Tim Cup -L’Udinese batte la Fiorentina: al Friuli termina 2-1 per gli uomini di Guidolin

Tim Cup -L’Udinese batte la Fiorentina: al Friuli termina 2-1 per gli uomini di Guidolin

udinese-fiorentinaL’Udinese si aggiudica l’andata della semifinale di Coppa Italia contro una buona Fiorentina e può sorridere in vista del ritorno al Franchi fra sette giorni. E’ l’Udinese ad rompere gli equilibri grazie al solito Di Natale, ma sul finire della ripresa è Vargas a riportare in parità le sorti del match con una splendida conclusione dalla lunga distanza. La rete decisiva è siglata da Muriel, che subentrato nel finale, sigilla il successo dell’Udinese.

Primo Tempo
Sotto un’incessante pioggia le due squadre scendono in campo con l’agonismo e la determinazione giusta, ben consci dell’importanza del risultato in vista del ritorno. La Fiorentina cerca di imporre il proprio gioco creando superiorità numerica sugli esterni, sfruttando la fasce laterali con Joaquin e Vargas. L’Udinese, ben messa in campo da Guidolin, (unico tecnico ancora in corsa per la Coppa Italia ad aver vinto la competizione) chiude bene gli spazi ed è pronta a ripartire con i suoi velocisti. Proprio dalle ripartenze bianco-nere i pericoli maggiori: prima Pinzi riscalda con un bel tiro i guanti ad Neto poi i friulani trovano al 36° il vantaggio con di Natale che, dopo un’ottima iniziativa di Widmer sulla destra, finalizza l’assist dell’esterno austriaco. I Gigliati reagiscono immediatamente impegnando il giovante Scuffet con Matri che, approfittando di un errore di Domizzi, si vede murato dell’estremo difensore friulano. E’ il preludio al pareggio Viola che si concretizza al 44° quando Vargas lascia partire un bolide che si insacca sotto la traversa.

Secondo Tempo
I primi 25 minuti della ripresa sono tutti di marca Viola, con Matri e Joacquin tra più pericolosi. In particolare l’ex Milan cerca ripetutamente la rete, seminando il panico in area Friulana quando la Fiorentina crossa dagli esterni. L’Udinese sembra non essere in grado di far male alla Viola, cosi Guidolin decide di inserire Muriel al posto del giovane Nico Lopez. E’ proprio il colombiano ad mettere paura agli uomini di Montella concludendo di poco a lato una ripartenza di Widmer, ottima la sua prova. L’ingresso di Muriel cambia le sorti della partita ed all’ 82° è proprio lui ad siglare l’importante rete del vantaggio friulano grazie ad un destro chirurgico che coglie il palo interno ed entra in rete. La Fiorentina, duramente colpita, cerca nel finale il gol del pareggio schiacciando l’Udinese nella propria area di rigore, ma ormai è troppo tardi: al Friuli termina 2-1 per l’Udinese.

Il successo dell’Udinese, anche dando un leggero vantaggio ai friulani, non chiude i giochi per il passaggio del turno, questione che rimane ancora aperta in vista della gara di ritorno. Sicuramente la rete di vantaggio permetterà a Guidolin di poter impostare la gara del Franchi con più tranquillità e secondo il modo di giocare più agevole per i propri giocatori. La Fiorentina fra sette giorni sarà invece chiamata ad una grande prova di carattere e maturità, cercando di ribaltare il risultato odierno.

Udinese (3-5-1-1): Scuffet; Heurtaux, Bubnjic, Domizzi; Widmer, Allan, Pinzi (76′ Anderson), Pereyra, Gabriel Silva; Di Natale (46′ Fernandes Borges), Nico Lopez (66′ Muriel). All.: Guidolin

Fiorentina (3-5-2): Neto; G. Rodriguez, Diakitè, Savic; Pasqual, Borja Valero (74′ Anderson), Pizarro, Mati Fernandez, Vargas (87′ Matos); Joaquin (70′ Cuadrado), Matri. All.: Montella

Arbitro:Russo
Marcatori: 36′ Di Natale, 82′ Muriel (U), 44′ Vargas (F)
Ammoniti: Valero, Vargas (F), Di Natale, Muriel (U)

Damiano Rossi
5 febbraio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook