Allegri esonerato. Il Milan vuole subito Seedorf

Allegri esonerato. Il Milan vuole subito Seedorf

Massimiliano Allegri non è più l’allenatore del Milan. Il tecnico toscano è stato licenziato in mattinata dopo la clamorosa sconfitta subita ieri sera contro il Sassuolo. Il 4-3 del posticipo con una rimonta incredibile è stato fatale ad Allegri che saluta il club rossonero dopo tre anni e mezzo in cui ha conquistato uno scudetto alla prima stagione e la Supercoppa italiana successiva nell’estate del 2011.

Nelle scorse settimane Allegri stesso aveva ribadito che i prossimi mesi sarebbero stati gli ultimi sulla panchina del Milan, un addio che in molti davano per certo e che l’allenatore ha voluto confermare.

Un feeling ma veramente sbocciato quello tra Allegri e il popolo rossonero, un rapporto mai saldo con Berlusconi che diverse volte è stato convinto da Galliani a proseguire con l’allenatore livornese.

La panchina milanista passa così momentaneamente a Tassotti che guiderà la squadra nella gara di Coppa Italia contro lo Spezia mercoledì, mentre da giovedì potrebbe già sbarcare a Milano Clarence Seedorf, da tempo designato come nuova guida dei rossoneri.

Proprio l’ex centrocampista olandese sembra essere in vantaggio su Inzaghi che lascerebbe la Primavera per un incarico fino al termine della stagione, un’ipotesi che attualmente non convince la dirigenza milanista.

di Matteo Ciofi

13 gennaio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook