Tim cup – Siena corsaro: 4-1 al Catania e quarti di finale

Tim cup – Siena corsaro: 4-1 al Catania e quarti di finale

valiani_sienaNonostante lo sfavore del pronostico dato dalla differenza di categoria, il Siena espugna il “Massimino” e vola ai quarti di finale di Coppa Italia, dove se la vedrà con la Fiorentina di Montella per il derby di Toscana. Sommersi dai fischi, i padroni di casa, che pure erano passati in vantaggio con la rete di Leto, soccombono sotto i colpi di Paolucci, Valiani, Pulzetti e Rosseti.

PRIMO TEMPO
Pronti-via ed è subito vantaggio Catania, con la gran botta di
Leto dalla media distanza. L’attaccante argentino, al 4’, è cinico e letale a sfruttare la corta ribattuta scaturita dal tentativo su punizione dello specialista Lodi. Palla che parte dalla lunetta e ferma la sua corsa alla sinistra dell’incolpevole Farelli: 1-0 immediato. Il Siena, miglior attacco della serie cadetta, non si perde d’animo e riprende a macinare gioco con la personalità che l’aveva accompagnato nell’approccio in avvio di gara. L’11 di Beretta, orchestrato in fase offensiva dall’estro del sempreverde Rosina, manovra con pazienza e intensità, raggiungendo il meritato pareggio al minuto 24. Dal guizzo sulla fascia di Angelo, che penetra in area di rigore e prova il cross rasoterra dal fondo, il pallone, deviato dall’intervento di Andujar, finisce sui piedi di Paolucci. L’ex rosablù, caricato il sinistro, non manca la ghiotta occasione, scagliando con rabbia la sfera che gonfia la rete sguarnita e fa 1-1. Con l’equilibrio ristabilito, i ritmi di gioco rallentano, congelando il risultato fino al termine dei primi 45 minuti.

SECONDO TEMPO
A differenza della prima frazione del confronto, decisamente a favore degli ospiti, maggiormente dinamici e motivati, è il Catania a rientrare in campo col piglio di chi vuole guadagnarsi l’accesso ai quarti. I padroni di casa avanzano il baricentro, imponendo una fitta ragnatela di passaggi che tuttavia stenta a spaventare realmente i bianconeri, dal canto loro sempre temibilissimi in azione di ripartenza. E’ proprio il Siena, battendo un colpo che sorprende i siciliani, a passare improvvisamente in vantaggio al 59’. Rosina pesca Valiani con un lungo traversone che inganna la retroguardia rosablù, concedendo al centrocampista numero 26 lo spazio per siglare agevolmente di testa il goal del sorpasso. 2-1 e rimonta completata. Il Catania non ci sta e si riversa in attacco alla ricerca del pareggio. Legrottaglie prima e Kiko poi sfiorano la realizzazione, ma gli isolani sono sfortunati nella girandola di deviazioni difensive. Al 72’ è Leto a fallire clamorosamente l’opportunità della marcatura, calciando centralmente da posizione favorevole. Troppo poco per rimettere in piedi le sorti dell’incontro. Il mordente senese farà la differenza, portando i bianconeri addirittura a dilagare, chiudendo i conti con un 4-1 pirotecnico grazie alle reti di
Pulzetti e Rosseti, rispettivamente al 91’ e 93’, entrambe su azione di contropiede. Saranno i toscani a volare ai quarti, servendo il poker che fa calare il sipario sulle speranze catanesi.

TABELLINO
Catania (4-3-3):
Andujar, Peruzzi, Legrottaglie, Gyomber, Capuano, Guarente (62’ Boateng), Lodi, Rinaudo (69’ Garufi), Leto, Maxi Lopez, Monzon (46’ Keko). A disposizione: Ficara, Costanzo, Freire, Boateng, Keko, Cabalceta, Petkovic, De Matteis, Brugaletta, Garufi, Gallo. All.: De Canio.

Siena (3-4-3): Farelli, Matheu, Giacomazzi, Dellafiore, Angelo, Pulzetti, Valiani, Feddal, Rosina (77’ Vergassola), Paolucci (90’ Scapuzzi), Giannetti (55’ Rosseti). A disposizione: Lamanna, Bucuroiu, Crescenzi, Milos, Morero, Schiavone, Spinazzola, Vergassola, Rosseti, Scapuzzi, Thomas. All.: Beretta.
Marcatori:
4’ Leto, 24’
Recupero: /, 3’
Arbitro:
Peruzzo di Schio

di Mattia Coletti
15 gennaio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook