La Lazio sfiora il colpo grosso. La Juve in dieci pareggia.1-1

La Lazio sfiora il colpo grosso. La Juve in dieci pareggia.1-1

Lazio-Juve 2013-2014La Juventus soffre ma trova il pareggio grazie a Llorente, la Lazio colpisce due legni e non riesce a sfruttare la superiorità numerica. Pareggio che non soddisfa nessuna delle due squadre.

PRIMO TEMPO
Il match ha inizio in una calda cornice di pubblico. La Juventus fa la partita mentre i padroni di casa attendono composti nella propria metà campo. La prima azione pericolosa è targata Vidal, ma la conclusione esce dallo specchio della porta. La Lazio sfiora il vantaggio con Klose che non riesce ad approfittare di un maldestro stop da parte di Buffon. Che non sia la serata perfetta per il capitano della Juventus si capisce al minuto 26: Konko si invola sulla fascia sinistra, crossa al centro, Klose taglia dietro le spalle di Ogbonna e viene atterrato da Buffon. Rigore e cartellino rosso per l’estremo difensore, dal dischetto si presenta Candreva che, con freddezza, spiazza il neo-entrato Storari. Vantaggio biancoceleste e Olimpico che esplode. In superiorità numerica la Lazio prova ad imporre il proprio gioco ma la Juventus ha un’ottima reazione. Il primo tempo si chiude con i padroni di casa in vantaggio.

SECONDO TEMPO
La ripresa vede la Lazio gestire il possesso palla, in virtù del vantaggio numerico. La Juventus non rimane a guardare e trova il pareggio al minuto 59 quando Lichsteiner crossa, dall’out di sinistra, trovando la deviazione aerea di Llorente che brucia Berisha sul secondo palo. Pareggio e gara che assume un volto totalmente diverso. La Juve, nonostante l’inferiorità numerica, tenta con determinazione l’assalto al fortino biancoceleste che viene ben protetto da un ottimo Berisha. La Lazio riprende coraggio ma deve fare i conti con la sfortuna. Ledesma, su punizione, mette la sfera in area, prima di tutti si avventa Klose che, a colpo sicuro, schiaccia di testa, Storari, d’istinto, la devia sulla traversa. Vantaggio sfiorato. Ancora Lazio a creare le azioni più pericolose: Keita dal vertice destro dell’area, rientra e conclude con un tiro a giro sul secondo palo che supera Storari ma impatta sul legno. Finisce 1-1.

Pareggio che prende il sapore della sconfitta per una Lazio che, con un uomo in più, si è fatta raggiungere e ha colpito due pali. La Juventus ha avuto una reazione da grande squadra. La cura Reja sembra aver fatto bene ai biancocelesti che, con il goriziano in panchina, non hanno ancora perso. Ora l’obiettivo è il Napoli in Coppa Italia.

LAZIO (3-4-2-1) – Berisha; Biava, Cana, Dias; Cavanda (65′ Gonzalez), Ledesma, Biglia, Konko; Candreva (83′ Keita), Hernanes; Klose. Allenatore: Reja. A disposizione: Marchetti, Strakosha, Pereirinha, Novaretti, Ciani, Crecco, Vinìcius, Felipe Anderson, Floccari, Perea
JUVENTUS (3-5-2) – Buffon; Barzagli, Bonucci, Ogbonna;Lichtsteiner , Vidal, Marchisio, Pogba, Asamoah (25′ Storari); Tevez, Llorente. Allenatore: Conte. A disposizione: Rubinho, Caceres, Peluso, Pepe, Pirlo, Padoin, Isla, Giovinco, Quagliarella
ARBITRO: Davide Massa (sez. Imperia)
MARCATORI: Candreva rig.(L), Llorente (J)
AMMONITI: Biava (L), Bonucci (J)
ESPULSI: Buffon (J)

di Damiano Rossi ( Frascati)
26 gennaio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook