Spareggio Euro 2012: Trap fortunato, l’Eire con l’Estonia

di Armin Sefiu

Il Portogallo pesca la Bosnia, la sorpresa Montenegro se la vedrà con i cechi. Match equilibrato tra Croazia e Turchia.

Urna benevola per Giovanni Trapattoni. Turchia-Croazia, Estonia-Irlanda, Rep. Ceca-Montenegro e Bosnia-Portogallo sono i quattro match di spareggio che definiranno le ultime quattro qualificate agli Europei di Polonia e Ucraina del prossimo anno. Il sorteggio si è tenuto a Cracovia.
Buone notizie per il Trap e la sua Irlanda. Nel girone dell’Italia, infatti, l’Estonia ha saputo far meglio di Slovenia e Serbia. Più impegnativo, invece, è lo spareggio per il Portogallo che affronterà la nazionale bosniaca che ha fatto tremare la Francia rischiando di qualificarsi direttamente.

La squadra di Paulo Bento dovrà ritrovare gioco e compattezza per superare una temibile nazionale che potrà contare su un’arma in più: Edin Dzeko (bomber del Manchester City di Roberto Mancini). Si preannuncia un grande equilibrio tra la Croazia dei vari Srna, Modric, Eduardo e la Turchia di Guus Hiddink. Due nazionali che quattro anni fa (europei 2008 in Austria e Svizzera) si giocavano i quarti di finale ora dovranno affrontarsi per ottenere il pass per i prossimi campionati europei. Chiudono i playoff Rep. Ceca e Montenegro, due squadre che si affrontano per la prima volta a livello di nazionali maggiori per via delle rispettive scissioni con la Cecoslovacchia e la Jugoslavia. La nazionale di calcio ceca nacque nel 1993, quando, in seguito alla divisione dalla Cecoslovacchia, scomparve la nazionale di calcio cecoslovacca.

L’altra nazionale cui ha dato vita la scissione è la nazionale di calcio della Slovacchia. Raggiunse la finale nel 1996 sconfitta al golden goal dalla Germania La nazionale di calcio montenegrina nasce, invece, nel 2006 perché il Montenegro era compreso nella Repubblica Federale di Jugoslavia fino al 2003 e nella Serbia e Montenegro dal 2003 al 2006. Debutto assoluto alle qualificazioni europee e secondo posto dietro l’Inghilterra. I cechi, quindi, sono già abituati a questo tipo di palcoscenico e hanno nella loro storia due precedenti (mondiali 2002 e 2006) mentre i montenegrini non hanno nessun precedente (solo penultimo posto nel girone dei Mondiali 2010). Le gare d’andata si terranno l’11-12 novembre, quelle di ritorno il 15.

 

14 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook