Tris della Juventus, Inter travolta 3-1

Tris della Juventus, Inter travolta 3-1

Il derby d’Italia va alla Juventus che batte l’Inter per 3-1 al termine di una gara dominata dai campioni d’Italia con i nerazzurri praticamente mai in partita.

Conte schiera la formazione tipo con l’eccezione di Storari al posto dello squalificato Buffon confermando la coppia gol Tevez-Llorente. Mazzarri torna al 3-5-1-1, con Milito in panchina e Palacio supportato dal solo Alvarez.

Poco più di due minuti e la Juve sfiora il vantaggio con Tevez che prova due volte da distanza ravvicinata ma Handanovic è strepitoso nel negare il gol all’argentino con un doppio intervento.

La squadra di Conte prende in mano la partita e al secondo affondo trova la rete: al 15’ Pirlo lancia splendidamente in profondità Lichtsteiner che lasciato solo da Kovacic batte di testa Handanovic sul secondo palo.

L’Inter non reagisce e la Juve alza il ritmo, i bianconeri sfiorano il raddoppio su un corner in cui Kuzmanovic rischia l’autorete di testa; al 38’ Tevez ci prova ma il destro è troppo centrale.

Soltanto al 40’ arriva la prima vera chance nerazzurra con Palacio che sciupa un buona ripartenza guidata da Kovacic, l’argentino però alza troppo la mira e Storari si salva.

Nessun cambio nell’intervallo, la Juve riparte subito forte e Chiellini risolve una mischia sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il difensore di sinistro infila Handanovic da pochi metri per il 2-0.

Mazzarri inserisce Milito per Kuzmanovic ma i padroni di casa trovano anche il terzo sigillo: Pogba tira, Handanovic respinge ma Juan Jesus non libera, sul pallone vagante interviene Vidal che batte ancora il portiere interista per il 3-0 al 56’.

In pieno controllo del match la Juve perde Barzagli, Mazzarri mette dentro anche Botta e al 71’ Rolando accorcia le distanze con un diagonale sinistro da azione di calcio d’angolo.

Cala un po’ la tensione fra le file dei bianconeri e l’Inter con un ultimo sussulto d’orgoglio spreca malamente la palla per riaprire la partita: all’85’ Palacio di testa mette sopra la traversa un assist di D’Ambrosio toccato da Caceres.

Nel finale, spezzone di gara anche per Vucinic che al 91’ colpisce il palo imbeccato da Tevez.

È l’ultima occasione della gara, vince meritatamente la Juventus sempre padrona del campo, brutta invece la prestazione dell’Inter: rinunciataria, sempre in difficoltà ed ora scivolata al sesto posto.

JUVENTUS – INTER 3-1 (primo tempo 1-0)

Marcatori: Lichtsteiner 16’, Chiellini 47’, Vidal 56’, Rolando 71’.

Ammoniti: Kuzmanovic, Alvarez, Pogba.

JUVENTUS (3-5-2): Storari; Barzagli (63’ Caceres), Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (82’ Isla), Pirlo, Vidal, Pogba, Asamoah; Llorente (86’ Vucinic), Tevez.

Allenatore: Antonio Conte.

INTER (3-5-1-1): Handanovic; Campagnaro, Rolando, Juan Jesus; Jonathan (58’ D’Ambrosio), Kovacic (66’ Botta), Kuzmanovic (55’ Milito), Taider, Nagatomo; Alvarez; Palacio.

Allenatore: Walter Mazzarri.

Arbitro: G. Rocchi (FI).

di Matteo Ciofi

3 febbraio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook