. Dopo quello di Nagatomo al Chievo e Rolando alla Juve, è il terzo gol dell’Inter nel 2014.
Con il vantaggio ottenuto, la squadra di Mazzarri prova ad amministrare, ma senza desistere dal tentativo di raddoppiare. Al 63’ Jonathan fallisce l’occasione per chiudere la gara, non trovando la porta da buona posizione dopo una respinta di Pegolo.
Malesani prova a riacciuffare il pareggio inserendo Missiroli per Bianco e passando al 4-3-3, ma i nerazzurri non corrono pericoli. La vittoria per l’Inter, finalmente, non è più un miraggio.

Tabellino:
Inter – Sassuolo 1-0
(primo tempo 0-0)
Marcatore
: Samuel al 4′ s.t.
Inter
(3-5-2): Handanovic; Rolando, Samuel (35′ s.t. Campagnaro), Juan Jesus; Jonathan, Guarin, Kuzmanovic (39′ s.t. Taider), Hernanes, Nagatomo; Palacio, Milito (21′ s.t. Botta). In panchina: Castellazzi, Carrizo, Zanetti, Andreolli, Icardi, Kovacic, Mudingayi, Ranocchia, D’Ambrosio. Allenatore: Mazzarri
Sassuolo
(3-5-2): Pegolo; Bianco (29′ s.t. Missiroli), Cannavaro, Ariaudo; Rosi, Brighi, Marrone, Biondini (23′ p.t. Chibsah), Longhi; Floccari (35′ s.t. Floro Flores), Berardi. In panchina: Pomini, Polito, Pucino, Antei, Zaza, Sansone, Gazzola, Farias, Ziegler. Allenatore: Malesani
Arbitro
: Peruzzo di Schio
Note
: Spettatori: 38.000 circa. Ammoniti: Rosi, Botta.

Giuseppe Ferrara (inviato al “Meazza”)
10 febbraio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook