Milan – Roma 2-2, Muntari frena i giallorossi

Milan – Roma 2-2, Muntari frena i giallorossi

FBL-ITA-SERIEA-AC MILAN- AS ROMAUn pari che ha un sapore amaro per la Roma e che non serve al Milan per smuovere la classifica. Un 2-2, quello andato in scena a San Siro nel posticipo della sedicesima giornata di Serie A, che non accontenta nessuna delle due squadre, ma che sorride alla Juventus, ora a +5 in classifica sulla Roma. Significativo il dato rappresentato dai due gol subiti dai giallorossi: non era mai accaduto fino ad adesso.

Allegri schiera un tridente inedito formato da Balotelli, Kakà e Montolivo (questi ultimi, in realtà, due trequartisti a supporto di Mario), vertice offensivo di un modulo tattico praticamente speculare a quello di Rudi Garcia. Il tecnico francese non se la sente di mandare nella mischia Totti fin dall’inizio e si affida a Ljajic, Destro e Gervinho.

Giallorossi subito rapidi e pungenti, con il Milan che sfrutta le fasce per rendersi pericoloso. La prima occasione della gara porta la firma di Gervinho, che al 7’ impegna Abbiati con una conclusione sul primo palo. Il Milan risponde con una punizione innocua di Balotelli.
La Roma è più dinamica e al 13’ passa subito in vantaggio: palla di Ljaijc dalla sinistra per Strootman, che imbecca Destro per un gol facile facile. Qualche minuto più tardi la Roma potrebbe già raddoppiare, ma Gervinho si fa anticipare da una chiusura tempestiva di Bonera.
Il Milan non demorde e inizia a prendere fiducia. Il pressing rossonero è efficace e porta ad un’azione rocambolesca sul cui prosieguo arriva il gol del pareggio, siglato da Zapata, che sfrutta la sponda di Muntari e insacca in tuffo.

Nella ripresa Allegri sostituisce Abbiati con Gabriel, che si rende subito protagonista in negativo con un’uscita incosciente su Gervinho che ha l’unico effetto di costringere Rocchi a fischiare il calcio di rigore. Dal dischetto Strootman non sbaglia. La Roma non è sazia e continua a rendersi pericolosa, soprattutto in contropiede. Il Milan è stanco per le fatiche di Champions e inizia a rallentare il ritmo. Garcia lancia nella mischia Totti al posto di Destro, mentre Allegri risponde con Matri al posto di Poli. La Roma sembra controllare agevolmente, ma, si sa, il calcio è strano. Al 32’ Balotelli sfrutta un errore di Burdisso per servire Muntari, il quale infila di potenza De Sanctis. Il gol galvanizza il Milan, che cerca addirittura di vincere la gara. Balotelli ci prova su punizione, ma il suo destro è troppo centrale. Nel finale, il Milan si difende con le unghie e con i denti, salvo poi sfiorare il gol con Balotelli a tempo praticamente scaduto.

Il 2-2 con cui si conclude la gara non accontenta nessuna delle due compagini, con la Roma che vede allontanarsi la Juve e il Milan che continua a navigare in zone della classifica che non le competono. Le prossime gare saranno decisive per capire le reali ambizioni delle due squadre.

TABELLINO:

Milan – Roma 2-2 (primo tempo 1-1)
Marcatori: Destro (R) al 13’, Zapata (M)al 29’ p.t.; Strootman ( R) su rigore al 6’, Muntari al 32’ s.t..
Milan (4-3-3): Abbiati (dal 1’ s.t. Gabriel); De Sciglio, Zapata, Bonera, Emanuelson (dal 44’ s.t. Zaccardo); Poli (dal 21’ s.t. Matri), De Jong, Muntari; Montolivo, Kakà, Balotelli. (Coppola, Mexes, Cristante, Nocerino, Saponara, Niang, Pazzini). All: Allegri.
Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan (dal 44’ p.t. Burdisso), Dodò; Bradley, De Rossi, Strootman; Ljajic (dal 36’ s.t. Florenzi), Destro (dal 19’ s.t. Totti), Gervinho. (Lobont, Skoropuski, Torosidis, Jedvaj, Romagnoli, Taddei, Marquinho, Ricci, Mazzitelli). All: Garcia.
Arbitro: Rocchi.

Giuseppe Ferrara
17 dicembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook