Sotto il diluvio l’Inter affonda: vince il Genoa 1-0

Sotto il diluvio l’Inter affonda: vince il Genoa 1-0

Antonelli-LucaAl “Marassi” di Genova, colpito dal costante maltempo, la spuntano i padroni di casa, facendo bottino pieno e aggravando la crisi di risultati per l’Inter di Mazzarri. A spezzare l’equilibrio, mantenuto dalle pessime condizioni del terreno di gioco, il goal decisivo di Antonelli all’83’.

Partono forte i nerazzurri, sospinti dall’approccio coriaceo di chi non vuole incorrere in altri passi falsi e accumulare ritardo sul treno dell’Europa. Non tarda ad accorgersene Perin, chiamato al grande intervento dopo appena dieci minuti, quando è bravo a smanacciare in corner il destro di Jonathan, in rapido affondo sul filtrante di Cambiasso. Sotto l’acqua del diluvio incessante, che, persistendo durante il primo tempo, appesantisce il terreno limitando il tasso tecnico interista, i padroni di casa si dimostrano avversario ostico e non in vena di regali. I rossoblù di Gasperini tengono il campo con buona intensità agonistica, pur rischiando nuovamente lo svantaggio ancora per opera di Jonathan, lento nell’aggancio su cross di Milito al 19’, favorendo la deviazione difensiva sulla conclusione. Di nuovo gli ospiti, stavolta con Palacio, vanno a un passo dall’1-0 grazie a un diagonale da posizione defilata che si perde di pochissimo a lato. Lo scorrere del cronometro ben presto diviene inversamente proporzionale a quello del pallone in alcune zone del rettangolo, gradualmente compromesso dalla pioggia al limite della praticabilità. Ne risente la fluidità di manovra di entrambe le formazioni, in molte circostanze ingannate dall’imprevedibile moto della sfera sul bagnato, assecondando così l’abbassamento dei ritmi di gioco fino al termine della prima frazione, di marca genoana nell’ultimo quarto d’ora.

Riprende la sfida e l’Inter impiega appena 20 secondi per rendersi pericolosissima. Palacio, smarcato sotto porta, apre troppo il destro e manda alto sopra la traversa da posizione invitante. Dall’altra parte Gilardino prima e Bertolacci poi mantengono alta l’attenzione difensiva degli uomini di Mazzarri, sebbene siano le difficoltà legate al maltempo a far da padrone. Nonostante il temporale attenui la sua furia, le condizioni precarie del terreno continuano a influenzare le giocate dei 22 in campo. Al 64’ Handanovic salva i nerazzurri, volando in tuffo con un miracoloso intervento che sventa la botta dalla distanza di Fetfatzidis. Ancora il greco, eludendo abilmente la marcatura di Juan Jesus sulla fascia, costringe il portiere interista a un nuovo intervento sul primo palo cinque minuti più tardi. Torna a provarci anche l’Inter, all’80’, quando Palacio, sfruttando una carambola in area, colpisce a botta sicura trovando l’opposizione in sequenza di difensore e portiere. Ma a trovare il vantaggio sono gli avversari: all’83’ la partita si sblocca da calcio d’angolo. Antonelli, dimenticato dalla retroguardia nerazzurra, salta di testa su cross dalla sinistra e batte l’immobile Handanovic impattando da posizione centrale. L’Inter non ci sta e si riversa in avanti, ma è Perin, all’89’, con una parata reattiva e fondamentale a negare il pareggio sul tuffo di testa del neo entrato Botta. Non ci saranno altre occasioni per la compagine milanese. Genoa-Inter finisce 1-0.

Era una gara delicatissima quella tra il Genoa, reduce dal poker dell’Olimpico e ancora imbattuto tra le mura amiche, e l’Inter, a secco di vittorie con un pareggio e una sconfitta negli ultimi due turni. Non accadeva da venti anni, eppure il responso di Genoa-Inter assegna i tre punti ai rossublù, bravi e fortunati nella girandola di errori sotto porta incrementati dal campo pesante. Un gran risultato per gli uomini di Gasperini che rafforza la posizione intermedia in classifica della formazione ligure. Per l’11 di Mazzarri non ritorna dunque la vittoria, ormai assente dal derby del 22 dicembre. Battere il Catania nella prossima gara casalinga sarà obiettivo infallibile.

 

TABELLINO

Genoa (3-4-3): Perin; Antonini, De Maio, Marchese; Vrsaljko, Sturaro (72’ De Ceglie), Cofie, Antonelli; Fetfatzidis (76’ Konaté), Gilardino (85’ Calaiò), Bertolacci. A disposizione: Bizzarri, Donnarumma, Sampirisi, De Ceglie, Biondini, Stoian, Tőzsér, Centurión, Sokoli, Pierre, Konaté, Calaiò. Allenatore: Gasperini.

Inter (3-4-1-2): Handanović; Campagnaro, Rolando, Juan Jesus (84’ Botta); Jonathan, Kuzmanović (63’ Guarin), Cambiasso, Nagatomo; Alvarez (21’ Kovačić); Palacio, Milito. A disposizione: Carrizo, Castellazzi, Samuel, Ranocchia, Andreolli, Zanetti, Kovačić, Guarín, Mudingayi, Taïder, Botta. Allenatore: Mazzarri.

Marcatori: 83’ Antonelli

Cartellini: 10’ Cofie (G), 59’ Vrsaljko (G), 60’ Bertolacci (G), 70’ Sturaro (G), 71’ Juan Jesus (I), 84’ Konaté (G)

Recupero: 1’, 3’

Arbitro: Rizzoli di Bologna.

 

Mattia Coletti

19 gennaio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook